Cronaca

Trinitapoli, fratelli ladri al cimitero, 2 arresti dei CC

Di:

Furti al cimitero di Torremaggiore; arrestati 2 fratelli (st)

Torremaggiore – I Carabinieri della Compagnia di San Severo (FG), hanno tratto in arresto in flagranza di reato per furto aggravato i fratelli Giagnorio Costantino, classe ’92 e Giagnorio Michele Teo, classe ’86. Ad operare l’arresto sono stati in particolare i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia e della dipendente Stazione di Torremaggiore che hanno bloccato i due a seguito di una richiesta d’intervento giunta la scorsa notte sull’utenza di Pronto Intervento “112” con la quale venivano segnalati degli strani rumori presso il locale cimitero.

All’arrivo delle pattuglia i due si stavano allontanando lungo una strada di campagna dopo aver caricato su un’Ape Piaggio rubata impalcature e attrezzature edili di proprietà di due ditte impiegate in una serie di lavori di ristrutturazione presso il camposanto della città federiciana. Alla vista dei militari, i fratelli Giagnorio non hanno esitato a darsi alla fuga, prima a bordo del mezzo e successivamente, dopo averlo abbandonato, anche a piedi per le campagne circostanti. Dopo un rocambolesco inseguimento, uno di essi è stato bloccato, mentre il secondo, dopo aver fatto perdere temporaneamente le proprie tracce, è stato riacciuffato a casa dai militari della locale Stazione che durante le concitate fasi dell’arresto lo avevano riconosciuto.

Controlli per furti al cimitero di Trinitapoli (st)

Quando ha visto i militari dell’Arma presentarsi a casa, il fratello maggiore complice, contando su una particolare agilità, ha tentato, come nei migliori film d’azione, di sfuggire alla cattura attraverso il tetto dell’abitazione, ma è stato prontamente raggiunto dagli altrettanto atletici componenti della pattuglia che sono riusciti, dopo qualche balzo tra un tetto e l’altro, a bloccarlo e dichiaralo in arresto. La refurtiva e il motocarro recuperati sono stati riconsegnati ai legittimi proprietari, mentre i due fratelli saranno processati per direttissimo per il reato di furto aggravato.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi