PoliticaStato news
Nota stampa

I commissione: sì a debiti fuori bilancio

La Commissione ha inoltre espresso parere favorevole a maggioranza, con l’astensione del M5S e di AP, al Rendiconto del Consigli regionale per l’esercizio finanziario 2015

Di:

Bari. La I commissione consiliare presieduta da Fabiano Amati ha approvato a maggioranza – con il voto contrario del M5S e l’astensione di FI, CoR e AP – il disegno di legge che recepisce in un unico testo i provvedimenti relativi al riconoscimento dei debiti fuori bilancio rinvenienti da sentenze esecutive e da servizi afferenti l’Avvocatura regionale, per un totale di 623mila euro. Per mancanza della documentazione necessaria, è stato inoltre disposto lo stralcio di quattro provvedimenti. In merito alle perplessità sollevate dal M5s sul disegno di legge riguardante il contenzioso per il recupero dell’IVA relativo ad un intervento di realizzazione della rete eliportuale regionale per il quale la Regione Puglia si è affidata ad AdP in qualità di soggetto attuatore, gli uffici tecnici dell’assessorato hanno confermato che l’IVA costituisce una spesa ammissibile quando viene sostenuta dal soggetto attuatore in maniera non recuperabile. Pertanto l’importo totale di 273 mila euro per cui l’agenzia delle entrate ha chiesto il recupero a tassazione è da considerarsi un debito fuori bilancio.

La Commissione ha inoltre espresso parere favorevole a maggioranza, con l’astensione del M5S e di AP, al Rendiconto del Consigli regionale per l’esercizio finanziario 2015. A margine dei lavori il presidente Fabiano Amati ha sollecitato i gruppi politici ad indicare i nominativi per il gruppo di lavoro incaricato di redigere la relazione annuale sulla qualità della spesa.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati