GarganoManfredonia
Il festival della musica popolare e delle sue contaminazioni dal 5 al 10 agosto a Carpino, con una Special Edition il 22 luglio a Troia e il 14 agosto a Celle di San Vito

Carpino folk festival, presentata la 22esima edizione


Di:

Monte Sant’Angelo. Il chitarrista di etnia tuareg Bombino, l’artista ivoriano Alpha Blondy con The solar sistem, formazione leggendaria del reggae africano e il cantautore Vinicio Capossela sono solo alcuni tra i protagonisti del Carpino Folk Festival edizione 2017, il festival della musica popolare e delle sue contaminazioni che con 22 anni di storia alle spalle si presenta oggi ancora carico di stimoli, novità ed emozioni che confluiranno nel tema, scelto per l’edizione 2017, “Memorie dal sottosuolo”.

“Il Carpino Folk festival – ha detto l’assessore all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia questa mattina in conferenza stampa – è un festival che trasforma un intero borgo in una comunità tutta da vivere e per questo rappresenta una eccellenza tra i festival del territorio non solo per i cittadini ma anche per i turisti che potranno vivere le bellezze del Gargano e della capitanata in modo assolutamente popolare e nello stesso tempo comunitario”.

“Il Carpino Folk Festival è per noi – ha continuato la Capone – uno degli eventi più importanti e rilevanti. E’ inserito nella iniziativa di Puglia promozione #WeshowPuglia che comunica gli eventi più interessanti in Puglia. Spettacoli che si svolgono in luoghi straordinari come appunto l’area del Gargano. Il turista che viene non trova un luogo uguale a tutti gli altri dove andrà, trova una comunità che presenta la sua identità e la sua storia con la sua musica e la sua tradizione. Il Carpino Folk festival è musica ma è anche produzioni e tanto altro, in grado ogni anno di trasformare nel mese di agosto il borgo del Gargano in una città-teatro, accogliendo migliaia di amanti di musica tradizionale di tutte le età. Per noi questi musicisti fanno parte di una identità pugliese che attraversa il mondo. Non basta però solo la musica per coinvolgere, ci deve essere un qualcosa in più che parli del territorio, delle tradizioni e delle origini. Occorre promuovere la Puglia oltre il mare, dando impulso quanto più possibile allo svolgimento delle attività nei monumenti perché siano sempre più fruibili e per tutto l’anno, non solo per il mese di agosto. In sintonia perfetta con la strategia di Puglia 365”.

Alla conferenza stampa ha partecipato anche l’assessore al Bilancio della Regione Puglia Raffaele Piemontese.

“Il lavoro che la giunta regionale sta facendo su tutto il territorio pugliese per promuovere la Puglia e valorizzare i talenti – ha detto Piemontese – è un lavoro apprezzato da tutti, a prescindere dalle polemiche. L’idea del governo regionale guidato dal Presidente Emiliano, di puntare su questo settore è un’idea che sta avendo importanti risultati. E noi lo stiamo facendo, valorizzando il nostro territorio e la cultura del nostro territorio. Carpino Folk festival è un pezzo della cultura del nostro territorio ed è diventato negli anni un appuntamento importante che qualifica la nostra terra, il Gargano, e l’intera Puglia”.

Per la sua XXII edizione il Carpino Folk Festival, ospita una “Special Edition” arricchendosi di due appuntamenti promossi dalla Regione Puglia e rivolti alla creazione e valorizzazione del circuito turistico dedicato alla via Francigena dei Monti Dauni. Questo percorso aggiuntivo si svolgerà in due giornate prima e dopo il Festival e nello specifico sabato 22 luglio a Troia, di fianco alla Concattedrale della Beata Vergine Maria Assunta e lunedì 14 agosto a Celle di San Vito, il più piccolo paese della Puglia.

Alla conferenza stampa hanno partecipato anche il direttore del dipartimento regionale Turismo, economia della cultura e valorizzazione del territorio, Aldo Patruno, il responsabile del piano strategico Puglia 365 di Pugliapromozione Luca Scandale, il sindaco di Carpino, Rocco Di Brina e il direttore del Festival Luciano Castelluccia. (s.n.)

Carpino folk festival, presentata la 22esima edizione ultima modifica: 2017-07-11T11:24:24+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi