FoggiaManfredonia
"Subito un tavolo tecnico-istituzionale"

Giorgione “Sanità Service, situazione drammatica”

"La Uil Fpl Foggia, in persona del suo Segretario Generale, Luigi Giorgione, chiede ed auspica che si faccia da subito un tavolo congiunto con Sanità Service, ASL Foggia, organizzazioni sindacali e rappresentanti istituzionali della politica regionale "

Di:

Bari. Una situazione a dire poco drammatica: è quanto accadrà tra qualche giorno ai lavoratori delle agenzie interinali che prestano la loro attività lavorativa da circa tre anni con mansioni di ausiliariato nella Sanità Service Provincia di Foggia.

Il nuovo amministratore unico della Società Sanità Service, Massimo Russo, nei giorni scorsi ha già incontrato i sindacati per spiegare le decisioni assunte e specificamente di voler rescindere i rapporti di lavoro in essere con le agenzie interinali o proseguire con gli stessi con contratti in proroga per pochi mesi, dopo l’individuazione di una società interinale a seguito di gara europea. Legando il tutto ad un verbale di conciliazione in sede sindacale con rinuncia a qualsiasi diritto nei confronti della Sanità Service e del suo amministratore.

Il percorso potrebbe anche venir meno da subito se la Sanità Service decidesse di utilizzare forme di reclutamento con invio di personale attraverso l’Ufficio del lavoro.

A questo punto è doveroso che gli attuali assessori e consiglieri regionali, eletti nel nostro territorio, facciano sentire la loro voce, diano una risposta concreta e assumano iniziative a tutela delle oltre 100 famiglie interessate. È indispensabile evitare che restino a casa perdendo il posto di lavoro.

La Uil Fpl Foggia, in persona del suo Segretario Generale, Luigi Giorgione, chiede ed auspica che si faccia da subito un tavolo congiunto con Sanità Service, ASL Foggia, organizzazioni sindacali e rappresentanti istituzionali della politica regionale per cercare di trovare una soluzione condivisa e che garantisca la continuità lavorativa e che non si perdano le professionalità già acquisite.



Vota questo articolo:
12

Commenti

  • Questi lavoratori hanno tutto il diritto di continuare a lavorare e senza rinunciare a niente internalizzazione compresa e non è perché lo dice Giorgione o la UIL che vogliono ricavare qualche tessera ma perché dopo che per tre anni la Sanitaservice li ha utilizzati come ha voluto adesso hanno diritto a rimanere tranne che per qualche padrone di cooperativa che si è infiltrato .


  • Lucia

    Questi lavoratori non hanno fatto ne un concorso, ne un avviso pubblico e ne niente di niente. Come previsto nelle assunzioni nel pubblico per Legge. Poi vedeteli uno per uno e vedrete i padri chi sono e capirete perchè sono stati assunti alla faccia dei poveri cristi figli di nessuno. A casa. E poi provate anche voi a trovarvi un lavoro senza raccomandazioni come fanno i nostri figli.


  • Marta

    Che vergogna. Quando sono stati assunti nessuno oltre a loro ha avuto modo di fare la domanda perchè tutto zitto zitto zitto. E ammucc ammuc. Avete fatto tre anni. adesso basta. A casa. E fate fare tre anni a royazione a chi ha più requisiti di voi con chiamata regolare dalla camera del lavoro. come fanno ogni volta che si fanno assunzioni in modo chiaro libero e trasparente. Dove chi lavora non è il figlio o cognato o nipote dell’addetto alla firezione sanitaria dell’ospedale o al responsabile dei lavoratiri sanitaservice. Come tutti sanno e tutti possono verificare. Ma lavora chi ha più bisogno.


  • Marco

    A casa subito e sostituzioni posti con regolare domanda all’ufficio di collocamento e chi avrà più bisogno, andra.


  • Sandro

    Io ho saputo che anche se vanno a casa comunque la nuova domanda di assunzione potrà farla solo chi è parente di primo o massimo secondo grado a chi lavora in direzione sanitaria o della ASL oppure della Sanitaservis. Ma sarà vero?


  • Fabio

    Tutte queste persone selezionate e chiamate a lavorare con agenzie interinali, non per cattiveria, ma dovrebbero stare a casa indipendentemente dai legami che hanno e dalla politica che gli ha favoriti.
    Altro che selezioni qui si tratta di raccomandazioni sotto le tornate elettorali,assunzioni per chiamata diretta.
    Mi permetto di dire queste cose perché prima di assumere con certi metodi, si dovrebbe dare priorità a tutte quelle persone che già lavoravano per l’asl nei vari servizi appaltati da diversi anni e non hanno visto ed avuto nessun favore e passaggio nella società in house anzi si sono visti scavalcare negli anni da tutti queste assunzioni a mio parere pilotate.
    Negli anni passati dopo aver avuto un incontro col sig. giorgione mi sono sentito rispondere che non c’era nulla da fare per la situazione lavorativa dalla quale uscivo dopo essere stato licenziato insieme ad altri colleghi,e con le carte che avevamo in mano potevamo pulirci il c..o.
    A distanza di qualche anno posso rispondere che le sue parole sono state smentite perché fino a prova contraria esiste una clausola di salvaguardia ed altre norme alle quali potersi appellare.
    La presunzione, la prevaricazione e la disonestà in tutti i sensi ma in particolare quella intellettuale sono tra i mali peggiori di questo mondo ed anche se sono difficili o quasi impossibili da sconfiggere bisogna continuare a lottare con la schiena ben dritta affinché il marcio venga a galla e non resti nel dimenticatoio.


  • Tony

    Rassegnatevi che a casa non andremo. Quindi risparmiate commenti inutili. A casa andrà qualcun altro.


  • Giuseppe

    Se eravamo potenti quando siamo entrati oggi siamo ancora piú potenti. Il rinnovo é già pronto nel cassetto. Se ancora non parte é per dare l’illusione a qualcuno che forse non lo danno. E per far parlare qualche fesso. A noi non ci possono toccare. Ú vulit capi si o no? Abbiamo conoscenze troppo in alto per andare a casa. Se poi i vostri figli non trovano lavoro perché figli di un dio minore. Esiste sempre il treno. Andassero a far concorrenza ai senegalesi al nord. Oppure in Germania. Li il lavoro ancora si trova.


  • Figlio

    A noi i politici i sindacalisti e i dirigenti A.S.L. ci vogliono bene. Troppo bene. Perché noi siamo bravi. Fatevene una ragione. Andate a chiedere l’elemosina davanti alle chiese. Oppure davanti ai supermercati. Qualcosa guadagnate ve lo dico io. Quanto scommettere che ci rinnovano? Hahahaha sono aperte le scommesse. Uno a cento. Ci state? Pensateci che vi conviene hahahahaha


  • Angelo

    Che schifo. Vorrei tanto conoscere i nomi di questi politici, sindacalisti e Dirigenti A-S.L. che permettono questi inciuci a questi spavaldi arroganti. Che vomitano offese verso chi è abituato a fare tutto secondo regole e legge. Alla luce del sole e con chiarezza e trasparenza. Sono certo comunque che se è vero che il rinnovo è già pronto nel cassetto a breve lo vedremo attuato. E sapremo anche i nomi. E sono certo che dovranno pure dare conto…. Non credo che anche le istituzioni preposte lasceranno che ciò avvenga.


  • DISGUSTATA.

    Giuseppe e Figlio:Io mi vergogno a dire che sono una vostra collega per quelle schifezze che avete detto è vero siamo tutti raccomandati siamo stati assunti cosi dall’oggi al domani senza sapere come e io ci terrei molto piacere se facessero una selezione prima di rinnovare i contratti, perché sono certo che il 90% di noi verrebbe buttato fuori perché non fanno neanche quel poco che gli tocca, qualcuno dice anche: Tanto abbiamo le spalle coperte non ci possono cacciare se comandassi io voi sareste i primi che manderei a fare l’elemosina vicino alle Chiese.Ricordatevi che i Senegalesi sono persone come noi,io al vostro posto mi metterei vicino lo specchio e mi sputerei in faccia da solo VERGOGNATEVI……….


  • mimmola

    Anche l’asl ha assunto personale ausiliario senza alcun concorso e nessuno ne ha parlato,addirittura sono stati inseriti negli uffici,tutto tace tutto silenzio…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi