GarganoManfredonia
Camillo Langone "Non da oggi, da settimane mi ispira un pianto, un lamento, una litania"

“Scivolone” de Il Foglio “Il Gargano fa piangere….”

"E siccome non si può, né si deve, piangere sempre, prego che facciate in tempo a prenotare in Riviera Romagnola"


Di:

Non da oggi, da settimane il Gargano mi ispira un pianto, un lamento, una litania. A causa delle strade, in verità pessime non solo nel promontorio ma nell’intera provincia di Foggia: in luglio saltavo sulle buche dalle parti di Zapponeta e pensavo che migliore dissuasione per il turismo ricco in Ferrari e Lamborghini e Porsche 911 non ci poteva essere. Oltre Margherita di Savoia non c’è più legge? Sicuramente non c’è più asfalto. A causa del sangue: avevano appena ucciso un pizzaiolo a Vieste, in pieno giorno, in pieno centro, e giustamente c’era polizia dappertutto: non avevo bevuto, non trasportavo droga, forse mi ero perfino ricordato di pagare il bollo, ma non è mai piacevole essere fermati a un posto di blocco.

A causa della Chiesa: a Manfredonia, che del Gargano è porta e capoluogo, nemmeno l’antica cattedrale risultava guardabile (massacrata da una superfetazione anni Sessanta), l’unica era andare a Siponto per vedere la basilica in rete zincata che Edoardo Tresoldi ha posato sui resti del tempio paleocristiano. Un capolavoro dell’arte contemporanea, un merletto metallico e gigantesco, soprattutto una metafora del cattolicesimo italiano ridotto a guscio vuoto, osso di seppia, scheletro, fantasma. E siccome non si può, né si deve, piangere sempre, prego che facciate in tempo a prenotare in Riviera Romagnola”.

(Testo di Camillo Langone – fonte Fonte articolo “Il foglio”)

“Scivolone” de Il Foglio “Il Gargano fa piangere….” ultima modifica: 2017-08-11T19:11:16+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
15

Commenti


  • Pasquino

    Se il Gargano fa piangere la riviera romagnola fa letteralmente cagare. Meglio dirlo agli altri che a se stessi


  • Ma guarda un po'

    Ma guarda un po’ come questo tizio diffama il Gargano e Manfredonia in particolare!

    Prende a pretesto qualche tratto di strada provinciale o interpoderale dalle parti di Zapponeta per sostenere che le strade del Gargano (e dell’intera provincia di Foggia) non sono praticabili. E’ chiaro che vi sono dei limiti di velocità: 80-90 km all’ora. Per il resto, le strade non sono né meglio né peggio di altre strade provinciali e statali. Non è solo in provincia di Foggia che la manutenzione delle strade provinciali lascia a desiderare. Se voleva provare l’ebbrezza della velocità, poteva percorrere l’autostrada, ma anche lì c’è il limite di 130 km, forse troppo pochi per un fanatico proprietario di Ferrari, Lamborghini o Porsche. Può sempre andare a sfrecciare in qualche autodromo! Ma se lo fa su statali o autostrade, la Polizia stradale è avvertita: gli faccia un bel verbale!

    Se l’esterno della Cattedrale di Manfredonia non gli piaceva, poteva almeno visitare l’interno settecentesco e il notevole Museo Diocesano di fianco al sagrato.
    Magari poteva visitare il Castello con il suo unico Museo Nazionale che ospita le stele daunie, autentici gioielli noti in tutto il mondo.
    A Siponto, se mai c’è stato, poteva visitare Santa Maria Maggiore e a pochi km di distanza San Leonardo, due autentici capolavori tra le più antiche chiese pugliesi. Ma anche questo il nostro fantomatico visitatore sembra ignorare.

    Questo pesonaggio, che parla di Ferrari, Lamborghini e Porsche, sembra un autentico parvenu (arrampicatore sociale con arie da riccastro e con la puzza sotto il naso).

    Alla fine accenna a un fatto di sangue, quello di Vieste. Lo sappiamo che noi garganici, e con noi altri abitanti della provincia, abbiamo questi problemi, che in gran parte non sono colpa delle popolazioni. Se si fosse agito con fermezza fin da 30-40 anni fa, oggi non saremmo in questa situazione. Lo diceva un Procuratore della Repubblica. Si informi.
    Ma con tutto ciò sono tanti i turisti che ogni anno visitano il Gargano con le sue spiagge, foreste e monumenti, e ci ritornano.

    Seminare zizzania e fare opera di sciacallaggio non aiuta questa terra e rivela solo prevenzione e una certa dose di malevolenza, considerato anche l’intento di scoraggiare visitatori e turisti dalvenire qui per andare a sfrecciare, dove?, sulla Riviera Romagnola con Porsche, Lamborghini; Ferrari e Maserati. Se la Polizia dovesse incontrarlo da qualle parti, gli faccia (ripeto) un bel verbale!


  • Indignata

    Il tono è offensivo. Piuttosto fuori luogo l ‘ invito a prenotare le vacanze nella Riviera romagnola , ma purtroppo le cose che dice sono vere.


  • Versione completa

    Ma guarda un po’ come questo tizio diffama il Gargano e Manfredonia in particolare!
    Prende a pretesto qualche tratto di strada provinciale o interpoderale dalle parti di Zapponeta per sostenere che le strade del Gargano (e dell’intera provincia di Foggia) non sarebbero praticabili.
    In quella zona poteva fermarsi a visitare le zone umide fino all’oasi del Lago Salso, dove nidificano decine di specie di uccelli trampolieri (come in nessuna altra parte d’Italia). Ma sembra che in quella zona il tizio fosse alla ricerca di autodromi e campi da golf!
    È chiaro poi che vi sono dei limiti di velocità: 80-90 km all’ora. Per il resto, le strade non sono né meglio, né peggio di altre strade provinciali e statali. Non è solo in provincia di Foggia che la manutenzione delle strade provinciali lascia a desiderare.
    Se voleva provare l’ebbrezza della velocità, poteva percorrere l’autostrada, ma anche lì (ahilui!) c’è il limite di 130 km all’ora, forse troppo pochi per un fanatico proprietario di Ferrari, Lamborghini o Porsche 911. Potrebbe sempre andare a sfrecciare in qualche autodromo per dare sfogo alla sua frenesia! Ma se lo fa su statali o autostrade, la Polizia è avvertita: gli faccia un bel verbale!
    Se l’esterno della Cattedrale di Manfredonia non gli piaceva (e poteva anche non piacergli), poteva almeno visitare l’interno settecentesco e il notevole Museo Diocesano di fianco al sagrato. Non ne parla. Poteva visitare altre chiese. Non ne parla.
    Magari poteva visitare l’antico Castello con il suo unico Museo Nazionale che ospita le stele daunie, autentici gioielli noti in tutto il mondo. Su questo non dice una sola parola. È evidente che nostro bislacco, frettoloso, fantomatico visitatore non è affatto interessato ai paesaggi del Parco del Gargano, ai suoi monumenti e alla sua storia. La cultura non fa per lui.

    A Siponto, se mai c’è stato, oltre all’opera di Tresoldi, poteva visitare Santa Maria Maggiore, di cui non parla affatto, e, a pochi km di distanza, San Leonardo, due autentici capolavori tra le più antiche chiese pugliesi. Ma anche questo il nostro fantomatico visitatore sembra ignorare.
    Questo personaggio, che parla di Ferrari, Lamborghini e Porsche 911, sembra un autentico parvenu (arrampicatore sociale con arie da riccastro e con la puzza sotto il naso).
    Alla fine, accenna a un fatto di sangue (doloroso per noi che abitiamo questa terra), quello di Vieste e lo fa in questa circostanza, in cui si è avuto un altro doloroso fatto di sangue. Lo sappiamo che noi garganici, e con noi altri abitanti della provincia, abbiamo questi problemi di criminalità, che in gran parte non dipendono dalle popolazioni, che hanno subito e subiscono.
    Se si fosse agito con fermezza fin da 30-40 anni fa, oggi non saremmo in questa situazione. Lo diceva un Procuratore della Repubblica. Si informi il nostro malevolo visitatore.
    Ma, con tutto ciò, sono tanti i turisti che ogni anno visitano il Gargano con le sue spiagge, scogliere, foreste e monumenti, e ci ritornano.
    Seminare zizzania e fare opera di sciacallaggio non aiuta questa terra e rivela solo prevenzione e una certa dose di malevolenza, considerato anche l’intento di scoraggiare visitatori e turisti dal venire qui per andare a sfrecciare (dove?) sulla Riviera Romagnola con Porsche, Lamborghini 911, Ferrari e Maserati.
    Se la Polizia dovesse incontrarlo da quelle parti, gli faccia (ripeto) un bel verbale!

  • Uno scivolone che dovrebbe procurare ferite molto profonde all’autore dell’articolo su Il Foglio e a chi gli ha permesso di denigrare un territorio che loro se lo sognano e che spesso frequentano. Tuttavia noi della provincia di Foggia siamo ospitali e invitiamo il collega a trascorrere del tempo in vacanza da noi, sul Gargano, sempre che abbia il fegato di venirci e dirci in faccia ciò che ha scritto. Certo è che l’Italia è piena ….. Nel frattempo Camillo Langone VERGOGNATI.


  • Indigenato

    E’ anche troppo buono!


  • Manfredoniano

    E siccome non si può, né si deve, leggere tutto, prego chi trova offensivi certi articoli di non comprare più certi giornali di cattivo gusto.


  • propatriacivis

    Pur con delle verità oggettive ( vedi strade e vedi omicidi ahinoi ! ) gentile Signor giornalista ma non Le sembra di esagerare nel denigrare ciò che appartiene ad una terra che in fondo appartiene al meridione in cui anche Lei ha avuto i Suoi natali? Suvvia, in fondo il Gargano ha avuto tanti cronisti che l’hanno descritto con le sue bellezze che restano vive da secoli e certamente non sarà Lei a distruggere le storiche e naturali risorse che nessuno mai potrà negare . Ci sono e restano sebbene a volte le circostanze possono appannarne una visibilità piena . Natura e intelligenza umana antica hanno fatto di questa terra un posto magnifico in cui vivere e per quante bellezze ci siano nell’Italia tutta , pure il luogo natio è il meglio che ci sia e Lei non può calpestarlo con le Sue parole . Me ne dispiaccio soprattutto perché come noi anche Lei è un nostro vicino conterraneo . Accolga l’invito rivoltoLe e venga a rivisitare tutto il Gargano con occhio diverso senza pregiudizio alcuno.

  • Articolo insensato e di cattivissimo gusto.
    Ha fatto la sua figura,
    pensate al vero giornalismo d’inchiesta e non a questa “monnezza”


  • Manfredonia dello spreco e della come inciviltà

    E meno male che non ha visto il lungomare degli orrori..e tutti il resto!


  • Marco

    I politici e amministratori sono dei cialtroni inetti e i risultati si vedono. Basta camminare nelle vie di Manfredonia..


  • Maria Carmela Claps

    Il Gargano ha accolto pittori , scrittori e musicisti che viditandolo hanno deciso di rimanervi a vivere e traendo ispirazione dalle bellezze dei luoghi


  • Alfredonia

    Caro Camillo, dopo aver letto questo articolo, credo che non valga la pena commentarlo.
    Non credo che sei un giornalista, perche’ anche il piu’ ignoran… .., si permetterebbe di pubblicare certe cazza.. insensate.
    Cerca di descrivere la cronaca della tua romagna, che e’ molto piu’ crudele di quella della capitanata, anche se il problema e’ di carattere nazionale.


  • per Camillo Langone

    Appendice a per Camillo Langone

    Alfredonia, la informo che il signor Langone, quello della Ferrari, Lamborghini e Porsche 911-912 e 913, risiede a Parma (Emilia) ed è nato a Potenza (in Basilicata) e non c’entra niente con la Romagna.
    Non è la prima volta che scrive articoli malevoli .
    Una cosa è la critica composta e costruttiva, un’altra è sputare veleno sulla nostra terra garganica in un momento così tragico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi