Politica

Foggia, domani corteo anti-Mongelli. Rosa Luxemburg (SeL): “Azzerare la giunta”

Di:

Il sindaco di Foggia Gianni Mongelli (Archivio, Fonte immagine: destrarazionalefoggia)

Foggia – FRA botte e risposte, dubbi sulla questione Amica, attese di ricorsi e pronunciamento del Tribunale, domani sarà il giorno della piazza delle minoranze del Comune di Foggia. Alle 19, i mugugni d’aula diverranno manifestazione cittadina. L’attesa non è di quelle frementi. Gli step dell’amministrazione sono, al momento, molto più pressanti rispetto alla stessa piazza. Mercoledì si voterà il bilancio e come se non bastasse anche nella stessa compagine del sindaco governa più di qualche mal di pancia.

In effetti, sebbene paia scontata l’approvazione del bilancio (Amica non pesa sulle casse 2011, ma su quelle dell’anno venturo, quando le elezioni per il rinnovo della stanza dei bottoni di Palazzo di Città saranno imminenti), c’è da credere che non tutti i partiti saranno disposti ad accettare un nuovo, ennesimo rinvio della soluzione.

NO ALLA MANIFESTAZIONE – Contro la manifestazione del centrodestra partono intanto le prime bordate. A prender parola è il circolo Rosa Luxemburg, sponda Sinistra ecologia e Libertà. Un distinguo di quelli potenti e rumorosi, motivato in una lunga nota stampa tutta volta a far quadrato attorno a Gianni Mongelli scaricando le responsabilità del dissesto tutto sulle spalle della destra di Governo. “Sono di Berlusconi – ricorda il Luxemburg – i tagli ai Comuni che rendono inutile lo sforzo di risanamento del Comune di Foggia dai danni inflitti dalle precedenti amministrazioni (di destra e di quel centrosinistra che in realtà quasi tutta la sinistra escludeva)”. E più avanti: “E’ di destra la scelta di salvare con provvedimenti ad hoc Comuni come Catania dal dissesto e lasciare affondare Foggia Perché la destra, invece di ingannare i cittadini con demagogiche manifestazioni, non ci vedere di cosa è capace, facendo approvare per Foggia, un provvedimento che azzera i debiti analogo a quello di Catania?”

“SCIACALLI” – Provvedimento questo, forse l’unico, che trarrebbe d’impaccio Mongelli ed il centrosinistra foggiano da una situazione economicamente imbarazzante. I militanti vendoliani parlano dei consiglieri di destra come di “sciacalli sono lì a sperare nelle disgrazie della città per trarne qualche miserabile vantaggio in termini di potere personale” che “dopo le gestioni fallimentari dei loro governi cittadini e dopo aver dormito e mai vigilato sull’operato della Giunta Ciliberti”, si “svegliano” proprio nel momento cruciale per la storia del capoluogo dauno. Tanto basta per ammettere che “dovrebbero avere vergogna di quel che stanno facendo contro l’Italia e contro Foggia, non manifestare. A questi signori – continua la nota – vorremmo chiedere se abbiano anche solo lontanamente l’idea di quanti disoccupati e aziende fallite ci troveremo a contare dopo l’eventuale dissesto comunale. Questa sporca demagogia porta solo alla rovina, i foggiani conservino gelosamente i manifestini e ricordino i nomi dei promotori di questa manifestazione, perché se mai Foggia ricadesse nelle loro mani troveremmo nelle loro deliberazioni scelte ben peggiori ”

AMICA – In merito alla sentenza Amica, intanto, la posizione delle minoranza della compagine del Governatore è attendista. Sostanzialmente posta sulle orme di Piddì e amministrazione, predica pacatezza, in attesa dei “risultati della sentenza di appello”. Attendismo, comunque, che non “può bastare”, da solo, ad impostare una strategia di costrutto politico tale da consintire la ricostruzione. E’ lo stesso Luxemburg a dover scrollare le spalle ammettendo che “la nostra fiducia nell’azione di risanamento del Sindaco Mongelli non basta”, ammettendo che “vi è la necessità di avere più coraggio di tagliare definitivamente i ponti con il passato, a cominciare con chi ha prodotto questo disastro, a tutti i livelli”.

AZZERARE LA GIUNTA – Ed il coraggio significa “cambiamento radicale della visione dell’emergenza e delle soluzioni d’attuare”. Implicitamente, ma nemmeno troppo, “l’azzeramento dell’attuale Giunta”. In tal senso, il circolo sellino chiede “al Sindaco l’immediata apertura di consultazioni con quanti hanno idee e proposte per un mutamento di rotta nella gestione dell’Amministrazione Comunale” per dare “ad una crisi politica ed economica così grave risposte adeguate”

p.ferrante@statoquotidiano.it



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • kennedy

    …I tagli ai Comuni rendono inutile lo sforzo di risanamento del Comune di Foggia? Non vedo dov’è il problema. Falliamo come Taranto che ora si sta riprendendo.. e sapete perché? Perché nemmeno più un centesimo viene mal speso quando interviene una commissione esterna a gestire il patrimonio salva-comuni. Questi politucoli invece sono così attaccati alle loro poltrone perché solo così possono continuare a disporre del nostro patrimonio a loro piacimento e far mangiare le loro lobby preferite, e per mangiare loro stessi ancora di più… chi ama davvero Foggia non desidererebbe allo stato attuale nient’altro che il commissariamento…. non credo che l’attuale giunta (opposizione compresa) sia innamorata della nostra città. La vede solo come la mammella ragginzita di una mamma che non ha che solo qualche altra goccia di latte da dare a suo figlio ormai da tempo svezzato. E pur tuttavia vuole (vogliono) continuare a succhiare.
    Una causa civile contro ogni singolo di questi politicucci da quattro soldi costa circa 50 euro. Se si facesse causa per incuria ad ogni singolo consigliere per 20.000 euro (cifra più che simbolica) per il dissesto che hanno generato, si potrebbe avere un bel fondo cassa per ‘governare’ da soli la città, fondare un comitato e finanziare un nuovo partito cittadino.
    Altra mega causa ancdrebbe fatta al presidente ‘illo tempore’ dell’Amica che oggi versa in condizini disastrose. CHi autorizzò l’entrata di capitali dell’amica nel progetto aeroportuale?? Cosa c’entra l’immondiazia con gli aerei? A quali ‘Amici’ doveva fare il favore la società che si dovrebbe occupare SOLO E SOLTANTO della raccolta dei rifiuti?
    Fare cortei è bello.. ma è superato! Va fatta una causa civile. Ci si deve riunire sotto un solo simbolo a mio avviso, quello degli incazzati. Che non distruggono vetrine o protestano per strada. Fanno causa per far schiodare dalle poltrone coloro che rubano ed amministrano male. Solo un magistrato può falo. Ma solo se ci muoviamo noi prima. Non con le grida.. con i fatti!


  • max power

    …I tagli ai Comuni rendono inutile lo sforzo di risanamento del Comune di Foggia? Non vedo dov’è il problema. Falliamo come Taranto che ora si sta riprendendo.. e sapete perché? Perché nemmeno più un centesimo viene mal speso quando interviene una commissione esterna a gestire il patrimonio salva-comuni. Questi politucoli invece sono così attaccati alle loro poltrone perché solo così possono continuare a disporre del nostro patrimonio a loro piacimento e far mangiare le loro lobby preferite, e per mangiare loro stessi ancora di più… chi ama davvero Foggia non desidererebbe allo stato attuale nient’altro che il commissariamento…. non credo che l’attuale giunta (opposizione compresa) sia innamorata della nostra città. La vede solo come la mammella ragginzita di una mamma che non ha che solo qualche altra goccia di latte da dare a suo figlio ormai da tempo svezzato. E pur tuttavia vuole (vogliono) continuare a succhiare.
    Una causa civile contro ogni singolo di questi politicucci da quattro soldi costa circa 50 euro. Se si facesse causa per incuria ad ogni singolo consigliere per 20.000 euro (cifra più che simbolica) per il dissesto che hanno generato, si potrebbe avere un bel fondo cassa per ‘governare’ da soli la città, fondare un comitato e finanziare un nuovo partito cittadino.
    Altra mega causa ancdrebbe fatta al presidente ‘illo tempore’ dell’Amica che oggi versa in condizini disastrose. CHi autorizzò l’entrata di capitali dell’amica nel progetto aeroportuale?? Cosa c’entra l’immondiazia con gli aerei? A quali ‘Amici’ doveva fare il favore la società che si dovrebbe occupare SOLO E SOLTANTO della raccolta dei rifiuti?
    Fare cortei è bello.. ma è superato! Va fatta una causa civile. Ci si deve riunire sotto un solo simbolo a mio avviso, quello degli incazzati. Che non distruggono vetrine o protestano per strada. Fanno causa per far schiodare dalle poltrone coloro che rubano ed amministrano male. Solo un magistrato può falo. Ma solo se ci muoviamo noi prima. Non con le grida.. con i fatti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi