Politica

Berlusconi, caos ineleggibilità, Renzi: è game over

Di:

(AP Photo/Luca Bruno, File)

(ANSA) Dopo l’intesa raggiunta ieri sulla procedura da seguire per il caso Berlusconi, oggi invece non si raggiunge l’unanimità nella decisione sul calendario dei lavori che dovrebbe seguire la Giunta del Senato. “In assenza dell’unanimità – spiega Stefania Pezzopane (Pd) – dovrà essere domani il presidente a proporre il calendario”.

All’inizio della seduta dell’Ufficio di presidenza della Giunta per le Immunità del Senato, il vicepresidente Giacomo Caliendo (Pdl), aveva proposto di arrivare ad un voto tra due settimane. Poi il Pdl aveva provato a correggere il tiro ipotizzando un voto entro venerdì della prossima settimana. Ma ormai le posizioni di Pd e Movimento 5 stelle, dopo l’iniziale presa di posizione di Caliendo, si erano irrigidite. Così è stato difficile riuscire ad arrivare ad una decisione unanime. I senatori grillini, infatti, proponevano di far lavorare la Giunta, se necessario, anche il finesettimana pur di arrivare ad un voto nei tempi più rapidi possibili. L’intenzione del Pd, invece, era quella di chiudere il capitolo ‘relazione Augello’ entro lunedì, al massimo martedì mattina. In questa situazione, dopo due ore di discussione, si è preferito affidare la decisione di fissare un calendario dei lavori al presidente della Giunta Dario Stefano. Sarà lui, infatti, domani, in apertura della seduta fissata per le 15, ad avanzare una proposta ”di mediazione”. Il socialista Enrico Buemi ha lasciato in anticipo l’Ufficio di presidenza per protestare contro ”l’atteggiamento del Pd che probabilmente vuol far cadere, con quest’atteggiamento, il governo Letta”. ”Questa posizione di Buemi è kafkiana, ridicola e pretestuosa”, commenta il vicepresidente della Giunta Stefania Pezzopane. ”Soprattutto – osserva – perché lui non ha fatto nessuna di queste dichiarazioni in Ufficio di presidenza, ma solo a voi della stampa, e poi perché provengono da un uomo eletto nel Pd”.

Barbara difende papa’: ‘Non e ‘ un delinquente’ – Silvio Berlusconi ”non è un delinquente”: lo ha voluto ribadire all’ANSA sua figlia Barbara Berlusconi commentando il momento del padre: ”La sua è una storia imprenditoriale e politica, non criminale”.

Alfano: non credo Cav si dimettera’ prima voto senato – ”Non credo che Silvio Berlusconi si dimettera’ prima del voto del Senato sulla decadenza, non ci sono motivi perche’ si dimetta prima”. Lo ha affermato Angelino Alfano intervistato da Sky tg24.

Renzi: partita Berlusconi finita, è game over – “Ora è arrivata una sentenza definitiva che ha detto che è colpevole. Berlusconi la ritiene una sentenza ingiusta, altri pensano che sia sacrosanta. Ma in un qualsiasi Paese dove un leader politico viene condannato, la partita è finita. Game over”. Lo afferma Matteo Renzi a “Porta a Porta”.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi