FoggiaPolitica
Forza Italia torna da ‘Everest’: “Eravamo oltre 1000”

Di Mauro: “Siamo sulla strada giusta, noi perno del cdx”

"Sono 15 anni di centrosinistra, crediamo che Emiliano si sia occupato più del partito che della Puglia, che ha abbandonato"

Di:

Foggia. A Giovinazzo si è da poco conclusa la quinta edizione di Everest, il meeting dei giovani di Forza Italia cui partecipano i big del partito. Organizzata dal senatore Gasparri e dal suo staff, con il consigliere regionale pugliese Domenico Damascelli, ha registrato un aumento di presenze giovanili con l’attenzione verso le prossime politiche. In una Regione governata da 15 anni dal centrosinistra, con Raffaele Fitto che intesse dialoghi con nuove formazioni e i cui equilibri nel centrodestra non sono più quelli di un tempo, l’approdo al campus è stato un momento di sintesi e di dialogo con i vertici. Alle comunali ogni paese ha fatto da sé, la coalizione di centrodestra ha subito la dura sconfitta di Lecce a riprova che nell’era Emiliano il centrosinistra pugliese vince. Ad Everest si è discusso di linee programmatiche alle prossime politiche, del tema del leader, delle prospettive in Regione. “Sono arrivati dalla Calabria, dalla Sicilia, dalla Toscana. L’anno scorso eravamo in 350, quest’anno oltre 1000- dice il coordinatore provinciale Raffaele Di Mauro– segno che Fi è il polo attrattivo del centrodestra”

Dopo la manifestazione “Energie per l’Italia”di Parisi, lei disse che il leader restava Silvio Berlusconi. Avete cambiato idea?
No, è l’unico che può unire il centrodestra e dare valore aggiunto, giorni fa si diceva che Tajani potesse essere la nuova guida del centrodestra ma ha smentito. Il test in Sicilia è politico, verso le elezioni del 2018.

I punti programmatici quali sono? Sullo ius soli cosa pensate?
Tajani ha detto che serve un accordo europeo per lo ius soli, che è comunque prematuro parlarne ora con tutti i problemi da affrontare. I temi di discussione sono stati la sicurezza, a 360 gradi per quanto riguarda l’ immigrazione, meno tasse, ripresa occupazionale, sindaci più assistiti dallo Stato.

Le incomprensioni con Raffaele Fitto le avete risolte?
No. Lui dialoga con Parisi, con l’Udc, con Salvini e Meloni, che non sono Berlusconi. Hanno tenuto un convegno con Salvini, di recente. Anche il capogruppo di Fi Caroppo ha organizzato un’altra convention a Matera ‘Sud in testa’ sul nuovo meridionalismo.

Significa che traghetterà verso Salvini?
Così pare. In ogni caso alle politiche noi pensiamo alla percentuale del 25%, più il 15% di Salvini, con Fdi e altri partiti minori potremmo avere il premio di maggioranza.

ph DI MAURO / EVENTO "EVEREST"

ph DI MAURO / EVENTO “EVEREST”

Un passo verso la Regione Puglia?
Sono 15 anni di centrosinistra, crediamo che Emiliano si sia occupato più del partito che della Puglia, che ha abbandonato. Basta vedere la questione dell’aeroporto Gino Lisa per cui, dopo tanti intoppi, restava da trovare il 5% di privati per 700mila euro. Invece il nuovo assessore regionale Nunziante dice che ‘deve capire’, cioè si riparte da zero. Annullato anche il consiglio monotematico previsto il 12 settembre al Comune di Foggia perché Emiliano e Nunziante, con delega ai trasporti, sono impegnati quel giorno.

La maggioranza al Comune di Foggia è a rischio? Gli assessori dovrebbero avere una incisività maggiore?
La maggioranza al Comune sta lavorando per ricompattarsi.

Ma le fibrillazioni di CapitAmata come le spiega?
Ci sarà una ridistribuzione di deleghe, non possiamo parlare di rimpasto, CapitAmata entrerà in giunta anche se non alle politiche sociali. Il sindaco Franco Landella sta in questi giorni discutendo in incontri bilaterali proprio di questo. Alcune deleghe saranno affidate ai consiglieri, perso al Paro dell’Incoronata, alla polizia municipale, all’edilizia popolare lasciata da Cassitti l’anno scorso.

Dopo la 5° edizione di Everest che cosa le resta?
La convinzione che abbiamo triplicato le presenze, che stiamo lavorando bene. Ho rivisto tanti amici persi di vista negli ultimi tempi, la strada è quella giusta, noi ci abbiamo sempre creduto.

(A cura di Paola Lucino, Foggia 10.09.2017)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi