Cronaca

Canosa di Puglia, minacciano imprenditore edile: in carcere 2 cerignolani


Di:

carabinieri, controlli su strada (immagine d'archivio)

carabinieri Ba (immagine d'archivio)

Canosa di Puglia – SI sono presentati più volte sotto casa e con fare minaccioso avevano tentato di estorcere denaro ad un imprenditore caduto in disgrazia. L’uomo, un canosino 45enne, si era rivolto a loro in passato per un prestito che aveva onorato, ma non interamente secondo i due: gli interessi che erano maturati non li aveva soddisfatti. Si tratta del 33enne Teodato De Vitti e del 50enne Antonio Scarano che, ormai da tempo, perseguitavano l’imprenditore ed i suoi familiari con minacce di ogni genere, tanto da indurlo a denunciare tutto ai Carabinieri della Stazione di Cerignola.

I militari hanno così iniziato un’attività volta a controllare i movimenti dei due censurati e a proteggere la famiglia dell’imprenditore da ogni possibile atto intimidatorio posto in essere dai due estorsori. L’epilogo, ieri sera, quando i due cerignolani sono stati bloccati sotto l’abitazione dell’imprenditore mentre stavano minacciando la moglie di quest’ultimo. Entrambi arrestati, sono stati condotti presso la casa circondariale di Trani, su disposizione della locale Procura e, dovranno rispondere ora di tentata estorsione in concorso.


Redazione Stato

Canosa di Puglia, minacciano imprenditore edile: in carcere 2 cerignolani ultima modifica: 2011-10-11T10:11:03+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This