Politica

Trinitapoli, De Feo: “il Pd ha paura della democrazia e delle primarie”


Di:

Il presidente dell'UdC di Trinitapoli Nicola Di Feo (ST, archivio: Batcomunica)

Trinitapoli – “A proposito della corsa per raccogliere le firme per rifare la Legge elettorale che ridia al popolo la possibilità di esprimere il proprio voto verso chi lo rappresenta, la stranezza si legge nelle affermazioni di Bersani Segretario del PD il quale alle accuse mossogli da Parisi per essersi dimenticato che si stava facendo una raccolta di firme e che poco ha fatto per aiutare questa iniziativa referendaria ha risposto: “ Il nostro orizzonte non è quello della raccolta delle firme per cambiare la Legge, ma quello di mandare a casa Berlusconi e quindi rivotare con la stessa Legge in vigore”. Lo dice in una nota il presidente dell’UdC, ragioniere Nicola di Feo.

“Effettivamente l’attuale Legge elettorale non consente di scegliere gli eletti, è una bruttissima Legge e venne fatta con uno scopo preciso : garantirsi la vittoria. La stessa potrebbe garantire la vittoria alla sinistra. Il Ciclone rappresentato da oltre un Milone di firme raccolte a favore del referendum vorrebbe far tornare le norme elettorali al Mattarellum e di conseguenza ad un prosieguo della legislatura per altri mesi”. “Tra la scelta del popolo che rivuole il diritto di selezione e la fregola di andare a comandare subito, indipendentemente dalla Legge e da quanto si va ad affermare sulle piazze, per il centrosinistra il reinserimento delle preferenze è un semplice maquillage il PD sceglie il subito a votare con questa Legge capestro per il popolo italiano”.

“Il PD ha paura della democrazia e delle primarie che non siano la conferma di decisioni già prese – dice Di Feo – delle riunioni che si concludono con voti che siano bulgari, delle riunioni degli organo ufficiali che non si limitino ad applaudite decisioni assunte in organi inesistenti. La questione dura e perdura, Emiliano Sindaco di Bari viene silurato da Graziano Delirio e non è bastato si è anche preso l’abbraccio di Renato Schifani”.

“La Sanità in Puglia non ha più via di scampo e mentre l’ammalato muore i politici studiano. Il Direttore Generale dell’ASL di Bari, Colasanto, ha annunciato che andrà a denunciarsi perché se fa quello che la Legge gli impone senza indugio dovrà chiudere reparti e servizi fondamentali. Nel contempo nasce con Montezemolo “ITALIA FUTURA PUGLIA” e qui sicuramente la corsa a tesserarsi dei tanti speranzosi nella politica futura di questa Nazione. Insomma se Sinistra Ecologia Libertà non piange gli altri del centro sinistra non ridono. L’unico che potrebbe ridere ancora è appunto l’amico Silvio che gli basterebbe un solo passo indietro per mettere a posto tutto”, conclude il presidente dell’UdC rag. Nicola di Feo.


Redazione Stato

Trinitapoli, De Feo: “il Pd ha paura della democrazia e delle primarie” ultima modifica: 2011-10-11T19:45:08+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This