Capitanata

Don Uva, licenziamenti per 587 unità. Debiti monstre

Di:

Una passata assemblea del Don Uva di Foggia (STATO@ - archivio)

Foggia – COME anticipato, avviate le procedure di licenziamento collettivo di 587 dipendenti della Casa della Divina Provvidenza di Bisceglie, Foggia e Potenza causa “riduzione del personale”. Le Segreterie Regionali Pugliesi di FP CGIL, CISL FP e UIL FPL hanno chiesto al Management della Congregazione delle Ancelle della Divina Provvidenza l’esame congiunto delle precitate procedure ed un incontro urgente al Presidente della Regione Puglia On.le Nichi Vendola “per scongiurare l’annunciato disastro occupazionale con le conseguenti tensioni sociali destinate a determinarsi”.

L’avvio della procedura di licenziamento collettivo era pervenuta ai sindacati il 3 Ottobre 2012.

Si ricorda che alla data del 31 dicembre 2011 il Don Uva gestiva, nelle strutture sanitarie di Puglia e Basilicata 2054 posti letto residenziali con una occupazione complessiva di 1966 dipendenti: 1019 dipendenti per la Struttura Sanitaria di Bisceglie, 530 per la Struttura Sanitaria di Foggia, 417 per la Struttura Sanitaria di Potenza.

Da evidenziare che nell’esercizio 2010 erano risultati debiti totali per € 324.795.041,00 (non preso in considerazione l’esercizio 2011 nella nota in mancanza di dati definitivi; bilancio 2010 depurato del costo degli arretrati contrattuali tutti addebitati all’esercizio 2010 Nel Bilancio 2010, registrata una perdita dell’esercizio pari ad € 30.368.478,00).

In precedenza era stata richiesta la Cig in deroga a zero ore dal 16.04.2012 al 14.10.2012 per oltre 600 dipendenti.


Redazione Stato, ddfpp@statoquotidiano.it



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • SoloFoggia

    MANDIAMO A CASA ANCHE L’INTERO CONSIGLIO D’AMMINISTRAZIONE, UNICO COLPEVOLE DI TANTO SFASCIO .I LAVORATORI CON LA “ELLE”
    MAIUSCOLA……..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi