Foggia

Scandalo Anuga, Mongiello: “Il Governo deve imporre la difesa del Made in Italy”

Di:

C.Mongiello durante un passato incontro della Coldiretti Puglia (ST)

Foggia – “IL Governo italiano deve riuscire ad imporre la difesa del Made in Italy dagli agropirati nell’agenda politica dell’Unione europea per difendere i produttori ed i consumatori”. Lo afferma l’on. Colomba Mongiello, componente della Commissione Agricoltura della Camera, che ha depositato un’interrogazione al ministro delle Politiche agricole all’indomani del “vergognoso scandalo scoppiato all’Anuga di Colonia: ultimo e gravissimo episodio di una sistematica azione di furto dell’identità italiana”.

“L’enorme sforzo organizzativo e finanziario sostenute da migliaia di aziende, anche per partecipare a questo importantissimo evento fieristico, è stato ed è quotidianamente mortificato dal dilagare di cibi falsificati – continua Colomba Mongiello – Un’attività predatoria che è costata alle imprese italiane 12 miliardi di euro nel solo 2012 e che rischia di aggravarsi nonostante la meritoria attività delle Forze dell’Ordine e le innovative norme approvate dal Parlamento.

Il Governo deve mettere in campo una decisa azione diplomatica per indurre i partner europei più recalcitranti, da ultimi la Gran Bretagna e l’Olanda, a condividere una normativa che imponga l’obbligo di indicare sull’etichetta il luogo di produzione degli alimenti. Mentre la vicenda di Colonia fa emergere la necessità di una maggiore e migliore collaborazione tra gli organismi nazionali di controllo ed ispezione che operano in campo agroalimentare.

Un utile supporto all’azione del Governo potrebbe venire dalla Commissione parlamentare d’inchiesta sulla contraffazione, istituita e non ancora operativa – conclude Colomba Mongiello – a cui affidare anche il compito di elaborare proposte per costruire una nuova soggettività italiana nelle istituzioni europee”.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi