FoggiaManfredonia
"Sono stati licenziati e per mancato rinnovo dell’appalto"

Addetti manutenzione scuola, proteste a Foggia

"Gli stessi lavoratori sperano un immediato intervento del Prefetto, al fine risolvere la penosa vertenza"


Di:

Foggia. I lavoratori ex LSU dell’amministrazione provinciale di Foggia, trasferiti alle cooperative appaltanti della provincia, non ne possono più, sono stati licenziati e per mancato rinnovo dell’appalto.

L’inerzia dell’amministrazione sta aggravando la situazione dei circa 40 lavoratori addetti alla manutenzione degli edifici scolastici di proprietà della stessa amministrazione, i lavoratori oggi come già fatto il giorno 30 Giugno 2017 hanno manifestato,giustamente, con forza e fermezza per difendere il proprio posto di lavoro e contro l’infingardaggine della provincia.

Infatti, l’appalto da parte della provincia alle cooperative è ancora in alto mare e i lavoratori non meritano di perdere la loro dignità ed essere trattati come stracci da piedi. Hanno chiesto l’aiuto del nuovo prefetto di Foggia eccellenza Massimo Mariani che ha fissato l’incontro al 23 ottobre 2017.

Gli stessi lavoratori sperano un immediato intervento del Prefetto, al fine risolvere la penosa vertenza.

(USB MANFREDONIA, 11 Ottobre 2017)

Addetti manutenzione scuola, proteste a Foggia ultima modifica: 2017-10-11T18:23:27+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti

  • Ma perché esiste ancora la provincia? Ente inutile solo per produrre nutella da gustare.
    PD sempre nella più totale inerzia


  • cittadino

    Le funzioni delle province, come da riforma Delrio:
    Il provvedimento individua le funzioni fondamentali delle province
    a) pianificazione territoriale provinciale di coordinamento, nonche’ tutela (come introdotto dal Senato) e valorizzazione dell’ambiente, per gli aspetti di competenza
    b) pianificazione dei servizi di trasporto in ambito provinciale, autorizzazione e controllo in materia di trasporto privato, nonche’ costruzione e gestione delle strade provinciali
    c) programmazione provinciale della rete scolastica
    d) raccolta ed elaborazione dati ed assistenza tecnico-amministrativa agli enti locali
    e) gestione dell’edilizia scolastica (come previsto dal Senato)
    f) controllo dei fenomeni discriminatori in ambito occupazionale e promozione delle pari opportunita’ sul territorio provinciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi