Manfredonia
"A noi interessa il bene comune e informare i contribuenti"

Manfredonia, IMU, Tasi, Tari, MS5: perchè le paga l’inquilino?

Di:

Manfredonia – IMU, TASI e TARI, il gioco delle tre carte. Perché farla pagare anche all’inquilino? L’assessore al bilancio molto probabilmente dirà che lo impone la legge, come ribadire che “ce lo chiede l’Europa”, una frase fatta molta usata in questi giorni. La Legge 147 del 27 dicembre 2013(Legge di stabilita’ 2014) ha istituito la nuova Imposta Unica Comunale (IUC) che si basa su due presupposti impositivi: uno costituito dal possesso di immobili e collegato alla loro natura e valore; l’altro collegato all’erogazione e fruizione di servizi comunali.

La IUC è composta dall’Imposta Municipale Propria (IMU), di natura patrimoniale, dovuta dal possessore di immobili, escluse le abitazioni principali; dal tributo per i servizi indivisibili (TASI) destinato alla copertura dei costi per i servizi indivisibili e dalla tassa sui rifiuti (TARI), destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, a carico dell’utilizzatore.

I termini ultimi di trasmissione al MEF (Ministero Economia e Finanza) del regolamento comunale per l’applicazione dell’imposta comunale IUC (Tasi, Imu e Tari) e delle relative aliquote, sono stati posticipati diverse volte fino al termine ultimo del 10 settembre 2014. Questi slittamenti sono stati fortemente voluti e ottenuti dal Presidente dell’Associazione ANCI Piero Fassino, il quale evidenziava la stranezza di far approvare un regolamento a quei comuni in scadenza di mandato e dove si sarebbe votato per il rinnovo degli amministratori, i quali si sarebbero trovati ad applicare un regolamento non deliberato da loro.

Come mai il nostro comune, nonostante non fosse tra i comuni in
scadenza di mandato, ha deciso comunque di sfruttare fino all’ultimo
giorno i termini per la presentazione al MEF, concentrando tutti i
pagamenti nell’ultimo trimestre dell’anno, creando un forte disagio ai
contribuenti?

Così facendo hanno anche escluso la possibilità di poter coinvolgere
nella stesura del regolamento e di conseguenza non sono state prese
in considerazioni: richieste o suggerimenti fatte dai cittadini
contribuenti, forze di opposizione, sindacati, associazioni i quali,
appreso il regolamento cosi come approvato, hanno provato ad
interagire con l’assessore al bilancio cercando di far modificare alcuni
punti dello stesso, ma che a causa della scadenza dei termini, non è
stato più possibile farlo.

Tali interventi avrebbero potuto evitare di far commettere errori
come ad esempio quello di far pagare il 10% agli inquilini affittuari, il
non inserimento di alcun tipo di detrazione o magari articolare al
meglio le minime agevolazioni concesse, che così deliberate,
interessano pochissimi contribuenti.A questo punto, a tutti viene
spontaneo pensare che, la scelta di approvare il regolamento IUC solo
il giorno prima della scadenza del termine ultimo, sia stata fatta di
proposito.

Considerato il Decreto Legge 6 marzo 2014, n. 16, convertito con
modificazioni, dalla Legge 2 maggio 2014, n. 68, con il quale sono state
apportate le ultime modifiche alla disciplina della TASI , il comune di
Manfredonia ha avuto cinque mesi per formulare il nuovo regolamento
IUC, e valutare che c’era la possibilità di applicare la TASI solo sulle
prime case o altre casistiche. Infatti la legge non vieta a nessun comune
di escludere dalla TASI, agli immobili già soggetti a tassazione IMU (seconde case e altri fabbricati), ma obbliga solo i comuni a non superare il tetto massimo dell’IMU del 10,60 per mille, con o senza la TASI.

Optando per questa scelta, le amministrazioni comunali, annullano automaticamente il pagamento,anche se solo del 10%, della TASI agli inquilini affittuari. Grazie al confronto tenutesi con le varie associazioni di categorie ( a Manfredonia si sono mossi in pochi),
in molti comuni hanno incluso nella TASI tutte le categorie di immobili e relative pertinenze, ad eccezione di immobili, che rimangono soggetti alla disciplina dell’IMU, come nel 2013 (ad esempio: fabbricati locati,
ceduti in comodato o tenuti a disposizione).

Riportiamo a titolo di esempio, le unità immobiliari che dovrebbero essere soggette alla TASI
• l’unita’ immobiliare adibita ad abitazione principale dei soggetti passivi persone fisiche, ad esclusione delle
categorie A1,A8,A9;
• l’unita’ immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata;

• l’unita’ immobiliare posseduta dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata;
• le unita’ immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione
principale dei soci assegnatari;
• i fabbricati di civile abitazione destinati ad alloggi sociali come definiti dal decreto del Ministro delle infrastrutture 22 aprile 2008;

• la casa coniugale assegnata al coniuge, a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio;

• un unico immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unita’ immobiliare, posseduto, e non concesso in locazione, dal personale in servizi o permanente appartenente alle Forze armate e alle Forze di polizia ad ordinamento militare, nonché dal personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco,per il quale non sono richieste le condizioni della dimora abituale e della residenza anagrafica.

Qual è la differenza, cosa cambia? La differenza è che gli inquilini di un immobile in affitto, non devono più pagare la Tasi, (adesso pagano il
10% del 1,90 per mille) e i proprietari dell’immobile continueranno a essere soggetti a tassazione IMU, quindi continueranno a pagare l’IMU al 10,60 per mille. Escludendo le seconde case e altri fabbricati dal regime Tasi, i cittadini in affitto non farebbero più la fila dal commercialista o alla posta/banca per pagare questa tassa eticamente ingiusta, e non pagherebbero la parcella al commercialista che prepara i conteggi.

Inoltre si eliminerebbe la confusione di competenza che si è venuta a creare tra gli inquilini e i proprietari, causata dalla suddivisione della TASI.

I Sipontini 5 Stelle di Manfredonia chiedono al sindaco di Manfredonia e all’assessore al bilancio di informare al prossimo Consiglio Comunale che, c’è la possibilità di eliminare la tassazione della TASI agli inquilini in affitto, semplicemente escludendo le seconde case e altri fabbricati dal regime TASI i quali
resterebbero soggetti al regime IMU. Nelle casse del Comune entrerebbero le stesse somme dell’anno precedente.

Potrebbe essere uno slogan per la prossima campagna elettorale, ma a noi Sipontini 5 Stelle interessa il bene comune e informare i contribuenti che la IUC si sarebbe potuta approvare diversamente, eticamente
più giusta. Ci rendiamo conto che oramai, non si possa chiedere di attuarla già dalla seconda rata di dicembre 2014, ma per lo meno, nell’approvare il prossimo regolamento IUC, che si tenga conto di questa possibilità, in previsione della prima scadenza a giugno 2015.

Oggi i cittadini sanno che si può eliminare la TASI agli inquilini in affitto, e i proprietari sicuramente non faranno storie per poche decine di euro (10% su 1,90 per mille) di sconto.

(From IL PUNTO DI STELLA SIPONTINI 5 STELLE, Manfredonia, 11 novembre 2014)

Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
20

Commenti


  • verità

    solo propaganda ma legge e legge…


  • Michele

    Esattamente, ce lo chiede la legge… E purtroppo nn possiamo farci nulla… E comunque in questo caso, il ce, va senza l’apostrofo…. Ma se nn sappiamo neanche scrivere in italiano, si va poco lontani.. Imparate ragazzi, imparate!!!


  • Sto aspettando il mese di Aprile del 2015 per mettervela nel ....

    Mica questi ragazzi hanno un corte di scribi di corte pagati coi danari pubblici che scrivono per il sovrano..l’errore grammaticale un ludico appiglio!
    Si certo amico mio ti darò il voto, per il corso tutti che ti salutano, il parente che ti chiede il voto…ma si non ti preoccupare, l’amico che chiede il voto..ma figurati proprio a te debbo dire di no….. dirò di si a tutti, ma poi varcano la sacra soglia della sezione elettorale, aprirò la scheda con infinita eccitazione e soddisfazione farò una bella croce sul ***** (cinque stelle) per pura protesta se poi anche loro si fanno contaminare dalla vecchia politica gli toglierò la mia fiducia.


  • Antonio

    che mi sa mi sa che pure quà la corsa alla poltrona si farà , il candidato sindaco non si sà , ma chi si dovrà sedere al comune lo sapete già, quando i soldi sono assicurati fanno gola a tutti!!!! Occhio che sono tutti uguali…. ma pochissimi hanno preparazione politca….
    X sto aspettando vai a vedere in parlamento i tutor per imparare a far politica ” chi c’è li ha …..


  • Dino

    Centinaia di comuni al nord, hanno adottato questo metodo, uno tra tanti Bologna.
    Hanno semplicemente escluso dalla tasi le seconde case,già soggette a regime imu,cioè 10.60 per mille.
    Confido nel buon senso dell assessore al bilancio,si può fare,lo hanno fatto in tanti comuni.
    Nelle casse comunali entreranno le stesse somme.


  • FILIPPO COLAVELLI

    Antonio non sono tutti uguali….il M5S è l’unico in 70 anni di Repubblica i cui parlamentari invece di prendere 15000 € al mese se ne prendono solo 3000 €
    ed il resto lo mettono nel fondo delle PMI(piccole,medie imprese) gestito dal Ministero, ed hanno messo da parte in un anno 10 MILIONI DI EURO, se facessero tutti i politici così risolveremmo già molte cose, senza contare i 42 MILIONI DI EURO restituiti allo Stato, i quali il M5S sapendo che gli italiani con il referendum hanno detto che non volevano dare i finanziamenti ai partiti li ha dati indietro.
    Cmq ho messo il link su come accedere al fondo, visto che molti che sono in difficoltà a Manfredonia ne vogliono usufruire. Basta informarsi, avere curiosità, scoprendo la verità, e votare MOVIMENTO sarà naturale.

    http://www.imprese5stelle.org/2014/06/07/fondo-garanzia-per-pmi-tutto-devi-sapere/


  • Luca

    Speriamo che vincano i cinque stelle, come e` bello solo criticare


  • 5 STELLE ULTIMA SPERANZA

    Caro Antonio, dal tuo commento dimostri di non conoscere le intenzioni del Movimento 5 Stelle di Manfredonia, quindi prima di commentare, Informati.
    Qualora vincessero le Amministrative, non saranno loro ad amministrare, ma assegneranno gli assessorati a tecnici esterni, professionisti competenti e scelti tramite un concorso pubblico, a dimostrazione che non è, la loro, una corsa ad accaparrarsi Poltrone, ma da buoni Consiglieri, svolgeranno il compito di controllori per tutta la durata del mandato.
    Basta dire tante cavolate sul loro conto, diamo fiducia a questo nuovo gruppo e poi giudicheremo.


  • Antonio

    E senza competenze come fanno a controllare i tecnici che con un linguaggio forbito ti raggieranno rispondimi a questa domanda…..se non capisci nulla di politica come controlli chi fa politica…ma per favore


  • pescatore

    Dino ,sono un pescatore che ti vede di buon occhio,ma volevo chiederti una cortesia ,tu che potresti,è possibile controllare le banchine dove ormeggiano le barche dal via vai di gente forestiera che carica il nostro prodotto e quindi la nostra ricchezza in NERO e se la porta altrove?Sarebbe una cosa molto positiva sia per te che per noi.Un abbraccio.


  • Michele

    E basta con questa storia che i grillini hanno rinunciato allo stipendio da parlamentare…non siamo tutti idioti!
    Quello che non prendono dallo stipendio lo recuperano con le indennità e diarie previste dal regolamento della camera e di fatto raggiungono sempre i 15 mila euro!
    Chiamali fessi!
    Ma per favore!


  • attivista

    caro antonio, si vede in che condizione pietosa hanno portato la Città i tuoi amici politici esperti di professione.

    Noi siamo il nuovo che avanza, spostati e facci passare


  • ANTONIO

    IGNORANTI E POPULISTI.


  • Luca

    Ci sono cose che alcuni del M5S forse non se ne possono occupare caro pescatore…


  • il nuovo che avanza

    i siponDini 5 Stelle dovrebbero seguire maggiormente i consigli comunali, dove l’assessore ha dato tutte le sue spiegazioni. Sulla questione esonerare o meno l’inquilino, è irrilevante. Si vuole solo trovare un pretesto e crearsi visibilità.
    La Tasi, che il legislatore ha previsto dal 10 al 30% a carico degli inquilini, per Manfredonia viene applicata al 10%. A cosa serve la Tasi è noto a tutti, e non capisco perchè debba gravare tutta sui già tartassati “proprietari locatori”. Avendo utilizzo dei servizi cosidetti indivisibili anche e sopratutto l’inquilino, giusto che paghi. E forse poco è il solo 10%.


  • Luca

    Piuttosto, i sipontini 5 stelle, hanno smesso di occuparsi di un argomento a loro tanto caro, quale rifiuti, raccolta differenziata, porta a porta, ase, ecc. Dobbiamo pensar male? O quanto speso da tutti i cittadini per i rifiuti (TARI) non è importante o economicamente rilevante?


  • Dino Giordano

    “From il punto di stella, sipontini a 5 stelle” . Una tavolozza da leggere con stanchezza .Far pagare la tassa ogm agli inquilini non è giusto (e sono d’accordo),ma ….. Chi l’ha letto per intero questo articolo? A me interessano più i commenti,la vox populi degli oziosi,me compreso. Propaganda per le amministrative(mi sembra).
    Sostituire la giunta di(non) sinistra con una a 5 stelle?
    Dipende solo da voi, se saprete dire qualcosa anche sul tema del lavoro,pensioni e sporcarvi le mani con la realtà di m…. di questo paese. Non basta essere preparati e fare i compiti che la Casaleggio s.p.a si è dato. Ho un sogno ,mandare ai lavori socialmente utili,il sindaco e tutti gli assessori(salvando qualcuno?) e veder rinascere Manfredonia,l’Italia,l’Europa con giustizia sociale e reddito per tutti/e. Basta(solo) propaganda e noi siamo i migliori.


  • 5 STELLE ULTIMA SPERANZA

    Caro Antonio, essere onesti non vuol dire essere fessi.
    Od oggi sono stati assegnati incarichi in base al numero di voti e non in base alle competenze e i pessimi risultati sono sotto gli occhi di tutti.
    Provare a dare fiducia al Movimento 5 Stelle è la nostra ultima Speranza.
    Con loro potremo solo migliorare la deludente gestione attuale della nostra città.


  • Groucho Max

    Come mai il nostro comune, nonostante non fosse tra i comuni in
    scadenza di mandato, ha deciso comunque di sfruttare fino all’ultimo
    giorno i termini per la presentazione al MEF, concentrando tutti i
    pagamenti nell’ultimo trimestre dell’anno, creando un forte disagio ai
    contribuenti?
    …………nonostante fosse tra i comuni…………………………

    Se sei intelligente al punto di porti queste domande non ti sarà difficile trovare le risposte.


  • giuseppe tomasone

    Buonasera a tutti,

    Voglio chiedervi una gentilezza, finiamola con commenti inutili, fino a 10 anni fa chi cercava di rappresentare l’interesse comune, di tutti?
    Nessuno, ognuno tirava l’ acqua al proprio mulino.
    Oggi, cittadini, esiste un’alternativa valida, non siamo perfetti, nessuno lo e’ , lasciamo questa qualita’ solo all’altissimo; Siamo cittadini come voi e come voi, vogliamo migliorare questo paese, possibilmente tutti insieme senza lasciare nessuno indietro.
    Il M5S e’ il canale, poteva chiamarsi anche in un’altro modo, per migliorare questo stivale messo in ginocchio dalla politica dell’ultimo 20ennio.

    WM5S.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi