Manfredonia
Ad illustrare alla prestigiosa platea i risultati conseguiti, è stato l'Ing. Giuseppe Velluzzi

ASE Manfredonia “Da gennaio a settembre 3712,181 Ton differenziata”

"In un brevissimo lasso di tempo, si è passati dal 12 al 26% complessivo di differenziata su tutta la città"

Di:

Manfredonia. “A.S.E.SpA” in questi giorni è protagonista dell’evento internazionale dello sviluppo sostenibile “Ecomondo” a Rimini (la piattaforma tecnologica per la Green e Circular Economy nell´area Euro-Mediterranea), dove ieri – proprio in virtù degli ottimi risultati ottenuti dalla raccolta differenziata nel Comune di Manfredonia- è stata tra le case history di successo del workshop “Accordo Anci- CoReVe: il bilancio di un anno di attività e i nuovi obiettivi della commissione tecnica a cura di Ancitel Energia e Ambiente”. Un altro prestigioso riconoscimento che segue quello di “Miglior start up 2016 in Italia per il servizio di raccolta differenziata porta a porta” conferito lo scorso giugno a Roma da Legambiente nell’ambito dei “Comuni Ricicloni”.

Ad illustrare alla prestigiosa platea i risultati conseguiti, è stato l’Ing. Giuseppe Velluzzi, Direttore Generale di A.S.E. SpA, che si conferma sempre più virtuoso modello di governance del territorio, ricevendo orgogliosamente un plauso da Anci, Coreve e dagli altri Comuni italiani. Dall’inizio del servizio di raccolta differenziata porta a porta (lo scorso 16 aprile), a Manfredonia si è evitato che 240 tonnate di vetro finissero indiscriminatamente in discarica, con un ritorno non solo ecologico per la comunità, ma anche economico (registrato un risparmio di 39mila euro).

Inoltre, segnali incoraggianti arrivano su tutto il territorio cittadino del Comune di Manfredonia e non solo nelle zone in cui è partito il servizio porta a porta (attualmente è interessato il circa il 50% dell’utenza, a breve sarà avviato a regime anche nelle altre zone). Infatti, su base annua, in relazione allo stesso periodo del 2015, nel trimestre luglio-settembre si registra una decisa contrazione della quantità di frazione di rifiuti indifferenziati che finiscono in discarica a vantaggio, ovviamente, di quelle recuperate e riciclate presso gli appositi impianti. In un brevissimo lasso di tempo, si è passati dal 12 al 26% complessivo di differenziata su tutta la città.

Il dato analitico

19530,041 Ton. (tot. rifiuti raccolti e smaltiti) periodo 1° gennaio – 30 settembre
15817,860 Ton. (tot. indifferenziata) periodo 1° gennaio – 30 settembre
3712,181 Ton. (tot. differenziata) periodo 1° gennaio – 30 settembre

Settembre 2016
1612,860 Ton. (tot. indifferenziata)
583,971 Ton. (tot. differenziata)
2196,831 Ton. (tot. rifiuti raccolti e smaltiti)
% raccolta differenziata 26,6 (a giugno quando fu evitata l’Ecotassa la % era di 22,6; nello stesso periodo 2015 si registrava il 12,6%)

Agosto 2016
2187,580 Ton. (tot. indifferenziata)
629,716 Ton. (tot. differenziata)
2817,296 Ton. (tot. rifiuti raccolti e smaltiti)

Luglio 2016
1953,280 Ton. (tot. indifferenziata)
411,395 Ton. (tot. differenziata)
2364,675 Ton. (tot. rifiuti raccolti e smaltiti)

Ufficio Comunicazione “A.S.E. SpA”



Vota questo articolo:
4

Commenti


  • Pasquino

    Egregio ingegnere, dopo tutto questo can can non tenendo conto che la legge già dal 2008 prevedeva la differenziata al 65%, illustri anche alla platea di stato quotidiano, per cui ai cittadini di Manfredonia, quale ritornò economico troveranno in termine di TARI. La ringrazio per eventuali chiarimenti. Saluti


  • gino

    appunto, caro scenziato bando alle chiacchere, ma a noi cosa ci viene in tasca.


  • aldo

    ma ci possono spiegare dove vanno a finire le frazioni differenziate?
    L’Umido, ad esempio deve essere destinato al compostaggio …ma esiste un impianto per la compostazione della fase umida ? E i fanghi della depurazione?
    Questi dovrebbero essere gli argomenti a completamento delle elencazioni statistiche..


  • "2NO"

    Cosa ci viene in tasca? Un futuro migliore per i tuoi figli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati