Capitanata

Pd Cerignola: puzze in Città, sindaco da dove provengono?

Di:

Il sindaco di Cerignola Antonio Giannatempo (STATO@)

Cerignola – “ANNO nuovo, vecchi olezzi. Capita, di tanto in tanto, di sentire sgradevoli odori nella nostra città, soprattutto, nelle zone est di essa. La vulgata comune, con indizi di propria e vera psicosi, attribuirebbe il fenomeno agli effluvi provenienti dalla discarica consortile. Temiamo non sia così. La distanza dell’impianto e la morfologia del territorio circostante, ci inducono a pensare che si tratti d’altro. Cosa, purtroppo, non è dato sapere, ma la periodicità con cui il fenomeno si manifesta avrebbe dovuto indurre chi ha responsabilità istituzionali nel campo ad indagare in maniera approfondita e ad individuare il problema”.

Purtroppo siamo passati dall’ecologismo surreale dell’ex assessore all’ambiente, all’ambientalismo indifferente del Sindaco Giannatempo. Ove, per ‘ambientalismo indifferente’, non deve intendersi un nuovo filone di pensiero del settore, ma proprio il più totale e completo menefreghismo rispetto a qualsiasi tema legato all’ambiente. Menefreghismo ed incompetenza. Considerata la quantità di aziende di trasformazione operanti sul nostro territorio, i controlli per verificare che i residui di lavorazione siano smaltiti secondo quanto previsto dalle norme in materia e non in maniera indiscriminata e criminale, sono effettuati in maniera puntuale? E da chi? E con quali risultati? Non chiediamo a questa giunta e, meno ancora, a questo Sindaco strategie per la protezione dell’ambiente, che visto il loro interesse e, soprattutto, le loro competenze, sarebbe chiedere ad un insegnante di applicazioni tecniche di preparare un progetto applicativo per la NASA (sia detto con il massimo rispetto per gli insegnanti di applicazioni tecniche. Ma da chi ha – ripetiamo – la responsabilità istituzionale non solo dell’ambiente cittadino ma della salute pubblica, è lecito attendersi delle risposte pronte ed efficaci considerato il ripetersi di simili sgradevoli fenomeni?

O, forse, parafrasando Shakespeare, “c’è del marcio a Palazzo di Città”, e forse l’olezzo viene proprio da lì.

Comunicato stampa – Segreteria PD Cerignola



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi