Foggia
Nota del consigliere regionale

Buonarota: prostitute, ubriachi, degrado in Viale XXIV Maggio

"Le condizioni in cui versa la zona della stazione e della villa comunale sono di vero e proprio degrado"

Di:

Foggia – ”UNO dei cavalli di battaglia del Sindaco Landella e del Presidente del Consiglio Comunale Luigi Miranda, durante la campagna elettorale della scorsa primavera, è stato quello di Viale XXIV Maggio e della fuga dal centro. Le condizioni in cui versa la zona della stazione e della villa comunale sono di vero e proprio degrado e la sensazione è che ci si sta lentamente avviando verso un punto di non ritorno.

Quello che un tempo era il cuore pulsante di questa città, si è trasformato in un insieme di negozi di varia natura: negozi cinesi, bigiotterie etniche, macellerie Halal, internet point che più spesso sono il ritrovo di simpatici ubriachi di varie etnie. Quella che un tempo era una zona esclusiva in cui vivere, in cui un appartamento costava un occhio della testa, oggi è tappezzata di ‘vendesi’ ed ‘affittasi’. Del resto come possiamo biasimare i residenti che nelle ore notturne devono sopportare gli schiamazzi di chi si ubriaca, e senza dimenticare il via vai di prostitute.

Quello che era il centro storico, simbolo della resistenza durante i bombardamenti dell’estate del 1943, oggi si è trasformato in una delle peggiori periferie malfamate. Occorre intraprendere azioni che valorizzino nuovamente la zona stazione, tanto sotto il profilo della vivibilità, quanto per quel che riguarda il commercio. Bisogna intervenire quanto prima con ordinanze mirate a ristabilire il giusto assetto commerciale, con un regolamento che imponga un limite al numero di negozi dello stesso tipo. Bisogna predisporre un controllo più efficace da parte delle forze dell’ordine, tanto a favore della sicurezza dei residenti, quanto per vigilare sull’orario di apertura e di chiusura di alcune attività commerciali che dimostrano di voler operare al di sopra delle regole.

Se la risposta dell’amministrazione Landella a questo urgente problema è stato quello di allargare l’isola pedonale, allora la sua è stata un’azione assolutamente inadeguata, visto che l’isola pedonale per la maggior parte della settimana è deserta e il malcontento dei negozianti non è una novità. Se la risposta a questo urgente problema è stata approvare l’installazione della statua del viaggiatore che torna davanti alla stazione, seppure sia un’ammirevole iniziativa per la quale sono grato al Rotary Club, anche in questo caso non basta: caro Sindaco se non farai qualcosa di questo passo anche la statua si girerà e se ne andrà prendendo il primo treno”.

Lo dice il consigliere comunale Luigi Buonarota.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi