Regione-Territorio

Commissario Xilella. Vendola: “Dopo nostro lavoro”

Di:

Bari – “L’OPERATIVA non può più essere fatta con strumenti ordinari perchè non possiamo avere il tempo lungo della burocrazia di fronte all’emergenza. Questo ci ha portato a chiedere da tanto tempo l’adozione di strumenti straordinari. Oggi, ad esaurimento del nostro lavoro di ricognizione e monitoraggio e avendo individuato le azioni da compiere, è giusto che l’operatività sia nelle mani del commissario che ha strumenti straordinari per operare”.

Così il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola che, insieme con l’assessore alle Risorse agroalimentari Fabrizio Nardoni, ha partecipato alla conferenza stampa, svoltasi a Roma questa mattina presso il Ministero delle Politiche agricole, per la presentazione dell’ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione civile in merito all’emergenza Xilella fastidiosa in Puglia.

“Questa è una guerra – ha continuato il Presidente Vendola – e nelle guerre bisogna conoscere il nemico perché altrimenti si rischia di combattere contro i fantasmi. Il lavoro di un anno durissimo di impegno è stato quello prima di tutto della individuazione del batterio patogeno da quarantena della xilella fastidiosa, poi è stato quello della individuazione e delimitazione delle aree infette, quindi quello della costruzione di due aree cuscinetto, una immediatamente prospiciente le aree infette e una utilizzata come cordone fitosanitario. Infine l’indicazione di quelle che sono le azioni da compiere nelle aree infette”.

Infine Vendola ha espresso la sua gratitudine per il risultato ottenuto. “La mia gratitudine – ha detto – non va solo al Corpo Forestale dello Stato ovviamente che mette a disposizione un’eccellenza per questo compito e al Ministero delle Politiche agricole con cui c’è stata una sintonia sin dall’inizio nell’affrontare questa sfida cosi inedita, ma la mia gratitudine va soprattutto al Dipartimento della Protezione civile perché è la prima volta che si deve affrontare, con lo strumento emergenziale del commissariamento, una emergenza fitosanitaria. Devo rimarcare il coraggio e la creatività che la Protezione civile ha avuto nel mettersi a disposizione”.

“In questa battaglia – ha concluso Vendola – c’è bisogno di poca strumentalizzazione politica e di molto contributo da parte della comunità scientifica, oltre che naturalmente di azioni concrete. Credo che da oggi sia funzionante uno strumento straordinario per combatterla e vincerla”.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi