Manfredonia
"L’equipaggio del mezzo nautico si è trovato a fronteggiare un’imprevista burrasca"

Manfredonia, motovedetta CP rientra da missione a Lampedusa

Nell'ambito dell'operazione congiutna peri l contrasto ai flussi migratori denominata “Triton”

Di:

Manfredonia – LA motovedetta CP 281, partita a fine ottobre scorso, è da poco rientrata in sede presso la Guardia Costiera di Manfredonia, al termine della missione operativa svolta a Lampedusa.

Tale missione si inquadra nell’operazione congiunta di contrasto ai flussi migratori denominata “Triton”, coordinata dall’agenzia europea Frontex, sotto la guida del nostro Paese, che ha l’obiettivo di pattugliare il Mediterraneo centrale, individuando e dando assistenza e soccorso ai barconi carichi di migranti provenienti dalle coste del Nord Africa. L’Unità Navale CP 281, al comando del 1° Maresciallo Luogotenente Michele Rizzi, è una delle unità navali d’altura veloce di cui dispone la Guardia Costiera, impiegata in varie attività istituzionali operative, soprattutto nell’attività di ricerca e soccorso a tutela della salvaguardia della vita umana in mare, oltre alle varie attività di polizia marittima.

Trattasi di unità di altura, lunga 25 metri, larga 5,76 metri, dotata di tre motori entrobordo con i due motori laterali accoppiati a linea d’asse con eliche a passo fisso e quello centrale con funzione di “booster”, velocità massima 34 nodi con autonomia di 690 miglia, fiore all’occhiello dei mezzi nautici in dotazione alla Capitaneria di Porto di Manfredonia.

L’Unità Navale, nella circostanza, è stata rischierata presso la VII Squadriglia Guardia Costiera di Lampedusa, diretta dalla Centrale Operativa del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, contribuendo alle attività di controllo dei flussi migratori nel Canale di Sicilia, svolgendo operazioni di pattugliamento, ricerca e soccorso, assistenza navale alle altre unità guardia costiera e alle navi
mercantili nell’azione di trasbordo dei migranti recuperati dai barconi in difficoltà ed alla deriva.

Durante la rotta del rientro a Manfredonia, l’equipaggio del mezzo nautico si è trovato a fronteggiare un’imprevista burrasca da nord riuscendo a navigare in sicurezza grazie alla perizia tecnico nautica del personale di bordo. Al rientro in sede nel porto di Manfredonia, il Capitano di Fregata Marcello Luigi Notaro, Capo del Compartimento Marittimo di Manfredonia, ha accolto con grande compiacimento gli uomini dell’equipaggio ringraziandoli per il prezioso
concorso alle suddette operazioni assicurando il servizio in un periodo particolare che ha comportato l’allontanamento dai propri affetti familiari durante tutte le festività natalizie”.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • Rosa

    Baravi, anche la nostra terra, ha partecipato alla missione umanitaria nella terra Siciliana. Barvi ragazzi, dovete essere orgogliosi di far parte della famiglia Guardia Costiera Italiana.
    Ora dopo, il sicuro, accoglimento caloroso del vostro timoniere Comandante NOTARO, ci aspettiamo che il Timoniere di questa città il Sindaco RICCARDI, Vi possa accogliere, con un forte ringraziamento, nella casa Comunale, ringraziondoVi di quello che avete fatto e che avete rappresentato oltre il Vostro Corpo, avete rappresentato la citta di Manfredonia. Sono certo che questo che ho detto è superfluo, perchè sicuramente il Signor Sindaco stava gia provvedendo a tale Manifestazione. Anche senza pasticcini, considerato il periodo di crisi, a quelli ci penserà l’equipaggio. Termino con un forte abbraccio, ed in culo alla balena, a tutto l’equipaggio,


  • La beffa di Buccari

    Hanno rappresentato la Stato Italiano e non Il Comune di Manfredonia!
    Gli equipaggi delle Cp e della Marina Militare non hanno tutte le risorse che ha il Comune per feste e festicciuole e gli equipaggi hanno altre mansioni più serie e responsabili da svolgere che preparare i pasticcini! Ma lei chi è il segretario di corte?? Allora si qualifichi.


  • Il milite ignoto

    Bravi e ricordatevi sempre fuori dalla pattumiera dei politici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi