Manfredonia
Adesso i droni sono impegnati nel Corno d'Africa

Predator italiani. Viaggio nella base di Amendola, dove osano le Streghe

Gli inviati di Tom's Hardware nella base dell'Aeronautica Militare di Amendola, in Puglia

Di:

Non lasciatevi fuorviare dal simbolo del reparto, con la strega Nocciola che cavalca una scopa al cui apice c’è una vecchia fotocamera a soffietto. Ben altri sono gli strumenti adottati dal 28° gruppo “Streghe” del 32° Stormo dell’Aeronautica Militare di Amendola per sorvegliare con gli Aeromobili a Pilotaggio Remoto le zone di operazione. Un concentrato di tecnologia avanzata e avionica, professionalità e intelligence.

Adesso, ad esempio, i Predator italiani stanno operando nel Corno d’Africa, per individuare i barchini dei pirati che imperversano al largo della Somalia e nella penisola arabica con la coalizione internazionale anti Isis. Fino a pochi mesi fa, per un anno, i velivoli teleguidati hanno sorvolato il Mediterraneo nell’ambito dell’operazione Mare Nostrum e hanno contribuito a salvare molte vite umane. Gli occhi acuti delle “Streghe” hanno individuato le barche alla deriva cariche di profughi e fatto convergere le unità di soccorso. I filmati ad alta risoluzione hanno permesso anche di individuare gli scafisti.

Segue su FONTE: TOMSHW – Predator italiani. Viaggio nella base di Amendola, dove osano le Streghe



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Energas è bersaglio militare

    e voglio vedere con deposito Energas a 8km in linea d’aria come voleranno le norme di sicurezza….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi