Cultura

Salento escluso da via Francigena, Mazzei: “Giunta ignorante”

Di:

Bari – “Per la sinistra, ormai è noto, il Salento non è inserito in Puglia nella loro personale cartina geografica. Sarà certamente per questo, e non vorrei per mera ignoranza, che non hanno inserito, nel percorso pugliese delle vie Francigene, le tappe storiche del nostro territorio”. Lo dichiara il consigliere regionale di Forza Italia, Luigi Mazzei, che ha presentato un’interrogazione urgente a riguardo.

“La Giunta – prosegue – ha approvato la delibera n.1174 nel 2013, con cui si disegna il percorso nostrano delle vie Francigene. Un percorso che, secondo la sinistra, partirebbe dal Gargano per terminare a Brindisi. E il Salento? Non pervenuto. Non lo sanno, peccano di ignoranza anche su questioni note oppure si tratta dell’ennesima sberla al nostro territorio? Ebbene, comunico alla Giunta che anche i salentini pagano le tasse con cui vengono erogati i loro stipendi e, quindi, dovrebbero mostrare un pizzico di rispetto oltre che informarsi prima di approvare delibere importanti con tanta sciatteria, come se stessero al mercato. La via Francigena attraversa la Puglia approdando al porto di Otranto e Santa Maria di Leuca, due mete di rinomato pellegrinaggio religioso. Una circostanza sfuggita solo agli scienziati della nostra Giunta, e riconosciuta anche da numerose pubblicazioni scientifiche condotte da varie Università. Persino la direttrice dell’Accordo Parziale tra la Commissione Europea ed il Consiglio d’Europa sugli itinerari culturali ha espresso la necessità di ridefinire i percorsi sostenibili della vecchia via medievale. Un’esclusione che penalizza fortemente il Salento, così cancellato dai percorsi turistici e culturali che possono rappresentare un’occasione di ricchezza”.

“Per questo, nella mia interrogazione, invito la Giunta regionale a modificare la delibera, chiedendo a tal fine la collaborazione dell’Università del Salento. Più che un mio invito – conclude Mazzei – si tratta di un atto dovuto da parte della Regione, che non può continuare a calpestare il Salento. Per fortuna, la legislatura è al termine e la sinistra può tornare a casa”.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi