GarganoManfredonia
"Chi sona e canta no nmore maje" sarà presentato il 18 febbraio

L’ultimo CD dei “Cantori di Carpino” dedicato al maestro Piccininno

Durante la festa che il centro garganico dedica ai 100 anni dell'artista

Di:

Foggia. “Chi sona e canta no nmore maje” è il nuovo CD dei Cantori di Carpino, dedicato al maestro Antonio Piccininno, che verrà presentato nel centro garganico in occasione dei suoi 100 anni il prossimo 18 febbraio 2016 durante le manifestazioni organizzate per festeggiare l’anziano artista. L’album, registrato e mixato da Peppe Totaro (leader dei “Tarantula Garganica”) presso STUDIOUNO di Monte Sant’Angelo che in questo lavoro ha svolto anche il ruolo di produttore artistico, è il terzo CD prodotto dall’Associazione culturale “I Cantori di Carpino”: dopo il primo, “Tarantella del Gargano” realizzato nel 2001 da Eugenio Bennato, nel 2006 seguì “I Cantori di Carpino – Stile, storia e musica alla carpinese”.

Il nuovo CD, auto prodotto dall’Associazione “I Cantori di Carpino” e da STUDIOUNO con il patrocinio del Comune di Carpino, del Carpino Folk Festival e del Parco Nazionale del Gargano, contiene dodici tracce, di cui ben sei con la voce del maestro Piccininno che esegue i tre stili della tradizione carpinese: “rodianella”, “viestesana” e “montanara”. «E’ il più bel regalo per il mio compleanno – commenta l’anziano cantore – perché racconta e scrive la mia vita. La mia musica non muore mai, perché è la vita della nostra terra». «Un momento importante per il percorso artistico dei “Cantori” – aggiunge Nicola Gentile – che si avvale della forte presenza del maestro Piccininno che esegue la metà dei brani contenuti nel CD. Un tributo dovuto a colui che resta il custode delle nostre tradizioni e antesignano pioniere della riscoperta e valorizzazione della musica popolare garganica».

Un lavoro lungo e delicato che ha reso necessario l’impegno di più persone e ricercatori. «La voce del maestro Piccininno – racconta Totaro – è stata registrata in diversi step, a partire dal 2006 fino al 2012. Ho iniziato a incidere questa sapienza orale, prima che fosse troppo tardi, perché Piccininno è il guardiano e il principale depositario di una tradizione che continua e continuerà a diffondersi anche attraverso questo CD». Un lavoro lungo e interessante reso possibile dallo sforzo culturale di tutto il gruppo composto dal maestro Antonio Picininno, Nicola Gentile (tammorra e voce), Giuseppe Pio Di Mauro (chitarra classica e voce), Rocco Di Lorenzo (chitarra battente e voce), Marco Di Mauro (chitarra acustica e voce), Gennaro Di Lella (chitarra acustica), Antonio Rignanese (chitarra battente) e Rosa Menonna (castagnole o nacchere).

Un ulteriore tassello per l’attività dei “Cantori di Carpino”. Gruppo di musica etnica che rappresenta la pietra miliare della cultura popolare del Gargano grazie alle proposte musicali che hanno permesso al grande pubblico di conoscere e apprezzare il valore e l’intensità artistica della “tarantella carpinese”.

Info e Contatti: Nicola Gentile 3384508854 o nicolinocantori@tiscali.it



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi