Cronaca
Mercoledì 23 marzo inizio trasmissione settimanale «CAPITANATA al BIVIO» su Teledauna

Moldaunia, richiesta di referendum al presidente Miglio

Di:

Foggia. Al volgere del 15° anno di impegno e di lotta del Movimento Popolare Progetto MOLDAUNIA per l’autonomia della Capitanata, in base al diritto all’autodeterminazione espressamente previsto dall’art. 132 – 2° comma della Costituzione, e dopo la delibera consiliare del Comune di Foggia, inerente la richiesta di referendum consultivo provinciale per il passaggio della provincia di Foggia dalla regione Puglia alla regione Molise, si sottopongono alla sua attenzione le seguenti considerazioni:

1) la delibera consiliare n.113 approvata in data 20/03/2015 dal Comune capoluogo è servita a ratificare definitivamente la volontà popolare già espressa nel 2011 da tutte e tre le Circoscrizioni cittadine, con delibere approvate a maggioranza assoluta degli relativi Consigli.
2) la città di Foggia rappresenta, da sola, quasi il 25% dell’intera popolazione provinciale, rispetto al 5% minimo di rappresentanza popolare richiesta dal nuovo Statuto provinciale;
3) precedentemente, nella seduta del 15/06/2011, il Comune di San Severo ha approvato all’unanimità dei presenti (compreso quindi il suo voto) analoga delibera n. 39, di adesione al progetto MOLDAUNIA con relativa richiesta di referendum.

In ordine a quanto innanzi esposto, crediamo che a Lei s’imponga l’obbligo istituzionale, oltre che morale, di indire il referendum, avocando a sé l’iniziativa quale Presidente della provincia, adottando un’apposita delibera provinciale sulla scorta della stragrande volontà popolare espressa con le delibere dei Comuni di: Alberona – Apricena – Carlantino – Casalvecchio di Puglia – Castelluccio Valmaggiore – Celenza Valfortore – Ischitella – Peschici – Roseto Valfortore – San Marco la Catola – Serracapriola – Torremaggiore – Volturino – S. Severo ed infine FOGGIA, corrispondenti ad una rappresentanza popolare del 40,21% dell’intera popolazione provinciale. E’ auspicabile che alla suddetta delibera si arrivi in tempo utile per agganciare il nostro referendum provinciale a quello confermativo costituzionale nazionale, previsto per il prossimo ottobre, in modo da sgravare la Provincia dell’onere finanziario dell’operazione referendaria. Nella certezza che Lei non voglia sconfessare il suo voto di S. Severo ed insieme tradire le aspettative del popolo dauno, rispettosi omaggi.

(www.moldaunia.it – M.P.P.MOLDAUNIA)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This