Cronaca

Associazione Movimento Idee: trasparenza nei proventi

Di:

Foggia, servizio di parcheggi a pagamento (image srbuonenotizie.it)

L’ASSOCIAZIONE “Movimento di Idee” diffonde la seguente nota in merito al Piano parcheggi, ed alla destinazione dei proventi da esso derivanti.

“Il Piano Parcheggi è ormai da parecchi mesi pienamente attivo, i cittadini foggiani ne hanno preso piena consapevolezza e, seppur a malincuore, si sono adeguati. Tante le possibilità per migliorarlo ulteriormente, tante le proposte pervenute alle Istituzioni da Associazioni, Comitati, e rappresentanti dei Consumatori, ma per il momento nessuna delle proposte è stata accolta, seppure va dato merito al Sindaco e all’Amministratore unico Ataf di aver voluto ascoltare tutti i soggetti che si sono attivamente interessati del Piano Parcheggi. Chiari a tutti gli obiettivi delle Strisce Blu, da un lato risanare l’Ataf, dall’altro dar vita ad una mobilità che sia sostenibile sia da un punto di vista ecologico che sociale”.


“Il problema, si sa, è anche, o forse soprattutto culturale, poiché ancora scarsa è in città la cultura dell’uso dei mezzi pubblici, così come pure quello della bicicletta. Ma è pur vero che in tal senso si sta assistendo ad un netto e deciso passo in avanti, come anche fatto presente dall’Associazione Cicloamici, che proprio alcuni giorni fa ha lanciato proposte interessanti all’Amministrazione Comunale, affinché anche Foggia diventi una città a misura di bici.”

“Ciò che noi oggi chiediamo all’Amministrazione Comunale ed all’Ataf è trasparenza, pubblicità e coinvolgimento dei cittadini riguardo la destinazione dei proventi del Piano Parcheggi. Riteniamo che sia necessaria la realizzazione di infrastrutture per garantire la sostenibilità ecologica e sociale del traffico privato e pubblico, così come pure incrementare le corse dei mezzi pubblici, e allo stesso tempo cercare di coprire con essi tutti i quartieri della Città. Ad oggi, risulta estremamente difficoltoso recarsi sul proprio posto di lavoro senza l’utilizzo dell’auto privata, a meno che non si voglia mettere in preventivo un considerevole ritardo, con tutte le prevedibili conseguenze. Utilizzare la bicicletta poi è certamente complicato, da un lato per la scarsa disciplina di molti automobilisti che considerano il ciclista un mero ostacolo, dall’altro soprattutto per l’assoluta inesistenza di piste ciclabili, o, laddove esse esistono, per la loro impraticabilità causa dissesto”.


“Ed allora, il nostro appello è rivolto all’Amministrazione Comunale ed all’Ataf, affinché diano concretamente attuazione ad una mobilità sostenibile, e comunque adeguata pubblicità agli investimenti che si intendono effettuare con i proventi del Piano Parcheggi.”


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi