Manfredonia

Concorso Agenzia Entrate, Codacons: scandalo, da annullare

Di:

concorso-vigili

Concorso Agenzia Entrate, Codacons: "scandalo, da annullare" (St)

Roma – CENTINAIA le segnalazioni pervenute al Codacons in relazione al concorso tenutosi l’8 giugno scorso dall’Agenzia delle entrate per l’assunzione a tempo indeterminato di 855 persone. “Molte, troppe, le irregolarità segnalate dai candidati, dall’orario di inizio delle prove diversificato a seconda della città alle fughe di notizie su internet”.

Per questo l’associazione ha presentato oggi un esposto alle Procure della Repubblica sedi del concorso (Roma, Milano, Napoli, Bari – dove hanno partecipato anche cittadini di Manfredonia – Palermo, Venezia, Catania, Torino, Bologna, Trieste, Ancona), chiedendo di “compiere tutte le indagini necessarie al fine di accertare se siano ravvisabili responsabilità nei confronti dell’Agenzia delle Entrate nazionale, in persona del direttore, e delle sedi Regionali delle Agenzie delle Entrate interessate dal bando, in persona dei rispettivi direttori regionali” rispetto ai reati di cui all’ art. 328 (Rifiuto di atti d’ufficio, omissione) e 323 del cod. pen. (Abuso d’ufficio), oltre ai reati di omesso controllo e vigilanza. Si è chiesto anche di procedere all’immediato sequestro di tutte le prove svolte nelle sedi interessate dal bando.

Il Codacons intende proseguire nella raccolta delle testimonianze e da oggi mette a disposizione dei candidati coinvolti nella vicenda il blog www.carlorienzi.it , dove è possibile raccontare le irregolarità riscontrate, le quali saranno poi utilizzate per chiedere al Tar l’annullamento del concorso. Un concorso che è stato addirittura sospeso per la sede di Catania. Ma le segnalazioni pervenute riguardano tutte le sedi oggetto dell’esposto: orari delle prove diversificati a seconda della città, in palese violazione della regola della contemporaneità dell’inizio di un concorso e della garanzia di trasparenza di una prova d’esame, fuga di notizie su internet con molte delle risposte già disponibili su forum ad hoc, l’uso indiscriminato di cellulari ed IPhone e, addirittura, partecipanti che, prima ancora che fossero distribuiti i plichi della prova concorsuale, avrebbero copiato le risposte ai test. Fuga di notizie che peraltro sarebbe stata ammessa dagli stessi direttori regionali dell’Agenzia delle entrate.

Al di là dei rilievi penali – dichiara il Codacons – è evidente come la mancanza di contemporaneità di inizio della prova sia già di per se motivo sufficiente perché il concorso sia annullato al Tar.


Redazione Stato@riproduzione riservata



Vota questo articolo:
11

Commenti


  • Lawyer

    Consiglio di Stato, sentenza n. 4136, Sezione Sesta, del 28/06/2010
    ritardo orario di inizio per impedimento amministrazione – non sussiste nullita’ della prova
    Prove scritte concorso pubblico – ritardo orario di inizio per impedimento amministrazione – non sussiste nullita’ della prova
    Il Consiglio di Stato osserva che il D.M. 17/04/2003 ha disposto per i concorsi pubblici una unica data per lo svolgimento delle prove di ammissione in tutta Italia, prescrivendo l’inizio delle prove alle ore 10,00. Mentre, però, per ben ovvi motivi, la data si deve ritenere perentoria e inderogabile, l’orario dell’inizio delle prove deve avere un margine di ragionevole elasticità in considerazione delle possibili situazioni concrete che giustifichino eventuali ritardi. Conseguentemente l’inosservanza dell’inizio dell’orario non inficia la validità delle procedure come assunto dalla ricorrente. In ogni fattispecie, però, ritenuto che il ritardo dell’inizio delle prove non invalida le procedure, occorre verificare se in concreto vi siano state violazioni della segretezza delle prove stesse.


  • Gianni

    il “margine di ragionevole elasticità” dell’orario dell’inizio delle prove credo si sia abbondantemente varcato nel momento in cui in alcune sedi non era ancora iniziata mentre in altre era finita già da circa un’ora.


  • cinzia

    credo che in Sicilia non ci siano molti dubbi sulla violazione della segretezza della prova…da chiunque sia dipesa penso sia un ottimo motivo per annullarla, almeno in questa regione…


  • Barbara

    La prova che si è svolta a bari è stata pressocchè ridicola..noi abbiamo aspettato ben tre ore e mezza perchè la prova doveva iniziare contemporaneamente ma mi sembra di capire che così non è stato..peccato però che una volta cominciata la procedura di distribuzione dei plichi ci sia stata gente che continuava ad andare in bagno, una ragazza è uscita per allattare il proprio figlio – che per quanto tenera come situazione comunque ritengo sia irregolare – e inoltre c’è stata una candidata che ha aperto il plico prima del fatidico “via” e non è stata esclusa pur essendo stata segnalata alla commissione.
    Inoltre ritengo che, al di là dell’orario, la prova andrebbe annullata a livello nazionale, poichè la fuga di notizie su internet proveniente da Palermo potrebbe tranquillamente essere arrivata in qualsiasi altra città dell’Italia come è accaduto a Catania senza che se ne accorgesse nessuno, perchè magari più scaltri di altri.


  • raffaele

    qui non si tratta di ritardo ma di “non contemporaneità”….che è collegata anche alla eventuale violazione della segretezza…


  • Max

    Irregolarità? io personalmente, in una visita per la POLIZIA DI STATO, dopo essere rientrato tra i primi 13 in graduatoria, secondo il primo medico avevo un’altezza di 163 centimetri, dopo le proteste e la visione in una seconda struttura di misurazione pensate arrivavo a 164.5 centimetri che ovviamente non passa per regola (ma per alcuni carabinieri visti personalmente è passata la visita?). La mia altezza effettiva è di 167 centimetri a voi le conclusioni di come vengano effettuate le visite, figuriamoci prove per l’agenzia delle entrate..la gente sarà stata già scelta dall’anno scorso ahahhahhha Buffoni cerebrolesi…


  • Max

    E non venga in mente a qualcuno di fare una denuncia per questa mia verità, perchè tiro fuori un polverone che non avete neanche idea…comprese le strutture dove vengono effetuate le visite…attenzione!!! State buoni e in silenzio come me ne sono fottuto io…andate per la vostra strada e non incrociate mai la mia.


  • Max

    Comunque parlando di questo concorso farlocco, mi pare giusto che se nessuno ha finora mosso un dito, delle pedine importanti dovevano passare quel concorso…e chi di dovere ha le mani bloccate nonostante lo scandalo, altrimenti sarebbe stato sospesa del tutto questa sceneggiatura legale per assumere i figli o parenti di persone che contano…


  • Andrea

    salve,
    una cosa curiosa di questo concorso è che non è stato detto quando sarebbero state effettuate le correzioni; in teoria, le correzioni dovrebbero essere pubbliche. Altra grave irregolarità: l’ordine delle domande non era lo stesso per tutti i compiti consegnati, ma nei compiti non c’era nulla che li distinguesse gli uni dagli altri, ragion per cui le risposte potevano corrispondere a domande diverse…concorso truccato per cui sono stati spesi milioni di euro….


  • Domizia

    Ho partecipato al concorso per funzionari AE 2012 a Torino. Anche noi abbiamo aspettato circa 3 ore prima dell’inizio delle prove ma irregolarità non è ho viste, fatta eccezione per una ragazza che pareva fare il compito mentre alcuni partecipanti aspettavano la sostituzione degli stampati errati, ma è stata subito controllata; io sono classificata al 22° posto (su 2100) della graduatoria provvisoria, NON SONO RACCOMANDATA!!! HO STUDIATO QUASI UN ANNO NONOSTANTE IL MIO LAVORO A TEMPO PIENO ED INDETRMINATO ED HO FATTO SACRIFICI!! SONO STUFA DI SENTIRE GENTE CHE NON STUDIA O CHE SEMPLICEMNENTE NON E’ ABBASTANZA BRAVA AFFERMARE CHE GLI ALTRI SONO RACCOMANDATI!!! Io non so se c’erano persone raccomandate o meno ma so che io non lo ero e non merito nè un trattamento di questo genere nè l’annullamento della prova!!


  • Redazione

    La ringraziamo per la Sua testimonianza; Red.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi