Lavoro

Esodati: Camusso, dati Inps dimostrano che Riforma è sbagliata

Di:

S.Camusso (ST)

Roma – “I 390mila esodati indicati dall’Inps in una relazione al governo dimostrano che il decreto del governo a tutela di 65mila lavoratori non è sufficiente e va trovata invece una soluzione per tutti”. E’ quanto ha sottolineato il Segretario Generale della CGIL, Susanna Camusso, a margine della presentazione di un libro. “Questo numero è molto utile – ha detto la Camusso parlando della cifra di 390mila – perchè conferma che questo decreto non va bene e non è realistico. Bisogna trovare una norma che dia risposta a tutti e vanno individuati criteri che risolvano il problema”.

Sullo stesso problema nel pomeriggio la CGIL aveva diffuso una nota della segretaria confederale, Vera Lamonica. “La CGIL – ha dichiarato Lamonica – conferma quanto da sempre affermato: qualunque sia il numero, e non abbiamo motivo di dubitare che possa essere quello reso noto oggi, bisogna dare subito risposta compiuta a questo grande problema, creato da una riforma sbagliata e superficiale, con una soluzione previdenziale per tutti gli interessati.“ “Però il gioco dei numeri ora deve finire – continua Lamonica – C’è un problema di trasparenza nei dati, che vanno resi espliciti dall’Inps, che dovrebbe essere l’ente che fornisce numeri oggettivi sui quali si assumono poi le decisioni politiche, e non altro. E c’è un enorme problema del governo: il ministro sa perfettamente che i 65 mila sono un numero ricavato dalle risorse stanziate e non certo dagli aventi diritto e che , come lei stessa ha ammesso, è stato compiuto un grande errore”.

“A questo errore ora bisogna mettere riparo – conclude Lamonica – senza altri giochi, restituendo certezza del diritto e sicurezza ai lavoratori, ma anche equità e serietà all’azione del governo, che su questo punto finora non le ha dimostrate”. Ora si tratta dunque di trovare una soluzione che risolva il problema per tutte le persone coinvolte.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • avv. Gegè Gargiulo

    Perchè avete censurato i miei scritti/commenti sul vostro sito? Eppure non esprimo opinioni oscene ne pubblico parolacce! Mi limito a scrivere articoli giuridici interessanti. Quindi non mi concederete più alcuno spazio per essi??? Sarebbe davvero ingiusto ciò , dopo essere stato un vs. assiduo fornitore di notizie per mesi! Rivedete la vs. posizione, please


  • Redazione

    Avvocato ci contatti; grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi