Lavoro

Legge Olio, Mongiello: “A fine giugno l’approviamo in Commissione”

Di:

Intervento Mongiello conferenza Coldiretti Foggia (ST)

Foggia – “SONO convinta che tra la fine di giugno e l’inizio di luglio approveremo, spero in sede deliberante, la legge a tutela dell’olio d’oliva in Commissione Agricoltura: un testo ampiamente condiviso e frutto di una larga partecipazione”. Lo ha annunciato la senatrice Colomba Mongiello, prima firmataria e relatrice della proposta, durante la manifestazione organizzata da Coldiretti Foggia, e svoltasi nel pomeriggio di ieri nel Palazzo Congressi della Fiera foggiana, per lanciare, alla presenza del presidente nazionale dell’organizzazione agricola Sergio Marini, la campagna di sostegno all’approvazione di “norme che mirano a tutelare e valorizzare la qualità prodotta da migliaia di imprenditori, la gran parte dei quali opera in Puglia”.

“Devo fare una confessione – ha affermato Mongiello nel suo intervento – ho firmato questa proposta per fare gli interessi di 3 lobbies: dei consumatori italiani, dei cittadini italiani, dei contribuenti italiani. E’ nel loro nome che 70 senatori hanno sottoscritto una proposta di legge che valorizza e tutela un patrimonio italiano e dell’umanità punendo con maggiore forza gli agropirati e garantendo maggiore leggibilità e trasparenza per le etichette. La nostra non è un’anacronistica battaglia protezionista, ma il tentativo di mettere ordine in un mercato in cui i soggetti deboli sono quanti producono e consumano qualità.

Come immaginavo, la discussione in Commissione Agricoltura non è filata liscia come l’olio: abbiamo incontrato organizzazioni di interessi favorevoli, a partire da Coldiretti, ed altre che hanno espresso la loro contrarietà e sono altrettanto potenti. L’unico modo per contrastare la loro azione è che la politica, le associazioni professionali, le organizzazioni del mondo agricolo e le associazioni dei consumatori procedano in modo coeso – ha concluso Colomba Mongiello – per introdurre, oggi in Italia e domani in Europa, una legge che farà giustizia del grande lavoro degli uomini e delle donne della nostra splendida terra”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi