Manfredonia

Operazione Mare Sicuro, 1530 per emergenze ma “attenzione tuffi bagnanti” (VIDEO)

Di:

Un momento della conferenza DI stamane negli uffici della Capitaneria di Porto di Manfredonia (STATO@)

Manfredonia – PARTITA, come ogni anno, l’operazione Mare Sicuro della Capitaneria di Porto, con fase preparatoria fino al 17 giugno e fase operativa che si concluderà il 9 settembre 2012.

Stamane negli uffici della Capitaneria c’è stata una conferenza stampa di presentazione degli interventi, con la presenza tra l’altro del Comandante CP F.Staiano: “da giorni stiamo svolgendo attività informativa lungo i litorali del Golfo; l’ordinanza balneare del 2012 (entrata in vigore dal 19 maggio dello stesso anno.Ordinanza balneare Regione 2012) si allinea a quella dell’anno passato ma con modifiche sulla distanza dalla costa: la zona riservata alla balneazione resta a 200 metri, con 100 metri per le coste a picco; la novità essenziale – dice il Comandante Staiano a Stato – è la nostra ordinanza per la nautica da diporto con spostamento al di là del limite dei 500 metri dalla costa delle attività diportistiche”.

Durante la fase preparatoria sarà realizzata un’intensa attività di informazione nei confronti dell’utenza nautica e balneare circa la puntuale osservanza delle vigenti norme in materia ed in particolare delle Ordinanze balneari, il tutto finalizzato ad un corretto e sicuro approccio con il mare e l’ambiente. Durante questa attività preliminare saranno particolarmente curati i contatti con le amministrazioni dei comuni rivieraschi affinché venga assicurato il regolare funzionamento dei servizi di propria competenza lungo la costa.

Alla fase preliminare seguirà come detto la fase “operativa” in cui verranno intensificate tutte le attività volte al controllo del rispetto della citata normativa. Si procederà, pertanto, ad effettuare controlli non invasivi, ma incisivi ed efficaci, mirati a reprimere in particolare quelle condotte che possono mettere in pericolo la vita umana in mare. In tale contesto verrà data particolare attenzione al mancato rispetto della fascia di mare destinata alla balneazione, alle pericolose evoluzioni che potrebbero svolgere natanti e/o moto d’acqua in prossimità della costa, al mancato rispetto della velocità di sicurezza in relazione alla distanza dalla costa o in presenza di traffico intenso, ecc. Saranno altresì svolte verifiche presso gli stabilimenti balneari, controlli nei porti e a bordo delle navi, anche al fine di fornire al cittadino la sicurezza della presenza delle istituzioni ed all’occorrenza una loro pronta azione di intervento.

L’attività operativa sarà ancora più intensa nel periodo culminante dell’estate che coincide con il massimo affollamento del litorale (agosto). In tale periodo sarà previsto l’impiego di tutti i mezzi navali disponibili per assicurare il pattugliamento giornaliero nelle acque di giurisdizione allo scopo di prevenire eventuali comportamenti illeciti o comunque, per garantire un più efficace intervento repressivo.

Sul servizio rimorchiatore: “sul servizio di rimorchio non c’è ancora un progetto, non c’è stata la proposta di un imprenditore che è venuto a Manfredonia per una proposta di sercvizi: come Comandante della Capitaneria ho attenzionato la problematica al Ministero competente”.

Nel corso della conferenza moniti per i tuffi dei bagnanti dalle piattaforme: un’abitudine consolidata a Manfredonia, come in altri centri, ma pericolosa: “l’invito è ai ragazzi che si accingono ai tuffi da zone pericolose ma soprattutto ai genitori degli stessi, penalmente responsabili delle azioni dei minori”.

Numero per chiamata emergenze Capitaneria di Porto (ST)

Si ricorda che il numero di emergenza sempre attivo per contattare la Capitaneria di Porto è il 1530.

FOCUS

DECALOGO MARE SICURO: DALLA SICUREZZA DEL BAGNANTE ALLE DOTAZIONI DI SICUREZZA


Il decalogo del bagnante

“MARE SICURO” – Il decalogo del Bagnante
1 Non fare il bagno se non sei in perfette condizioni psicofisiche;
2 Anche se sei un buon nuotatore non forzare il tuo fisico;
3 Dopo una lunga esposizione al sole entra in acqua gradualmente;
4 Lascia trascorrere almeno tre ore dall’ultimo pasto prima di fare il bagno;
5 Non entrare in acqua quando è esposta la bandiera rossa;
6 Se non sai nuotare bagnati in acque molto basse;
7 Non allontanarti oltre i gavitelli che delimitano la zona di sicurezza per la balneazione;
8 Non allontanarti dalla spiaggia oltre i 50 m. usando materassini, ciambelle, galleggianti o piccoli canotti gonfiabili;
9 Evita di tuffarti dagli scogli;
10 Osserva quanto previsto nelle ordinanze per la disciplina delle attività balneari, in particolare:
– non recare disturbo alla quiete dei bagnanti (schiamazzi, giochi, radio a volume elevato);
– non portare animali sulla spiaggia, ad eccezione delle zone ove espressamente previsto;
– non montare tende, accendere fuochi, campeggiare sulla spiaggia.

LE ORDINANZE DELLA CAPITANERIA DI PORTO DI MANFREDONIA PER LA REGOLAMENTAZIONE DELLE ATTIVITA’ DA DIPORTO

10/12: 18/05/2012 Disciplina del diporto nautico nel Compartimento Marittimo di Manfredonia e 11/12: 18/05/2012; ORDINANZA BALNEARE 2012 [Annessi: 1. Ordinanza Disciplina del Diporto Nautico (10/2012); 2. Ordinanza Locazione e Noleggio natanti da diporto (26/2008)].


Redazione Stato, ddf@riproduzione riservata



SEGUE VIDEO INTERVISTA E CONFERENZA



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi