Cronaca

Presentato alla città il ‘Palazzo delle Energie – Centro servizi e affari’

Di:

Il sindaco di Foggia Gianni Mongelli (ph: Michele Sepalone)

Foggia – CONFAGRICOLTURA Foggia e Banca di Credito Cooperativo di San Giovanni Rotondo fano il loro ingresso ufficiale nell’ormai storica sede dell’Amgas che oggi diventa il Palazzo delle Energie – Centro servizi e affari e “inizia a possedere tutte le caratteristiche proprie di un vero e proprio centro direzionale ed un valore aggiunto per la comunità cittadina”. E’ stato Massimo Russo, l’amministratore unico della società di proprietà del Comune di Foggia, a sintetizzare con queste parole il senso dell’attività svolta per raggiungere “uno degli obiettivi del piano di ristrutturazione finanziaria e riorganizzazione operativa dell’azienda”.

A presentare l’iniziativa, nella conferenza stampa svoltasi questa mattina nella Sala dell’Energia, c’erano, oltre a Russo, il sindaco di Foggia Gianni Mongelli, il presidente di Confagricoltura Foggia Onofrio Giuliano, il presidente della BCC Antonio Palladino e il presidente di Amgas Blu Srl Alfonso De Pellegrino: “società e organizzazioni a cui si aggiunge AM Service Srl che avranno qui la propria sede principale ed i propri uffici operativi”.

I contratti di fitto sottoscritti da Amgas SpA garantiranno un introito di circa 155.000 euro l’anno “a fronte di un obiettivo finanziario, indicato nel piano di ristrutturazione del debito, fissato a 100.000 euro”. In parallelo, si riducono di circa il 20% i costi complessivi di gestione della struttura, i cui spazi sono occupati al 90% rispetto al 40% riscontrato all’inizio del mandato dell’attuale amministratore. La BCC trasferirà nel salone a piano terra del Palazzo delle Energie la propria filiale – “non uno sportello qualunque”, ha sottolineato compiaciuto il sindaco Gianni Mongelli – ed aprirà i propri sportelli ai clienti di Amgas Blu: “a partire da settembre – ha annunciato Alfonso De Pellegrino – si potranno pagare gratuitamente le bollette utilizzando due delle quattro casse che saranno attivate. E’ il primo passo di una collaborazione commerciale che avrà positivi ed interessanti risvolti per i nostri utenti”.

“Noi siamo partner finanziari di Amgas Blu e Amgas da oltre due anni – ha aggiunto il presidente della BCC Antonio Palladino – e già con l’ingresso nel capitale di Ascopiave abbiamo intensificato i nostri rapporti. Ora avviamo una nuova fase, anche migliorando il servizio offerto ai nostri clienti che avranno a disposizione una struttura più confortevole e più facilmente raggiungibile”. Proprio i vantaggi logistici – disponibilità di parcheggio, facilità di accesso per chi viene da fuori città, vicinanza al centro cittadino – hanno convinto Confagricoltura Foggia a “lasciare la nostra storica sede per migliorare i servizi offerti agli associati – ha affermato il presidente Onofrio Giuliano – ed essere parte attiva di un’operazione di alto contenuto simbolico: trasformare questo palazzo nel simbolo della città che produce ed offre servizi di qualità”.

Massimo Russo ha colto l’occasione offerta dalla conferenza stampa per annunciare il prossimo step progettuale: affidare a privati qualificati la gestione dell’auditorium all’esito di un bando pubblico. “E’ una struttura tra le più belle e funzionali della città – ha affermato – ed è giusto sia messa al servizio della città stessa ospitando eventi e manifestazioni che non può certo essere Amgas ad organizzare e promuovere”. “Tre anni fa eravamo alle prese con un’azienda in crisi, finanziaria e di mercato; oggi ci ritroviamo per registrare un ulteriore passo in avanti sulla strada del risanamento, della riorganizzazione e del rilancio delle attività aziendali – ha commentato il sindaco Gianni Mongelli – L’evidenza dei fatti ci dice che il percorso è stato ottimamente svolto e altrettanto ottimamente guidato”. Prima il completamento dell’apertura al traffico della tangente settentrionale, poi la sottoscrizione degli accordi con Ferrovie dello Stato per gli investimenti sul terminal bus, quindi l’attivazione del Palazzo delle Energie che “farà gravitare in questa zona della città interessi economici e contribuirà alla sua rigenerazione. Ciascuna di queste azioni – ha concluso Mongelli – era parte della strategia disegnata 3 anni fa e portata avanti in questi 3 anni esclusivamente nell’interesse della città”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi