Economia

Vendola gongola: “Conti sempre più virtuosi per la Puglia”

Di:

L'assessore regionale Michele Pelillo (st)

Bari – LA Giunta regionale ha approvato lo schema di disegno di legge sull’assestamento di bilancio e la prima variazione al bilancio 2012. Insieme alla variazione, è stato approvato il rendiconto 2011. L’assessore al Bilancio Michele Pelillo e il presidente Vendola hanno illustrato i provvedimenti previsti dal rendiconto e dallo schema di legge durante una conferenza stampa. “Come è consuetudine – ha spiegato Pelillo – anche quest’anno insieme al rendiconto 2011 approviamo l’unica variazione al bilancio che prevediamo per il 2012. Sicuramente il rendiconto è il documento più importante, dal punto di vista tecnico, amministrativo e politico. Abbiamo redatto una relazione completa, esplicita e precisa che va ad analizzare tutto quello che è successo nel 2011, che è stato un anno felice e importante, di grande rilievo per i conti della Regione che sono a posto”.

“In Italia non c’è una regione – a parte la Lombardia – che abbia un rating più alto del nostro, che corrisponde a quello dello stesso Stato italiano. La Corte dei conti ci ha già rivolto apprezzamenti espliciti e lo stesso esercizio 2011 è stato migliore di quello del 2010. E la stessa Corte dei conti analizzerà il documento che abbiamo approvato oggi. Nella relazione abbiamo affrontato la questione del patto di stabilità: solo grazie all’intervento della Regione abbiamo salvato 52 comuni e tre province dal dissesto. Ci sono particolari in più sulla transazione con Merrill Lynch: nella relazione sono esplicitati particolari che non potevamo precisare all’epoca della transazione, come il livello di esposizione della Regione con titoli a rischio default come quelli greci. Ci sono inoltre dati sul patrimonio regionale e sulle entrate fiscali, già illustrati precedentemente”.

Pelillo ha poi parlato dell’assestamento/variazione: “Si tratta di una piccola manovra, più tecnica che politica. Il piccolo assestamento ha registrato congrue modifiche fisiologiche. I principali punti sono stati: le risorse per la stabilizzazione del personale ex Sma in Arif: proseguendo la lotta alla precarietà sono stati stanziati otto milioni di euro per l’assunzione di operai forestali e irrigui. Inoltre per la terza volta interveniamo a favore del sistema universitario pugliese, con cinque milioni per gli atenei. Ci sono due milioni di contributo straordinario per la Fondazione Petruzzelli e un intervento straordinario per la Asl di Taranto per la lotta alla mobilità passiva: la Asl jonica è quella più in sofferenza per l’esodo dei pazienti in strutture fuori dalla provincia. Il DG avrà a disposizione 8 milioni in più per l’acquisto di prestazioni sanitarie supplementari”. La palla ora passa al Consiglio per l’approvazione in Aula, Pelillo ha poi ringraziato il personale e i dirigenti dell’assessorato per il lavoro svolto.


Vendola.
“Conti sempre piu virtuosi per la Puglia”. Così il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola incontrando i giornalisti, insieme con l’assessore al bilancio Michele Pelillo, al termine della seduta di Giunta che ha approvato il rendiconto 2011 e l’assestamento di bilancio 2012. “Quello che abbiamo approvato – ha aggiunto Vendola – è un bilancio consuntivo che rappresenta un’anomalia in positivo, con una Puglia che riesce a liberarsi, di anno in anno, di una parte del suo debito consolidato storico, con conseguente apprezzamento anche da parte delle agenzie di rating internazionale. Non solo. Tutte le aziende partecipate dalla Regione Puglia, caso più unico che raro in Italia hanno bilanci prevalentemente in attivo e infine questo bilancio rappresenta un’anomalia perché in un momento di assoluta ristrettezza, noi riusciamo a dare segnali positivi alla società pugliese”.

“È un bilancio che, in epoca di crisi e di grande disagio economico, cerca di dare coraggio e speranza alla società pugliese – ha spiegato Vendola – dando per esempio sostegno al sistema universitario, al collasso a causa dei tagli romani, oppure dando sostegno allo sforzo della città di Taranto per alleviare la condizione di dolore legata all’inquinamento e alle patologie derivate dall’inquinamento industriale”. Per quanto riguarda poi il coinvolgimento per la prima volta dei sindacati nella consultazione sulla manovra di bilancio, Vendola ha detto che “quando le condizioni di contesto diventano difficili e il rischio è quello di un precipizio verso la povertà, occorre vivere la concertazione come un dovere assoluto perché più sono gli attori che portano la propria conoscenza e la propria sensibilità e più le scelte del decisore politico si fanno adeguate alla sfida che abbiamo di fronte”.

Sulle scelte poi del governo tecnico anche in materia di tagli dei trasferimenti e sulla possibilità di abbassamento delle tasse, Vendola ha aggiunto che “abbiamo l’obbligo di coprire con la coperta della regione tutti quei ceti sociali e quelle figure socialmente vulnerabili e deboli che sono state denudate, prima dal governo Berlusconi e poi dal governo Monti che hanno proceduto a tagliare i trasferimenti indirizzati alla protezione sociale. La tassazione – ha spiegato Vendola – ha sempre avuto per noi una finalizzazione esplicita come è stato per l’Irba, l’imposta sulla benzina con la quale abbiamo coperto l’improvvisa scopertura di tutta la geografia della non autosufficienza. Se il governo – ha detto infine Vendola – ci taglia i fondi, il mio impegno è coprire esigenze sociali che sono di giorno in giorno più esplosive e continuare quindi a garantire le risorse per quei settori fondamentali della vita sociale”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi