GarganoManfredonia
Nota stampa

Incidente ferroviario, Gatta “Vicini a famiglie”

Di:

“Un grande dolore per le vite spezzate a seguito del grave scontro tra due treni nei pressi di Corato. Esprimo sentita vicinanza alle famiglie delle vittime, colpite da una tragedia che ci lascia senza parole e che resterà una ferita indelebile nella memoria della Puglia”. Lo dichiara il vicepresidente del Consiglio regionale, Giandiego Gatta.



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • le stelle

    sai cosa se ne fanno della tua vicinanza adesso? perchè non facevi un interrogazione sulla realizzazione del secondo binario? invece hai chiesto:

    INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA
    Oggetto: soppressione fermate tratta Foggia – Bari – Foggia.

    Premesso che:
    • il Governo ha fissato il principio della modalità di trasporto sostenibile: quindi tutta la programmazione dei fondi europei è finalizzata allo spostamento, quanto più possibile, dei chilometri dalla gomma al ferro;
    • la Regione Puglia, con L. 16/2008, ha individuato nel trasporto su ferro il sistema rispetto al quale strutturare la rete portante del Trasporto Pubblico Regionale Locale, prevedendo la gerarchizzazione dei servizi ferroviari in ambito regionale, che prevede tre categorie di servizi (regionali, provinciali e metropolitani in area barese) oltre al ricorso a nuove tecnologie quali il Treno Tram, al fine di rispondere al meglio alle caratteristiche della domanda contenendo i costi di esercizio sulle linee secondarie a medio/scarso traffico;
    • da notizie informali pervenute nelle scorse settimane e diffuse anche in rete, parrebbe che nella tratta ferroviaria Foggia – Bari – Foggia, con decorrenza 13 dicembre 2015, sarebbero soppresse le fermate dei treni regionali in diverse stazioni, in particolare, verrebbero soppresse le fermate di Incoronata ed Orta Nova;
    • la necessità di mantenere la fermata ad Incoronata rinviene dal fatto che la stessa è a servizio della zona industriale di Foggia;
    • Il bacino di utenza della fermata di Orta Nova, che comprende lo stesso Comune nonché gli altri dei Cinque Reali Siti, ovvero Carapelle, Ordona, Stornara e Stornarella, ha un consistente numero di fruitori, in gran parte lavoratori pendolari e studenti, verso Foggia e verso Bari;
    • Orta Nova ed i paesi viciniori hanno necessità non solo di mantenere la fermata, ma di razionalizzare l’accesso alla stessa con il coordinamento treno – bus, le cui corse per orari ed intensità sono scarsamente fruibili.

    Tanto premesso,

    SI INTERROGA

    Il Presidente della Giunta Regionale Dott. Michele Emiliano e l’Assessore alla Mobilità Avv. Giovanni Giannini, per sapere e conoscere:

    1. se è vero che si intendono sopprimere le fermate di Incoronata e Orta Nova sulla tratta ferroviaria Foggia – Bari – Foggia;
    2. nel caso di risposta affermativa, quali siano i reali motivi che inducono a tale scelta;
    3. se non ritengano che la popolazione ed i lavoratori delle comunità interessate alle fermate in parola abbiano diritto di mantenere la fruizione dei servizi di Trasporto Pubblico Regionale Locale previsti dalla Legge Regionale 16/2008.

    F.to Avv. Giandiego Gatta
    http://www5.consiglio.puglia.it/GissX/XPubbGiss.nsf/0/A5946198266C56F9C1257ED5004E7B80?OpenDocument

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati