ManfredoniaScuola e Giovani
Nota stampa

Stea “Opportuno far slittare l’inizio dell’anno scolastico”

Di:

Il Consigliere regionale del Gruppo Area Popolare, Gianni Stea, ha presentato questa mattina un’interrogazione urgente, per sollecitare l’assessore per il Diritto allo Studio e alla Scuola, Sebastiano Leo, e rivedere il calendario dell’anno scolastico 2016/2017, “posticipandone l’inizio di una settimana/dieci giorni venendo incontro alle necessità ed esigenze degli studenti, delle loro famiglie, e di un miglior funzionamento e una più efficace organizzazione del mondo della scuola, già costretto in Puglia a convivere con i disagi dettati da gran parte degli istituti non all’altezza, per via dei continui tagli che condizionano in particolare l’edilizia scolastica e le opere di ammodernamento” spiega.

“In Puglia da anni la Regione, le amministrazioni locali e le organizzazioni di categoria sono impegnate in sforzi considerevoli per favorire la destagionalizzazione e la naturale prosecuzione della stagione turistica, non più e non solo concentrata nei mesi di luglio e agosto”, ricorda. “Il mese di settembre presenta temperature ideali per vacanze all’insegna del low cost, dettate da scelte personali o da necessità economiche, alla luce della crisi economica e dei disagi che vivono molte famiglie, e il turismo rappresenta una delle voci più significative per l’economia regionale” sottolinea Stea. Così per gli studenti pugliesi, per i docenti e per il personale amministrativo impiegato, “il rientro anticipato nelle aule scolastiche agli inizi del mese di settembre costituisce una forzatura, alla luce delle temperature ancora elevate” e “molti istituti scolastici in Puglia sono sprovvisti di impianti di climatizzazione adeguati”. Da qui l’interrogazione “dettata dal buon senso”, spiega ancora Stea, con “i giorni mancanti per l’eventuale slittamento dell’inizio delle lezioni potrebbero essere recuperati nel corso dello svolgimento dell’anno scolastico, garantendo il tetto previsto e la necessaria regolarità”.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati