CulturaManfredoniaSpettacoli
"Ecco gli eventi dell'estate. Bisogna considerare l'assenza di fondi dal Comune"

Mazzone “Turismo: Manfredonia è più attrattiva”. E sul futuro da sindaco.. (VIDEO)

"Futuro Carnevale? Con servizi adeguati, possibile un ticket. Avremo un'adeguata Festa patronale. Cultura: puntiamo sul progetto 'Io sono Gargano'. Eventi? A disposizione di tutti, mai chiuse le porte a nessuno.."


Di:

C’è Amministratore e Amministratore. C’è quello che preserva, con orgoglio, quanto ottenuto a oggi (“Manfredonia è più attrattiva“), a fronte di una carenza di fondi (“Quanto ha stanziato per l’estate il Comune? Zero“); c’è quello che esterna iniziative (“Io sono Gargano”), sperando in “mecenati culturali” e nell’adempimento del ruolo, da parte di tutti: “Politica, Agenzia, Media e Associazioni”. Poi, “sfruculiato” nell’intervista, c’è il possibile Amministratore. Amministratore che rifiuta qualsivoglia etichetta (“Sintesi perfetta tra destra e sinistra? Mi rivedo più che altro in marcia“), e che – senza volerlo (si è definito “un veltroniano“) – strizza addirittura l’occhio al grillismo (chissà quanto il legame originerà un sussulto): “Compromesso tra destra e sinistra: un progetto destinato al fallimento. Me lo auguro. Un’idea di politica vecchissima. Con l’Agenzia ho deciso, accantonando il mio lavoro, di dedicarmi alla comunità. Per dare un futuro ai miei figli e alla città. Per non costringerli ad andare, per porli almeno davanti una scelta“. Ma la risposta sulla candidatura a sindaco emergerà solo nell’ultimo vocabolo dell’intervista…. (A cura di Giuseppe de Filippo – g.defilippo@statoquotidiano.it)

CARTELLONE – EVENTI ESTIVI : “Inutile negare i problemi di bilancio. Il Carnevale offerta principale degli eventi di Manfredonia”
Mentre altri Comuni hanno presentato il cartellone estivo, mentre la Giunta Landella avrebbe stanziato 100mila euro per l’Estate a Foggia, a Manfredonia, quest’anno, non ci sono fondi dal Comune. ”E’ un periodo difficile per il bilancio”, dice a Stato Quotidiano Saverio Mazzone, dal dicembre 2015 Amministratore unico (“senza rimborso, nè stipendi”) dell’Agenzia del turismo (costituita il 07 gennaio 2013, con 51% di quote del Comune, già reduce dalla gestione De Meo). “Le città che hanno presentato un cartellone estivo – continua – possono pianificare gli eventi come punta di diamante del cartellone. Manfredonia, al di là di tutto, ha nel Carnevale un momento importante della sua offerta. E’ indubbio – e penso all’ultima edizione – che la credibilità della città sia cresciuta, attraverso il Carnevale. Un Carnevale che va ad assorbire (almeno fino all’ultima edizione,ndr) gran parte del budget (200mila quest’anno,ndr) del Comune per gli eventi. Da tempo, è in corso un tavolo con i privati per soluzioni al problema. Il pubblico e il privato non possono operare separatamente. In ogni modo, dopo 15 anni di investimenti, abbiamo una città più bella. Probabilmente, questo per il Comune ha comportato un esborso non irrilevante. Ora bisogna ripartire”.

Laboratorio didattico - culturale "Video-letture espressive per innamorati del tempo"

Laboratorio didattico – culturale “Video-letture espressive per innamorati del tempo” (ph chiara piemontese)

Manfredonia, eventi estate 2017: “Laboratori didattici, Palio delle Contrade, Corto e Cultura, Festival degli Artisti di strada
Ad esclusione delle attività dei privati, questi gli eventi previsti per l’estate 2017 a Manfredonia: “I laboratori didattici – culturali nel Fossato del Castello, nell’ex fabbriche di San Francesco, nella Biblioteca comunale, e nel Parco Archeologico “Le Basiliche” di Siponto. Il Palio delle contrade e il corteo storico, il festival Corto e Cultura, un festival di artisti di strada”.

“Spesso svolgiamo attività da ‘Sportello unico’. In ogni modo, l’Agenzia, per statuto, non deve occuparsi del cartellone estivo”
“Attestata la mancanza di risorse dal Comune – continua Mazzone – l’Agenzia, da un lato, ha tentato di collaborare per la ricerca di fondi attraverso i privati, da un altro ha svolto un compito basilare nella facilitazione e organizzazione degli eventi. In seguito agli incidenti di Torino, sono state imposte delle restrizioni importanti per gli eventi in piazza (circolari prefettizie, dopo disposizioni ministeriali). Stiamo tentando di svolgere funzione da ‘Sportello unico‘ per facilitare l’organizzazione dei servizi. Ricordo in ogni modo che l’Agenzia, per statuto, non deve occuparsi del cartellone estivo, affidato in passato all’Ufficio Cultura del Comune (con relativo budget,ndr). Nonostante questo, nonostante l’attuale organico, stiamo continuando ad operare per sostenere l’organizzazione degli eventi”.

“Nonostante tutto, essere Comune capofila di ‘Io sono Gargano‘ è un ottimo punto di partenza”
La difficoltà non è solo nella ricerca dei fondi, il contributo non è il punto di partenza (rivolgendosi a un artista al quale avevano chiuso il teatro, Gianni Ciardo ha detto di recente ”Hanno fatto bene. Devi fare cassa con il botteghino, non con il contributo. Lo dice la parola stessa: con-tributo, che contribuisce e non fa tutto”,ndr)”.

“Ho tante idee per la cooperazione tra pubblico e privato”, aggiunge Mazzone. “Bisogna ricordare che non è semplice trovare una sintesi (il riferimento è all’organizzazione di eventi culturali,ndr) tra gli Enti che hanno competenze nel merito. Fondamentale la fruizione integrata dei beni, e non è facile. Ad esempio: comprando un biglietto per la Basilica di Tresoldi non è automatico che si possa accedere agli Ipogei o al Museo Diocesano. C’è necessità di progettazione. Certo, essere Comune capofila di ‘Io sono Gargano‘ (in tal senso il Comune di Manfredonia ha impegnato € 300.000,00 – pari al finanziamento del Mibact per l’attuazione del progetto,ndr) è un ottimo punto di partenza. Siamo avanti rispetto a tutti gli Enti del progetto. Con il tempo arriveremo all’agognata sintesi”.

Cosa avrei organizzato se avessi avuto 50mila euro di budget dal Comune? Avrei puntato sulle politiche culturali, al di là delle occasioni di intrattenimento, sul modello delle ”Residenze d’artista”, che consentono l’incontro con l’ospite d’onore – artista, musicista, scrittore – con possibilità di una sua presenza per più tempo nella comunità. Mi sarebbe piaciuto organizzare 2-3 eventi di questo tipo, al di là dei momenti di natura commerciale”.

C’erano una volta le sagre “Oggi deve esserci la qualità e il rispetto delle norme, non bastano stand e cucine”
Non c’è quasi mai nulla che colleghi Manfredonia e il pesce in una sagra di livello. Poi: il pane, l’olio, i pomodori: una grande manifestazione sui prodotti tipici del Gargano. Comunicarla in modo adeguato. Ci sono tradizioni di musica popolare… “Un’annotazione: Manfredonia è una citta d’arte ma è anche il Comune capofila tra 19 enti del progetto ‘Io sono Gargano’. Da qui, ogni evento va presentato al meglio. Fino a qualche anno fa, le sagre si potevano organizzare con la volontà dei privati, tra stand e cucine. Oggi ci sono normative stringenti da rispettare, con costi per l’organizzazione. Certo, sarà necessario organizzare qualcosa in tal senso. Si sa che le sagre piacciono tanto ai turisti. Personalmente, amo la cultura popolare. Vedremo, vale lo stesso discorso fatto in precedenza: occorre pazienza, in considerazione del periodo. Bisogna abituare la città, gli organizzatori, quanti si muovono intorno agli eventi, a fare le cose al meglio, nella programmazione. Certo, senza previsioni di spesa da parte del Comune non è semplice”.

“Personalmente non sono contrario a nessun evento, tranne a spettacoli che offendono il pubblico decoro, ma qui ci pensa la legge. La mia regola principale da quando sono Amministratore dell’Agenzia? L’ascolto. L’ascolto poichè ho sempre ascoltato tutti e non ho mai chiuso le porte a nessuno (al netto degli impegni d’agenda)”.

“Stop burocrazia: le proposte per venire incontro alle esigenze dei privati che vogliono organizzare eventi”
“In questa fase in cui non si dispone di risorse da mettere a disposizione dei privati, i privati che propongono eventi coerenti con le politiche turistiche – culturali del pubblico devono ricevere qualcosa in cambio. Cominciamo: uno ‘Sportello unico per le manifestazioni‘, un solo sportello – a carico dell’Amministrazione – per agevolare coloro che organizzano gli eventi, per evitare di fargli ‘sbattere la testa’ contro i percorsi della burocrazia. Poi: convenzioni con chi organizza le attività per abbattere i canoni e le tariffe esistenti, penso alle licenze commerciali, all’occupazione di suolo pubblico, etc.”.

“Un ticket obbligatorio per assistere al Carnevale? Sì, ma con servizi adeguati. Simona Ventura? E’ costata 13mila euro”
“Abbiamo programmato un ingresso a pagamento per assistere al Carnevale di Manfredonia. Ma è necessario offrire dei servizi adeguati: parcheggi, delimitazione delle aree. Credo che un ticket di 5 euro, ad esempio, con parcheggi, servizio navetta, potrebbe essere sufficiente. Certo per la prossima edizione del Carnevale (al momento non è previsto uno stanziamento di fondi,ndr) bisognerà fare un grande lavoro. Vedremo”.

carnevalemanfredonia.com

carnevalemanfredonia.com

“Per il Carnevale 2017, attraverso l’Agenzia, abbiamo raccolto 150mila euro circa”
“Costi degli ospiti: Simona Ventura è costata 12-13mila euro. Basta con la divulgazione (30/40mila, ndr) di cifre assurde. Non rivelo il costo degli altri ospiti, perchè c’è stata una richiesta di accesso agli atti e lo comunicheremo in seguito. Non rovineremo la sorpresa a nessuno. In ogni modo, il Carnevale 2017 è costato 200mila euro di contributi pubblici. Avevo chiesto altri 30mila euro per il ripristino dei capannoni danneggiati da un incendio. Non li abbiamo ricevuti. Credo che si tratti del contributo (200mila euro,ndr) più basso destinato dall’Amministrazione al Carnevale. Abbiamo raccolto 150mila euro circa tra sponsor e contributi, attraverso un duro e lungo lavoro, presentando progetti credibili ai diversi enti. Dunque, la manifestazione è stata organizzata con il 50% circa della raccolta fondi dell’Agenzia”.

Sponsorizzazioni
“Chiediamo troppo agli sponsor per il Carnevale, e ne paghiamo le conseguenze l’estate? Assolutamente. Credo che l’offerta di eventi dell’Agenzia sia abbastanza delineata: c’è il Carnevale, la Festa Patronale, il Palio, e c’è una stagione estiva per la quale prima o poi bisognerà intervenire strutturalmente; infine c’è il fronte delle politiche culturali che è trasversale a tutti questi settori. Dal mio punto di vista, ci sono diverse tipologie di sponsor privati da andare a ‘sfruculiare‘: fondamentali sono coloro che fanno attività di sponsorizzazioni perchè ottengono un guadagno in termini di immagine, di aumento delle vendite, e sono quelli più soddisfatti. Se per il Carnevale ci hanno dato tanto in termini di contributi, vuol dire che credono nelle possibilità dell’evento, in termini commerciali”.

Per la festa patronale del 2016 abbiamo raccolto 60mila euro circa, oltre 15mila euro circa da donazioni varie”. “La festa patronale non è turismo? Assolutamente no. Le feste patronali di Puglia rappresentano una tradizione consolidata importantissima e un circuito di offerta turistica incredibile. Molti restano nelle strutture ricettive durante i giorni della festa. I B&B a Manfredonia? Le offerte per i pernottamenti non sono spropositate. Quanti ne sono? I dati ufficiali ci sono ma molte strutture, dal mio punto di vista, non sono censite”.

Mecenatismo culturale? Ci credo, e imprenditori in tal senso ci sono. Ma è fondamentale anche il sostegno dell’Amministrazione nel sostegno di un determinato percorso. Se ho un grande progetto sostenuto dalla politica ho possibilità maggiori di presentarmi da un imprenditore e chiedere di fare mecenatismo culturale: ‘Vuoi tu imprenditore che hai fatto impresa sul territorio dare qualcosa a questo territorio che, casualmente, ti ha ospitato quando facevi la tua fortuna? Vuoi gestire gli Ipogei Capparelli che possono diventare gli Ipogei Capparelli ‘XX imprenditore?’. Potenzialmente gli imprenditori ci sono, ma ci vuole un progetto serio e un sostegno politico forte”.

“Perchè è fermo il sito dell’Agenzia del Turismo? Siamo in attesa di definire una convenzione”.

Beni culturali. “Ipogei Capparelli: come pubblico abbiamo fatto il massimo, resta il problema della gestione. L’importanza del progetto ‘Io sono Gargano'”
“21 Novembre 2015: un significativo patrimonio di beni ambientali e culturali sia materiali sia immateriali nuovamente rimessi a disposizione della comunità e dei turisti. Grazie ai fondi POIN”Attrattori Cultura, beni culturali e Turismo” (FESR) 2007-2013 c’è stato il recupero e l’apertura al pubblico degli Ipogei Capparelli, la riqualificazione del Fossato del Castello di Manfredonia e il recupero delle fabbriche del Convento di San Francesco”. Nei fatti: è stato dato il giusto risalto agli Ipogei? Non si ha ancora difficoltà a comprendere dove siano, quando visitarli..? “Per gli Ipogei Capparelli, come pubblico abbiamo fatto il massimo. Ora, si apre la grande partita della gestione. La gestione deve essere sostenibile per l’ente proprietario del bene e per il soggetto gestore”.

Ora “la gestione di un bene culturale in Italia raramente è un’attività che ti procura un guadagno. Occorre trovare quell’equilibrio finanziario che ti consenta di pagarti i servizi essenziali del sito: apertura/chiusura, custodia, utenze e manutenzione, che hanno il loro costo. Fatto questo, i siti devono trovare contenitori di eventi e iniziative. Infine, ti apri alla ricerca del pubblico che, pagando, ti viene in parte a ripianare i costi che hai affrontato. Una grandissima, enorme, occasione che abbiamo per cercare una soluzione fattibile per la gestione di un sistema così complesso è il progetto ”Io sono Gargano”. Il tutto per una gestione integrata dei beni che sia in qualche modo sostenibile. Abbiamo un’occasione importante: fino a ottobre 2017 faremo scouting alla ricerca di imprese e soprattutto di un ente gestore che sia interessato, economicamente, alla gestione di tutti i beni. Credo che nè il Comune, nè la Diocesi siano in grado di far funzionare e gestire tutti i giorni i nostri beni. Stiamo sperimentando, è un mondo nuovo, per tutti, non solo per Manfredonia”.

Collaborazione con altri enti e associazioni? Ottimo, tanto con il Gal quanto con l’intero associazionismo locale”.

ph raffaele salvemini

ph raffaele salvemini

Futuro, bilanci, e candidature. “L’analisi della gestione dell’Agenzia dal mio insediamento è positiva”.

Saverio Mazzone ha una grande tradizione familiare di centrodestra, ma di fatto ha collaborato – e collabora anche attraverso l’agenzia – con il centrosinistra di Manfredonia. Ha sempre negato ‘un conflitto di interessi con la sua agenzia privata‘: “Praticamente l’ho accantonata, e non lavora più nel territorio”. Ma Mazzone si ritrova in questa riflessione che vede nello stesso la sintesi tra centrosinistra e centrodestra, unite a Manfredonia, si dice, da un compromesso virtuale ? “Compromesso tra destra e sinistra? Un progetto destinato al fallimento. Almeno, lo auguro. E’ un’idea di politica vecchissima. Con l’Agenzia ho deciso, accantonando il mio lavoro, di dedicarmi alla comunità. Per dare un futuro ai miei figli e a quelli della città. Per non costringerli ad andare, per porli almeno davanti a una scelta. Al momento fare previsioni, a livello politico, è impossibile: ci attendono altri 3 anni di Amministrazione”.

E se entro la prossima primavera si tornasse a votare, qualora l’attuale sindaco decidesse di tentare la ‘carta’ del Parlamento? “Se, se, se, se.. troppi se. Se, se tutto cio’ avvenisse.. ci penserei.. (alla candidatura a sindaco,ndr)”.

(A cura di Giuseppe de Filippo g.defilippo@statoquotidiano.it)

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA

Mazzone “Turismo: Manfredonia è più attrattiva”. E sul futuro da sindaco.. (VIDEO) ultima modifica: 2017-07-12T23:59:53+00:00 da Giuseppe de Filippo



Vota questo articolo:
37

Commenti


  • Vota Andò

    L:attrattiva della monnezza e delle paludi ma fatemi il favore!!!!


  • Indignato

    I finanziamenti relativi a feste patronali, carnevale, calcio e quant’altro richiedeteli agli sponsor e alle varie attività commerciali e anche a politici sipontini che percepiscono stipendi altissimi. Ma la dovete smettere di usare il denaro pubblico per il pane e circense! Dia una scorsa al parco giochiel castello e al fossato dello stesso! Ma di che turismo parliamo di quelli dei rifugiati politici e disperati vari? Dia una scorsa nelle vie di Manfredonia..


  • C'era una volta Manfredonia

    Una volta perla ora vergogna del Gargano!


  • Che fine ha fatto il gippiello?

    È attrattiva anche per collocarci la più grande quantità di GPL mai introdotta nel territorio europeo..mentre non si leggono smentite si legge che Berlusconi ha proposto Calenda come candidato premier.


  • Adriano

    Come fanno gli altri paesi, vicinissimi a Manfredonia, ad organizzare numerose e belle sagre? Vada a chiedere a loro l’Amministratore unico dell’Agenzia del Turismo. Un po’ di umiltà gioverebbe, a tutti.


  • Porto turistico senza barche

    Turismo, arte? L’unica arte che notano i turisti sono i giganteschi falli disegnati dai vandali. Turismo senza un albergo vista mare..che bello!


  • deluso

    Ma sei di Manfredonia? Fatti un giro dentro e fuori Manfredonia, e consapevolmente rifletti su quello che hai detto.
    TURISMO! Vai su Google e leggi seriamente il significato


  • La Torre M.

    Se non ricordo male nel 2012 ci fu nel mercato ittico la più bella sagra a cui abbia partecipato a Manfredonia, considerate che vivo a Nova milanese da 27 anni ed ogni anno vengo in ferie a Manfredonia la più bella tra le belle,on quella occasione ho degustato un fritto DOC di pesce fresco trattato e cucinato da mani sapienti del personale in forze al mercato ittico, da allora ho mangiato fritture varie in festini vari ma di eguali a quella sagra fatta nel mercato ittico ancora lo racconto in giro.Grazie ragazzi non avete uguali.Perché il tipo dell agenzia turistica non si rivolge a quei ragazzi?Facile no.


  • L'uomo palustre

    L’unica fonte di attrattiva turistica sul quale bisognerebbe puntare sono le paludi del lungomare del Sole. Esse potrebbero rappresentare il volano della ripresa turistica/economica della città! Arricchendola con appropriata fauna, sarebbe un formidabile contenitore di attrattive naturali.


  • Leo

    Ridateci Schiavone-de meo coppia del goal ineguagliabile in questa città.


  • Tomasone Giuseppe

    Sig.Mazzone abbiamo avuto modo di scambiare due parole tempo fa,gli Eventi e le Sagre si possono organizzare a costo zero,ormai diciamo sempre le stesse cose tutti gli anni,manca una pianificazione sullo sviluppo turistico,ormai anche quest’anno è andata,se non si pianifica un progetto da Settembre non avremo mai un incremento di turisti durante l’estate,ormai siamo nell’era digitale il turista guarda prima che tipo di eventi ci sono prima di prenotare una vacanza e che cosa organizzano in quel posto,abbiamo una bella città è facciamo poco per la promozione del territorio,abbiamo avuto l’occasione del giro d’Italia,persa,
    ci sono tanti modi per promuovere la città” Manfredonia”,anche un spot pagato da tutti gli imprenditori che tengono a cuore la città,farebbe da traino allo sviluppo turistico,anche se tieni molto al Carnevale é un evento molto costoso é dura poco,con quei soldi si potrebbe organizzare una Stagione Estiva piena di Eventi e Sagre,Buon lavoro Sig,Mazzone.


  • .anonimo


  • turistafaidate

    Quanto ha stanziato il comune di Manfredonia per lo stipendio (non risultano stipendi, nè rimborsi, all’Amministratore unico, neanche durante passato CdA con la relativa presidenza,ndr) L’agenzia del Turismo dovrebbe attrarre risorse e non essere un ulteriore peso per il Comune.


  • L'uomo palustre

    Chiedo umilmente scusa, mio malgrado ho dovuto interrompere il messaggio di cui sopra. In primis, condanno l’Olocausto del meraviglioso canneto sorto a ridosso del portò turistico e comunque sta rinascendo più rigoglioso di prima. Bisogna recintare tutta zona sino alla Conchiglia con pali di legno alti 2 metri, costruire 6 torrette di avvistamento in legno, dislocare 4 pistoncini reali, una coppia di Caimani, una coppia di piccoli ippopotami, bisce nere, nutrici dal collare, rane e cervoni e una vasta gamma di insetti sono già presenti oltre ad aironi e anatre del Sardone. Chiedendo collaborazione allo Zoofasano si potrebbe ottenere qualche animale in esubero e farlo crescere nelle paludi sipontine del lungomare tipo scimpanzé, coppia elefantini e coppie giraffe. Indire un concorso pubblico per laureati in scienze veterinarie e lingue straniere ta affinché possa essere assicurata max cura animali e max assistenza alle decine di migliaia di visitatori da tutto il mondo. Un forte abbraccio a tutti dall’uomo delle paludi di Orto delle brecce.


  • antonella

    Signora la Lorre, infatti da allora qui si mangia aria fritta mista a mosche, cosa vuole, cercano di fare turismo e invece prendono solo mosche, speriamo che le sappiano friggere bene, almeno quello!


  • Siponto doc


  • mind

    turismo?eheheheheh


  • Alain Delon

    Stiamo stufi…d aria fritta, sporcizia, gabelle debiti da sfascio e carrozzoni inutili da mantenere! Ve ne accorgerete alle politiche come i cittadini sapranno ricambiare con riserva de ” il bello deve ancora venire ” a partire dalla grottesca quanto drammatica histore de Energazexit!!


  • Pietro

    Sapessi quando me ne importa della festa patronale! Quando me ne importa del carnevale e altre pagliacciate. io voglio il lavoro e non queste fesserie!!!!!!!


  • Mariangela

    A Monte Sant’Angelo nell’era commissariale hanno organizzato iniziative che sono finite sui canali televisivi nazionali è richiamato migliaia di persone con pochissima spesa, grazie agli sponsor. Bisogna imitare Monte anche a Manfredonia.


  • Vincenzo

    Si potrebbero organizzare feste ,sagre,attività in genere e etc da un anno all’altro, un modo per dare lavoro ai disoccupati che potrebbero essere selezionati man mano tipo come un sorteggio come sta avvenendo attualmente all’ase anche se non è legale ma comunque si dà lavoro ed è questo l’importante.
    Se Lei Sig. Mazzone accetta questo tipo di consiglio, se Lei sarà candidato quale futuro sindaco della città io la potrò sostenere, anche perché se ho notato bene Lei si presenta abbastanza educato , ascolta chi è di fronte, non guarda il compiuter mentre la persona parla , non è arrogante come un mio vecchio amico.
    La saluto Sig. MAZZONE


  • Alex

    Ricordatevi di questo signore, e già deciso sarà il candidato Sindaco del centrosinistra alle prossime elezioni.


  • matteo

    Il PD ha sempre candidato persone senza una istruzione adeguata per fare l’amministratore pubblico. Io non lo voto


  • Dino

    Si fanno i conti senza l’oste.

    I soldi non devono mai essere pubblici, i servizi connessi si!

    Se lei riesce a far muovere la macchina del turismo con soldi privati,allora può sperare nel candidarsi come amministratore di questa città, sempre se gli elettori glielo permettono.


  • ilproletario

    Quando apre il Museo del Mare???? E perché non apre????
    Quando si riattiva il Parco Giochi al Castello?
    Quando si provvederà a raccogliere l’immondizia sparsa in tutte le zone pubbliche, tipo a destra e a manca del Ponte Caduti di Nassrya e strade collegate???? Perchè da anni non si raccoglie la cacca di cane sul marciapiede del Viale Tratturo del Carmine subito a monte della ASE ??
    per carità mi fermo qui!!!


  • Associazione albergatori Rimini

    L’agenzia del turismo è un ente inutile, senza fondi poi è incomprensibile a parte i compensi (NON CI SONO COMPENSI, è scritto,ndr). Questi sono i dieci anni piu squallidi di amministrazione che io abbia vissuto.


  • Marco

    Scusatemi se è vero ciò che leggo allora Francesco può fare il Presidente della Provincia di foggia.
    Il primo quinquennio di Angelo RICCARDI ci siamo divertiti perchè c’erano delle persone (schiavone – de michele – cosimo severo – lino troiano – mimmo scarano – gianni sventurato ecc ecc) e delle società che sapevano organizzare eventi anche senza soldi. Schiavone nel 2012 ha organizzato la festa patronale senza contributo del comune e tutti ci ricordiamo di quella festa: notte bianca dei bambini, mangiamare, gli STADIO, e altro ancora. Non ci si improvvisa organizzatore di eventi, si diventa imparando e essendo umili. che fine ha fatto il blues festival, il battiti live, il mangiamare, la notte bianca dei bambini…. Mi fermo qua! Siamo in caduta libera purtroppo.


  • Marta

    Mazzone sindaco, io trasferito da manfredonia! Solo giochi politici, lui a palazzo, lo zar ( -e con il consenso del leone) a Roma


  • Maria Guerra

    Ho letto con attenzione l’articolo e guardato il video. Tutto molto interessante ma bisogna continuare a navigare anche quando il vento non è favorevole. Si può dare di più.
    P.S. Ho elogiato e ringraziato Schiavone, Scarano & C. per il bun risultato, ma con Saverio Mazzone siamo saliti di qualità. E’ sempre poco ma stiamo messi meglio di prima, anche se qualche l.. si rode i polmoni


  • il manager

    Ma quale turismo, a Manfredonia non c’è un evento di rilievo, è di una noia mortale, e quegli eventi organizzati dai privati sono attività che si facevano negli anni 80, modernizzatevi!!! A Manfredonia (ma in generale sul Gargano) stiamo 100 anni indietro sul turismo e sugli eventi rispetto a regioni come l’Emilia Romagna, il Veneto o la Toscana.


  • Stufo

    Commissario prefettizio!


  • Manfredonia ad alto rischio sismico

    Non vi fate ingannare il PD e Forza Italia sono alleati, debbono portare a compimento lo scellerato progetto di distruggere totalmente l’Italia e anche Manfredonia..


  • Franco

    Vent’anni di accordi trasversali sulla pelle dei manfredoniani. Quando finiranno?


  • Antonio ---

    perchè non mette come testimonial per la città -… bello alto …. simpatico …


  • Mario

    Manfredonia fa schifo! Va bonificata prima che scoppiano ….!


  • Porto turistico senza barche e mercato ittico senza pesce

    Andate a cogliere le angurie!


  • LUISANNA

    Futuro sindaco lui o il suo gruppo fedelissimo???????? e no, caro mazzone!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi