Manfredonia
''I terreni su cui la Società ENERGAS S.p.A. intende realizzare l'impianto sono classificati dal succitato Piano di Gestione come 'pascoli naturali' e 'percorsi sub steppici di graminacee e piante annue'"

Deposito gpl a Manfredonia, no Giunta comunale: “ritorno terreni ad usi agricoli di qualità”

"L'intervento in questione è ricompreso tra gli impianti a rischio di incidente rilevante, soggetto a specifica normativa relativa al controllo del pericolo di incidenti connessi con sostanze pericolose di cui al Decreto Leg.vo 26.06.2015 n.105 (Direttiva Seveso III)"

Di:

Manfredonia – INSTALLAZIONE deposito gpl Energas (ex Isosar) in località Santo Spiriticchio: come anticipato dallo stesso Comune, la Giunta comunale di Manfredonia con atto n.169/05.08.2015 – facendo propria la relazione del Dirigente del 7° settore – ha demandato allo stesso Dirigente di “definire compiutamente i tipi di interventi ammessi in zona DI49 in considerazione dell’intervento proposto dalla Società ENERGAS S.p.A. (‘posto che il precedente strumento urbanistico – P. di F. – ammetteva interventi esclusivamente di tipo artigianale non nociva, mentre il vigente strumento urbanistico pur recependo in toto le norme del P. di F. assegna una definizione diversa ammettendo la realizzazione di complessi industriali di tipo non inquinante’)” e di “predisporre gli atti necessari al fine di portare a compimento l’iter amministrativo di adeguamento del PRG al PPTR già avviato con delibera di Consiglio Comunale n. 15 dei 15.04.2015″.

Come riportato nella citata delibera di Giunta, ”i terreni su cui la Società ENERGAS S.p.A. intende realizzare l’impianto sono classificati dal succitato Piano di Gestione come ‘pascoli naturali’ e ‘percorsi sub steppici di graminacee e piante annue’ (…) l’art. 12 del regolamento del medesimo Piano prevede il divieto di trasformare, danneggiare e alterare gli habitat d’interesse comunitario e di cambiare la destinazione d’uso colturale delle superfici destinate a pascolo permanente ai sensi dell’art. 2, punto 2, del Regolamento 796/04/CE, mentre il successivo art. 18 fa espresso divieto di costruire nuove strade o ampliare le strade esistenti;

il P.P.T.R. della Regione Puglia, approvato definitivamente con delibera n.176 del 16 febbraio 2015, tipizza dette aree fra le “Componenti botanico-vegetazionali” negli “Ulteriori Contesti Paesaggistici”: Prati e pascoli naturali; inoltre, all’attualità l’area di che trattasi presenta un alto valore faunistico in quanto risulta priva di contaminazione antropica e che pertanto un intervento di trasformazione del suolo comporterebbe la distruzione dell’habitat esistente;

(….) il vigente strumento urbanistico generale (P.R.G.) recependo in toto la previgente disciplina relativa all’insula D49, ha ribadito la possibilità di insediare all’interno dell’insula D3E (ex D49 046 e PIP) “complessi Industriali di tipo non inquinante” (..) l’intervento in questione è ricompreso tra gli impianti a rischio di incidente rilevante, soggetto a specifica normativa relativa al controllo del pericolo di incidenti connessi con sostanze pericolose di cui al Decreto Leg.vo 26.06.2015 n.105 (Direttiva Seveso III);

con atto n. 15 del 15.04.2015 il Consiglio Comunale ha adottato il Documento Programmatico Preliminare (DPP) per la variante di adeguamento del PRG vigente del comune di Manfredonia al nuovo Piano Paesaggistico Territoriale Regionale (PPTR), che per l’ampia zona DI 49 a valle della S.S. 89, ne propone il ritorno ad usi agricoli di qualità, in coerenza con i presupposti del PPTR di valorizzazione dei paesaggi rurali caratterizzanti il territorio, di risparmio nel consumo di suolo e di recupero degli insediamenti esistenti;

e a seguito dell’incontro dei rappresentanti dell’Amministrazione comunale e della coalizione “Manfredonia 2020”, con i dirigenti Energas S.p.a. finalizzato agli approfondimenti dei vari aspetti inerenti il progetto per la realizzazione del deposito costiero di GPL, si è espressa attraverso il comunicato stampa del 30 luglio 2015, ferma contrarietà alla realizzazione del progetto in questione”.

ALLEGATI
n169 del 05082015
n167 del 05082015

Redazione Stato@riproduzioneriservata

Deposito gpl a Manfredonia, no Giunta comunale: “ritorno terreni ad usi agricoli di qualità” ultima modifica: 2015-08-12T14:10:50+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
44

Commenti


  • Il vaccaro di Santo Spiriticchio

    Caro Sindaco non sarebbe meglio far rientrare i terreni de quo nel parco Nazionale del Gargano? Perchè ad uso agricolo di qualità? Uso agricolo di qualità potrebbe inficiare i vari aspetti faunistici e botanici di importanza nazionale, europea e mondiale. Sono un povero vaccaro, speriamo bene,


  • Fan sfegatato di Angelo Riccardi

    BRAVO SINDACO! CONTINUA COSI! NON SI DEVONO PERMETTERE NE DI POSARE LA PRIMA PIETRA NE IL PRIMO TUBO, SONO CONVINTO CHE METTERESTI A REPENTAGLIO LA TUA VITA ANCHE PONENDO IL TUO CORPO CON IL TRICOLORE DI SINDACO SOTTO LE RUSPE PUR DI DIFENDERCI! SE LO FARAI SARAI RICORDATO COME IL PIU’ GRANDE SINDACO DI TUTTI I TEMPI! NON RITARDARE IL MOSTRO MA ANNIENTARLO PER NOI E ANCHE PER I TUOI FIGLI E NIPOTI E PER LE GENERAZIONI FUTURE! E ALLE POLITICHE SARAI SUFFRAGATO ALLA GRANDE A MANFREDONIA E IN TUTTA LA CAPITANATA E ANCHE OLTRE!


  • Fan sfegatato di Angelo Riccardi

    SPERO CHE ANCHE LA BELLA SIGNORA ACCANTO A LEI SI SACRIFICHI PER LA CAUSA DUE FIGURE POLITICHE DI ALTISSIMO SPESSORE CHE CERCHINO DI FERMARE LE RUSPE DI GASSIFICATORI E CEMENTIFICATORI SAREBBE IL DAVVERO IL MASSIMO EMBLEMA DI LOTTA ISTITUZIONALE.


  • La lucciola bruna del curvone sopra Santo Spiriticchio

    Seminare: bene!! Allora L’energas si attivi sin da ora affinchè dasettembre inizi a preoccuparsi di seminare prodotti agricoli di alta qualità e non riempiero i suoi ettari con l’esercito di macchine industriali, ruspe e mega bomboloni!! Io propongo la semina di fichi d’india, cosi come è stato fatto in precedenza nei pressi della Chiesa di San Leonardo.


  • Carmen

    Voglio crederci.
    Spero davvero che questo suppostone se lo ribecchi il mittente.
    Spero davvero che cominci una nuova era per la mia città.
    Spero davvero che si punti alla qualità del territorio.
    Spero anche che che i cittadini di Manfredonia imparino a rispettare la città,
    tenendola più pulita e insegnando l’educazione ai propri figli.
    Manfredonia potrebbe(ancora) essere un gioiellino, nonostante tutto.


  • Antonello Scarlatella

    Primo risultato delle battaglie delle opposizioni, “forse” raggiunto.
    C’e’ aria un’aria nuova che tira, finita l’era delle maggioranze Bulgare.


  • Antonello

    Giustamente, ora sono le battaglie dell’opposizione ad aver portato la giunta a fare ció.
    Ma per piacere!!!!


  • antonella

    Antonello, va bene non interessa, noi non siamo in cerca di meriti o di glorie, potete prendervi il merito e la paternità, l’importante che ognuno faccia il suo dovere e lo faccia bene,fino in fondo.


  • ETTO

    antonello,capito bene l opposizione esiste…….ed esisterà dà ora in poi a differenza degli anni –


  • yeye borzof

    NO AL G.P.L. !!!!!!!!!
    SI all’ uso agricolo di quei terreni.
    Si alle industrie agro alimentari, ricettivo – turistiche, manifatturiere.
    No all’elemosina !!!!!!!
    Si al lavoro e all’occupazione nel rispetto della dignità dell’uomo !!!!!!!
    No all’inquinamento e ai rischi ambientali !!!!!!!
    Si allo sviluppo, nel rispetto dell’ambiente e della salute !!!!!!!!
    STOP alla devastazione selvaggia del territorio !!!!!!!!
    NO ai capitani d’industria benefattori dell’umanità !!!!!!!
    IL MEGADEPOSITO DI GAS NON PASSERA’ !!!!!!!!!


  • Simone

    “Antonello” certo non devi ringraziare il sindaco. Ti ricordo che a smuovere le acque sono stati i ragazzi pentastellati! Se non fosse per loro “citt to Citt io”. Ora devi pregare e sperare se non verrà fatto! Anche se la vedo difficile.


  • Lorenzo

    Scarlatella per favore non diciamo caxxate!!L unica persona che le battaglie le fa con i fatti è una sola!
    Quindi evita di far prendere meriti a chi non li ha..


  • Uniti si vince!

    Ragazzi vi prego, unità! Prima delle elezioni sia il Movimento % stelle e sia Manfredonia Nuova hanno informato la popolazione, ora bisogna rimanere uniti con gli altri movimenti che sono sorti anche da poco. Tutti uniti per il bene supremo della città, tutti uniti contro un’azienda potente che ha come alleati qualche sporco subdolo dalla doppia faccia! Uniti si vince e si vincerà. Avete notato come è uscito il primo grosso problema…la non idoneità del porto? E le firme sono fondamentali e non facciamoci incantare come scimmie, oltre i comunicati, oltre i provvedimenti, oltre la politica..insistere con i volantinaggi per le strade, la comunicazione verbale e diretta, e la raccolta delle firme sono tutti dei veleni miciadiale! Addirittura un gruppetto di gente che non conosco vuole organizzare per il 31 agosto un lancio di oltre 100 mila volantini da lanciare dai palazzi delle strade ove passerà la processione una idea di D’Annunziana memoria!! Manfredonia se finalmente desta!


  • Lele69

    Come estrema ratio potremmo consegnare le nostre schede elettorali e inviarle al Presidente della Repubblica, ne bastarebbero un migliaio per scatenare un putiferio mondiale!

  • Bravi tutti!! E’ bello parlare a pancia piena,specialmente quando si ha un posto fisso .Perché non proviamo a invertire un po’ i ruoli con tante persone disoccupate senza lavoro per un annetto.Dopo questa faccenda proviamo a far capire al nostro carissimo sindaco che fare il sindaco vuol dire anche creare posti di lavoro per i suoi cittadini.


  • elettore

    Tommy il posto di lavoro ai disoccupati lo darà certo Energas con il suo progetto scellerato di Gas…Manfredonia non si farà violentare ancora!


  • elettore

    NON LO DARA’ ENERGAS


  • Manfredoniano esiliato al nord!

    Tante persone disoccupate, tanta evasione fiscale, tanti furbi, tanto lavoro nero e tanto lusso. Io lavoro al nord e ogni volta che vengo a Manfredonia rimango stupefatto dalla cura delle persone, specialmente le donne, bar e ristoranti strapieni, abiti di lusso, macchinoni, fuochi di artificio quasi tutti i giorni, gente che butta letteralmente il mangiare e soldi, feste, mercati pieni, negozi pieni e questa sarebbe una città cosi bisognosa di un lavoro tanto da permettere l’insediamente alle più pericolose fabbriche pur di ottenere una quarantina di posti di lavoro?


  • Manfredoniano olocaustata e deturpata!

    Con l’energas abbiamo pazientato15 anni! Ora basta! Si chiuda il capitolo e il libro x sempre! Manfredonia ha già subito atroci violenze sul suo territorio e la sua costa! Ora basta! Vadano al nord dove li stanno aspettando a braccia aperte!


  • Commissario ad acta virtuale

    Disporre con immediata e cortese urgenza
    richiesta at organi competenti, vista l’importanza
    naturalistica e vista la pochissima distanza da confini,
    inserimento area terreni nel perimetro Parco nazionale
    del Gargano.


  • Carmen

    Per tutti i Tommy che si vogliono accontentare di un piatto di lenticchie offerte come elemosina da Energas…
    sappiate che fate prima ad andare a raccogliere un po’ di rucola o due asparagi, quando è il tempo e farvi un ottimo primo piatto.
    Per una cinquantina di posti di lavoro Manfredonia non si vende il deretano (giusto per non essere volgare) !!!
    Un po’ di dignità e orgoglio.


  • Antonello Scarlatella

    Cerco di chiarire meglio il mio concetto a chi non riesce a leggere e a guardare oltre il suo dito.
    Le opposizioni servono a spronare chi comanda a far meglio e far bene e non piegarsi continuamente ai piedi del potere o del proprio comodo.
    Questo a Manfredonia, in Puglia, in Italia, nel mondo. Purtroppo la politica in questa citta’ ha più l’aria di essere tifo di una partita di calcio. Chi vince, chi perde, faccio il tifo per una squadra o per un altra. Non funziona cosi’. Chi vince deve essere la citta’ chi comanda anche suo malgrado deve essere obbligato a scegliere al meglio. Diversamente avremmo una dittatura mascherata, sistema molto caro a molti in città per fare il proprio comodo. (chiariamoci non mi riferisco al sindaco) visto che qualche lettore “sapra’” leggere cio’ che ho scritto.
    Il Movimento 5 Stelle, Manfredonia Nuova, sono riusciti in breve tempo a coinvolgere il popolo e fare informazione, questi sono i risultati, ex equo un po per volta si sono accodati tutti per non perdere di credibilita’ e popolarita’.
    Ma non e’ finita qui, il mio “forse” del post precedente non e’ a caso virgolettato.
    E’ necessario continuare a raccogliere le firme e fare il referendum al fine di scongiurare per sempre qualsiasi pericolo.
    Poi vogliamo Manfredonia industriale, va bene, ma non iniziamo con un deposito di gas per 50 posti di lavoro. Di disoccupati a Manfredonia ne abbiamo oltre 10 mila e 50 posti non risolvono problemi. Chi crede pero’ che ad oggi la riconversione industriale di una citta’ deve avere come settori, metalmeccanica, chimica, ed affini, conosce molto poco la mappatura economico finanziaria del mondo.
    Ripeto, l’italia non e’ piu’ appetibile nel mondo globalizzato per questi manufatti o settori produttivi.
    Nessuno e’ contro l’azienda Energas, nessuno l’ha denigrata come riferito dal suo presidente.
    Siamo solo non favorevoli alla realizzazione di un loro impianto in quanto oltre a non portare benefici economici alla citta’ e’ anche alquando invasivo, si invasivo, a meno che non vogliono mettere la coca cola nei serbatoi al posto del gas.


  • yeye borzof

    L’idea del commissario ad acta mi piace. La variante di adeguamento al Piano Paesaggistico Territoriale potrebbe risultare tardiva. Va comunque adottata. L’inserimento del terreno nel perimetro del Parco Nazionale del Gargano, costituisce indubbiamente un ulteriore vincolo ed un ostacolo al rilascio delle autorizzazioni, forse, più difficile da superare.


  • capitan fede

    Ancora con sto deposito…ma come lo dobbiamo dire…qui stiamo tutti bene e non vogliamo lavorare…ci basta la cassa a vita…come lo dobbiamo dire..a noi ci piace far festa mangiare e divertirci…chi da lavoro deve stare lontano da manfredonia
    NOI RISPONDIAMO NO AL LAVORO


  • elettore

    ENERGAS NON PORTA LAVORO MA SOLO INTERESSI PRIVATI.


  • per Capitan Fede

    A Manfredonia non c’è più bisogno neppure della cassa integraz o degli ammortizzatori, perchè chi non ha lavoro o diventa consigliere comunale o peggio viene nominato assessore. Allora perchè rischiare di lavorare in una fabbrica ad alto rischio. Al Comune insieme al sindaco stanno tutti così tanto bene e se anche tu eri buono ti facevi mettere nella segreteria del sindaco o in altro ufficio. Che vuoi fare, vuoi essere l’unico imbecille che si fa assumere all’Energas e va a lavorare davvero?!?! Fa’ come gli altri, fatti nominare in qualche bel incarico oppure ti dovevi fare assumere pure tu in qualche istituto di vigilanza, centro commerciale o residenza socio sanitaria assistenziale .
    Che fesso che sei! AH AH AH E sì, mo facciamo venire l’Energas giusto perchè a te non ti hanno ancora accontentato e magari speri di essere assunto proprio tu lì. Ma vatten, va…


  • Il vaccaro di Santo Spiriticchio

    Una mega stalla con 600 bovini e con annesso caseificio, uscirebbero almeno 30 posti di lavoro, tra guardiani, personale addetto al governo, tecnici lattocaseari, operai generici, trasportatori altro che Gpl!


  • Attivista serio

    LA raccolta firme per il MISE, mInistero industria e sviluppo economico, continua. NOn dimentichiamo che a inizio d’ottobre verranno convocate le parti e a quel tavolo verrà detta l’ultima parola su Energas Q8.
    Quindi la raccolta firme DEVE continuare perchè la legge Seveso III permette di dire NO al tavolo Ministeriale.
    Il sindaco faccia il sindaco e coerentemente con quanto sostenuto nell’ultimo mese, venga a firmare con tutta Manfredonia 2020 il modulo No Energas/ Seveso III.
    Ripeto: è al tavolo ministeriale che si DECIDERA’ LA PARTITA.
    NON E’ ANCORA IL MOMENTO DI ABBASSARE LA GUARDIA


  • per Attivista serio

    Gentilmente, potresti farci sapere se anche il presidente del Parco nazionale ha firmato il modulo No Energas/Seveso.


  • Manfredonia non merita 60 milioni (sessantamilioni) di litri di Gpl, ma merita ben altro!

    Condivido il pensiero espresso dall’attivista serie, firma a tutta forza! Molti non firmano perchè ignorano il tutto, ma per fortuna la natura di ha donato l’intelletto a volte il buon senso e la capacità di comunicare con la lingua! Quindi informare…informare…informare tutti e in qualsiasi contesto. Sarebbe strano se il sindaco e altri politici non avessero provveduto a firmare la petizione! Occhio!
    Si attiveranno in tutti i modi possibili e immaginari per cercare di accattivarsi il minimo di simpatia e fiducia da parte della popolazione. Infatti (loro tutti) gli attori ufficiali e quelli occulti, opportunisti e doppiogiochisti, sono consci che ci vuole l’assenso della popolazione. Assenso che non c’è assolutamente in qualsiasi contesto tranne in quello dei poltronifici e quant’altro! Firmate, portatevi sempre i documenti personali e fermatevi nei punta di raccolta firme o nelle sedi di alcuni partiti! Più firme si raccolgono più la vittoria finale della battaglia sarà sicura!


  • Manfredonia non merita 60 milioni (sessantamilioni) di litri di Gpl, ma merita ben altro!

    Ah ecco dimenticavo, colui che dovrebbe rappresentare la massima espressione di difesa ambientale del nostro prezioso territorio, ovvero il Presidente del Parco Nazionale (non ho mai letto un suo pensiero circa l’approvazione o il dissenso) ha votato la petizione? Ma perchè non ci sono mai interviste sul tema a Paolo Campo, L’ex Sindaco Prencipe, l’avvocato Pecorella, l’avvocato Leone, Ognissanti e altri dirigenti politici di partiti di un certo livello?
    Sin a ora ho letto solo le dichiarazioni del Sindaco, Gatta, Romani, La Torre e gli altri? Mi meraviglio di Paolo Campo, ex sindaco per dieci anni e ora dopo un suffraggio eletto alla regione..perchè non rilascia alcuna dichiarazione? Sua personale e non quella del Pd..Grazie


  • IL GIULLARE SIPONTINNO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Mai come quest’anno porrò la massima attenzione nel leggere gli sponsor dei fuochi di artificio e quant’altro!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


  • Lettore elettore

    Qualsiasi dirigente che ricopra incarichi politici e istituzionali credo sia dotato di uno straccio di collegamento internet, un tablet, un indirizzo mail, un cellulare, nel caso fossero in vacanza fuori di Manfredonia, comunque potrebbero essere rintracciati virtuali per delle interviste?
    Consigliere Regionale Avv. Francesco Paolo Campo;
    Presidente Parco Nazionale del Gargano: Avvocato Pecorella
    Ex vice presidente del Consiglio e uomo di punta di Forza Italia: Onorevole o giudice Leone;
    Ex Consigliere Regionale: Ognissanti
    Ex Sindaco di Manfredonia: Gaetano Prencipe;
    Responsabile autorità portuale (per la sicurezza e i problemi di vetustà del porto industriale);
    Comandante della Capitaneria di Porto (idem come sopra)
    Comandante Base Aeronautica Italiana di Amendola per la sicurezza militare del presidio di Manfredonia;
    Prefetto di Foggia.
    Grazie


  • anonimo

    La gente di Manfredonia purtroppo piace fare la bella vita …sempre contro ogni tipo di fabbrica come la vecchia enichem. Tenetevi il divertimento,evidentemente state tutti bene.


  • elettore

    Grazie ce lo teniamo volentieri.


  • Attivista serio

    NESSUNO DEI CONSIGLIERI REGIONALI DI MANFREDONIA ha firmato, NESSUN PRESIDENTE di alcun ENTE PUBBLICO e NESSUN PARLAMENTARE o ex PARLAMENTARE

    Pecorella è il grandissimo assente. Romani non si fa più sentire sull’argomento. Gatta ha parlato a GIUGNO quando la regione si è espressa con il documento a MAGGIO. Forse era in campagna elettorale e non se n’era accorto.


  • Carmine

    Venerdi 27 agosto 2015 a Manfredonia ci saranno due cortei ”NO TRIV” e ”NO ENERGAS” contro trivelle in mare e impianto gpl della Q8, con manifestazione sulle spiagge, organizzata dal Movimento 5 Stelle di Manfredonia e di tutta la capitanata. Metteremo la parola fine a questo scempio, manifestando e informando i cittadini, sensibilizzandoli su quello che pare essere uno ‘scampato pericolo’ per il momento.

  • Prima dei “santi” cavilli urbanistici che ci salverebbero c’è una questione legata alla sicurezza, una delle tante, che andrebbe diffusa a tutti: SIAMO ZONA SISMICA. Significa a rischio terremoti e tsunami (l’antica Siponto come è scomparsa?). La stessa Energas/ Isosar nelle sue cartine ha descritto la posizione dell’impianto come posto fra tre faglie.
    Qui immagini dettagliate e letteratura scientifica internazionale allegata:
    https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=1592161624381259&id=1436868796577210


  • Luigi

    Sarebbe bello sapere se tra tutti quelli che sono contro l’energas c’è qualche disoccupato.

    No pale eoliche, non energas, no inceneritori, no settori metalmeccanica, chimica, ed affini…

    Facile dire di no a TUTTO, quando si è SAZI.

    Giustamente, come nella mentalità di questo paese, ognuno pensa solo a se stesso e dove vige la regola del “più furbo sei, più vivi meglio”.


  • La mani sulla città

    che schifo, mi auguro una protesta forte e decisa per porre fine a questa schifezza indicibile, povera Manfredonia!


  • IL POTERE CLERICALE LOCALE TACE...

    A Bari il clero si è schierato con Emiliano contro gli scempi delle lobbies petrolifere, anche a Ugento e paraggi dove dovrebbe passare un tubo di gas anche il clero si è schierato con la popolazione, mentre il clero locale tace e anche una volta dimostra di essere accanto ai poteri forti e non alle preoccupazioni delle suoi fedeli. Ma si l’Anic docet preti e potere sono stati la rovina di Manfredonia a fine anni 60!


  • MANFREDONIA E' ZONA SISMICA!

    Ho dato una scorsa all’articolo contenuto nel link delle zona sismica. E’ hanno il coraggio di presentarci da noi per pubblicizzare la non pericolosità dell’impianto? ZONA SISMICA PUNTO E BASTA NON SI DEVE FARE UN BEL NIENTE!


  • Anonimo

    Sono d’accordo con Luigi.facile dire di no a tutto quando si è sazi.


  • Sono stufo dei politici/soci/ e lacchè con la pance piene!

    Sono davvero ingordi e non sanno mai dire di no..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi