Manfredonia
Nota stampa

Energas, Manfredonia Nuova: “ritorna il passato”

"Perché non ci viene detto con chiarezza quanti posti rimarrebbero dopo l’istallazione di un impianto che, a parte il rischio, toglie almeno cinquanta posti di lavoro per ognuno che ne produce?"

Di:

Manfredonia – ”NON ci abbiamo creduto neanche per un minuto. Quel primo incontro tra dirigenza Energas ed i consiglieri di maggioranza era solo un primo approccio a cui dovevano seguire altri, per rabbonire la cittadinanza, istillare fiducia, far abbassare la guardia e dire “adesso è risolto, finalmente!”. Ma noi non abbiamo abboccato, il passato ci è stato di aiuto, quel passato fatto di promesse sui posti di lavoro, sull’amenità ed il profumo del sito industriale da insediare nelle nostre terre, con l’asservimento della stampa e i pennivendoli sempre pronti a beccare il pastone saporito del padrone, per quanto fosse avvelenato per l’intera città. Adesso è tornata la voce. E l’hanno ritrovata, per usarla contro la nostra città. Prima nessuno ci sentiva, quando gridavamo al rischio di una nuova devastazione ben pronta per la nostra terra già tante volte conquistata. Tutto sembrava dovesse svolgersi a Roma (..). Noi eravamo fuscelli, vox clamans in deserto, pance piene incapaci di ascoltare il popolo sofferente, che chiedeva pane e lavoro. Loro, i nostri politici locali, erano invece sensibili alle pance vuote degli altri, prima ancora che alle proprie. Adesso sono usciti quasi tutti allo scoperto, perfino il Presidente della società ENERGAS SpA, per affermare che l’Energas “si è resa disponibile a riattivare con SOLDI PROPRI, il pontile n° 5 del porto industriale di Manfredonia, bene pubblico demaniale” e vuole “ aprire un dibattito pubblico invitando l’Amministrazione, le parti sociali, politiche e soprattutto la popolazione di Manfredonia, al fine di presentare il progetto rappresentando tutte le nostre più valide argomentazioni”.

Perché non è stato fatto prima, quando venivamo insultati, intimiditi ed invitate a tacere? Perché abbiano dovuto raccogliere migliaia di firme per ottenere di essere ascoltati, quando invece era nostro diritto essere ricevuti da chi di dovere per poter dire la nostra su un problema così coinvolgente per la nostra città? Perché non ci viene detto con chiarezza quanti posti rimarrebbero dopo l’istallazione di un impianto che, a parte il rischio, toglie almeno cinquanta posti di lavoro per ognuno che ne produce? Adesso ci aspettiamo ancora un’altra mossa. La sponsorizzazione della squadra di calcio, per dividere la città, così da prenderci ancora per fame, dandoci panem et circenses, come predicavano gli antichi romani, per tenere sotto il popolo. Per questo non abbiamo abbassato neanche un minuto la nostra guardia, siamo stati in piazza anche i sabati e le domeniche e ci saremo anche a ferragosto, per raccogliere le firme e dire “NO” a questo ulteriore scempio, a questa nuova deturpazione della nostra bellezza. Sì, la nostra bellezza. Perché una bella città determina anche la bellezza dei propri cittadini. E voglio concludere proprio con l’invito a proteggere la “casa comune”. Manfredonia non ha più niente da dare, perché ha già dato, davvero troppo alla propria devastazione. Ora occorre scegliere altre vie di progresso compatibile, puntando alle risorse che ha copiose la città, se solo le si sa vedere. Occorre proteggere la “casa comune nella ricerca di uno sviluppo sostenibile e integrale”(Francesco).

(A cura di Manfredonia Nuova, 12 agosto 2015)



Vota questo articolo:
21

Commenti


  • paolo

    Ottimo Magno, la tua opposizione è necessaria. Vi ho votato e sono, fi o ad adesso molto soddisfatto. Finalmemte c’è una reale opposizione!


  • antonio r

    Fianlmente un’opposizione che non si è dileguata dopo le votazioni e con impegno segue il bene della città cercando di far venire allo scoperto i manini di questa amministrazione che fa inciuci con le industria distruttive che venderebbero il nostro territorio per i propri profitti personali (di azenda e amministratori ignoranti complici).
    ENergas, Riccardi, Inciuciatori vari, Il bombolone mettetelo in Ticino dove stanno alcuni dei vostri depositi illeciti come si dice in giro, Noi NON LO VOGLIAMO E NON LO FARETE, METTETEVELO IN TESTA.


  • VIA L'ECOMOSTRO DI MANFREDONIA CHE NON LO VUOLE NESSUNO TRANNE...

    Ha ragione forse chi asserisce che è’ una questione tra l’energas e il solito gruppetto di comitato di affari di 5 o 6 persone locali e qualche cementificatore, è chiaro che hanno agito in malafede oscurando al popolo tutto quello che avveniva e ora..? Lottiamo tutti uniti e sino in fondo! Questa robaccia la vogliono i 5 o 6 soliti vermi non degni di vivere in questa Comunità. Come sarebbe bello smascherli tutti e metterli sulla gogna pubblica!!


  • L'anticristo si è fermato a Manfredonia!

    E’ la suprema lotta del bene contro il male che regna sovrana in questa città, sta a noi decidere da che parte stare.


  • LA MADRE DI TUTTE LE BATTAGLIE E' INIZIATA!

    STUPENDA, MERAVIGLIOSA ANALISI CHE CONDIVIDO AL 100%! NON SOLO MI ASPETTO ANCHE QUALCHE CONCERTO DEL TIPO “VENDITTI” DEL PASSATO E ALTRO PUNTANDO SULL’ACCLARATA SUPERFICIALITA’ E MANOVRABILITA’ MENTALE DELLA RAZZA SIPONTINA! MA C’E’ DA DIRE CHE NEGLI ULTIMI MESI LA MUSICA E’ CAMBIATA FINALMENTE C’E’ STATO UN CATARSI DELLA GENTE ORMAI OPINIONE DIFFUSA CHE CERTA POLITICA LOSCA E SOBDOLA E IN COMBUTTA CON LE LOBBIE!


  • Informare al massimo e raccogliere firme senza sosta!

    Insistere con le firme e informazione è l’arma che polverizza il gpl e il numero sparuto di “simpatizzanti” parlatene con tutti, i figli, i parenti, gli amici e i forestieri, foggiani, montanari, mattinetesi, parlatene dal salumiere, nelle poste, nelle banche, mentre passeggiate…tantissima gente ignorava tutto ora sa…persino migliaia di amici foggiani sono contrarissimi a questa stupenda idea di progresso e lavoro!!


  • yeye borzof

    Finalmente una proposta giusta ad un problema grave,
    con l’augurio che chi di dovere non sia distratto in stucchevoli faccende di poltrone e di potere, che, francamente hanno stufato !!!!! Le elezioni sono finite, i risultati sono noti !!!!! Si lavori, ora, per un piano di sviluppo alternativo e valido per il nostro futuro, del quale, per la verità, non ho sentito parlare, da parte di nessuno degli attuali amministratori di maggioranza. Bene è stato detto da parte di ” Manfredonia Nuova “: le risorse ci sono, il territorio ne è ricco, e sono sotto gli occhi di tutti. Ai nuovi eletti spetta il dovere di indicare le direttrici di sviluppo, con idee, programmi e progetti realistici e avanzati, per evitare che il loro ruolo si riduca a quello di semplici curatori fallimentari !!!!!!!!!! Al lavoro quindi !!!!!! Non ci sono alternative !!!!!! A Manfredonia Il vento sta cambiando !!!!!!! L’opposizione questa volta non girerà lo sguardo dall’altra parte !!!!!!!!


  • Fan sfegatato di Angelo Riccardi

    IL SINDACO HA RISPOSTO CON UN ALTRO PROVVEDIMENTO SUI TERRENI DELL’ENERGAS,ORA IO MI CHE CHEASPETTO SINDACO, ASSESSORI, CONSIGLIERI TUTTI DAVANTI A NOI A FORMARE CATENE UMANE A STENDERCI SOTTO I CINGOLI DELLE RUSPE..,..A PROPOSITO LA PROCESSIONE DELLA MADONNA SI POTREBBE FARLA SUL PORTO INDUSTRIALE OPPURE DALLA STAZIONE MANFREDONIA OVEST SINO A SANTO SPIRITICCHIO?


  • Nicola

    “O professor Magno” ,dalla sua. in Piazza Duomo, continua a diramare comunicati squallidi e inconsistenti. Qualcuno ricordi a ” o professor” , che un suo parente stretto ,in tempi non molto lontani,fu la causa del disastro ambientale più grave di Manfredonia! Non più tardi di qualche mese ” o professor ” con i suoi amici di merenda, alle primarie, appoggiò in maniera ,vergognosa e subdola, un certo G. Prencipe. Autore( leggi articolo DELLE NOCI ) dei fallimenti amministrativi e dei pareri favorevoli a Energas. Ora ” o professor ” invece di vergognarsi per le continue bugie e brutte figure cerca di riciclarsi , cercando di fuorviare la gente perbene . ” o professor Magno ” rimarrai sempre un omino.


  • antonio r

    Nicola dicci chi ti -e chi diremo quanto vale la tua parola… al momento meno che zero.


  • Liberiamoci dai mostri!

    Meglio o Professo Magno che o studente Nicol!


  • FIRME, PROTESTE E INCHIESTA.

    Non saranno certo un paio di scribi deliranti e qualche giornalista matusalemme a fermare l’ostilità verso questo folle progetto.


  • Nicola

    ” o professor Magno ” , tu che parli di chiarezza, perché con la stessa chiarezza non dici ai quei quattro -che ti cresci , come stanno veramente le cose. Lo so ci vuole coraggio e tu non lo hai mai avuto. Una volta tanto fai l’uomo.


  • dalla Cina con furore!!


  • yeye borzof

    Caro Nicola datti una registrata.
    Hai i neuroni scollegati? Gli ” amici di merenda ” di Magno alle primarie, a sostegno di Prencipe e contro Riccardi erano Salvatore Zingariello, Franco La Torre, Franco Ognissanti, tanto per citarne alcuni. Sono gli stessi amici tuoi di oggi, che, dopo essersele date di santa ragione, e senza esclusione di colpi, siedono al tavolo insieme a Riccardi, appassionatamente, per dividersi le poltrone. Da questi signori Magno ha avuto il buon senso e la coerenza di prendere le distanza e ha fatto bene !!!!!!!!! Ha raccolto attorno a sè, non quattro, come hai contato tu, bensì oltre tremila consensi. Ma, forse, la conta oltre il numero quattro non è la tua forza !!!!!!!!! Se mi permetti, per ultimo, a proposito dell’insediamento Enichem e di quelli che lo hanno voluto, non conosci i fatti della storia locale recente e quelle poche notizie che hai, risultano confuse e, perciò, di nessuna attendibilità. ….!!! Gli avvenimenti divenuti di rilevanza storica non si cancellano neanche con le più, spudoratamente, abili menzogne !!!!!!!!!


  • antonella

    Povero nicola, non ti rassegni vero? Magno nel suo piccolo con pochi mezzi ha dimostrato tutto, circondandosi di ben più di 4 ,tanta gente per bene ma sopratutto onesta, tu invece tutto il contrario a vedere gli ultimi avvenimenti.
    Parli del parente di magno inventando cose, sappi nicola, che ho parlato con
    molta gente, della persona da te
    infangata, nessuno mi ha mai parlato
    male,anzi , al contrario,
    Dimmi di grazia, pensi che tu potrai mai
    emulare o lontanamente arrivare ad avere
    la stessa considerazione, dai
    manfredoniani, quando sarai oltre?


  • Nicola

    Si, le distanze ” o professor “le prende sempre dopo, quando prende batoste . Con uno che si fa chiamare yeye di cosa vuoi discutere? Vai a bere il lattuccio sciocchino! E mi raccomando aggiornati.


  • yeye borzof

    Caro Nicola, vedo che sei ancora collassato. Rilassati e collegati, vedrai che ti passa……!!!!!!!!!


  • Nicola

    Antonellona 35 ,ti risponderò quando imparerai a scrivere e a farti capire. ” O professor ” non ancora t’insegna niente? Comunque sei in dolce compagnia con yeye.


  • antonella

    Povero nicola, non sforzarti troppo, tanto non ci arrivi, la mia domanda era ovviamente retorica, anche perché facendo un sondaggio vero,magno risulterebbe il più amato , tu ? Il piu odiato.


  • yeye borzof

    Caro Nicole, sono onorato della compagnia, anche se non ho il piacere di conoscere la Sig.ra/ina a cui mi associ.
    Come vedi se ti rilassi una frase, sia pure breve riesci a connetterla. E adesso facciamo la prova del nove : due + due quanto fanno ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi