AttualitàStato prima
"L’ingordigia del consumare, che comporta lo spreco, è un brutto virus che, tra l’altro, ci fa ritrovare alla fine più stanchi di prima"

Papa: giovani uccisi da ritmi sregolati

"I ritmi sregolati della festa fanno vittime, spesso giovani"

Di:

Roma – Il momento della festa “è un prezioso regalo che Dio ha fatto alla famiglia umana”, che non va sprecato né ridotto a un “affare”. È il senso della catechesi del Papa all’udienza generale di oggi, in Aula Paolo VI, durante la quale Francesco ha invitato le famiglie a vivere la pausa domenicale con l’Eucaristia che trasfigura, ha detto, ogni momento della vita, anche doloroso. “Il tempo del riposo, soprattutto quello domenicale, è destinato a noi perché possiamo godere di ciò che non si produce e non si consuma, non si compra e non si vende. E invece vediamo che l’ideologia del profitto e del consumo vuole mangiarsi anche la festa: anch’essa a volte viene ridotta a un ‘affare’, a un modo per fare soldi e per spenderli. Ma è per questo che lavoriamo? L’ingordigia del consumare, che comporta lo spreco, è un brutto virus che, tra l’altro, ci fa ritrovare alla fine più stanchi di prima. Nuoce al lavoro vero, e consuma la vita. I ritmi sregolati della festa fanno vittime, spesso giovani”. (Da Radio Vaticana)

Papa: giovani uccisi da ritmi sregolati ultima modifica: 2015-08-12T14:44:13+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi