Sport
Retrocessione all'ultimo posto in classifica nel campionato 2014/2015 per entrambi i club oltre a rispettivamente -20 punti di penalizzazione per il club abruzzese e -10 punti

Savona-Teramo, chiesta inibizione 5 anni

Richieste formulate dal Sostituto Procuratore FIGC Gioacchino Tornatore nel corso della requisitoria del dibattimento di primo grado relativo all'inchiesta sulla presunta combine della partita Savona-Teramo

Di:

Inibizione di 5 anni con preclusione e 80.000 euro di ammenda per il presidente del Teramo Campitelli e del Savona Dellepiane, retrocessione all’ultimo posto in classifica nel campionato 2014/2015 per entrambi i club oltre a rispettivamente -20 punti di penalizzazione per il club abruzzese e -10 punti con 30.000 euro di ammenda per i Liguri con 30.000, da scontare per entrambe nel campionato di competenza 2015/2016.

Queste le principali richieste formulate dal Sostituto Procuratore FIGC Gioacchino Tornatore nel corso della requisitoria del dibattimento di primo grado relativo all’inchiesta sulla presunta combine della partita Savona-Teramo, giocata lo scorso 2 maggio. Rilevati i presupposti per l’applicazione dei benefici di cui all’art.24 per il tecnico Ninni Corda, che nel corso della fase istruttoria ha ammesso i fatti a lui contestati, collaborando fattivamente con la Procura federale.

Queste in dettaglio le richieste formulate dalla Procura:
– Luciano Campitelli (presidente Teramo): inibizione di 5 anni con preclusione e 80.000€ di ammenda;
– Aldo Dellepiane (presidente Savona): inibizione di 5 anni con preclusione e 80.000€ di ammenda;
– Marco Barghigiani (ex collaboratore Savona): inibizione di 4 anni 6 mesi e 70.000€ di ammenda;
– Ninni Corda (ex tecnico Barletta e Savona): squalifica di 1anno 3 mesi con benefici di cui art.24 CGS;
– Marcello Di Giuseppe (ds Teramo): inibizione 4anni 6mesi e 70.000€ di ammenda;
– Ercole Di Nicola (ex ds l’ Aquila): inibizione 4anni 10mesi e 85.000€ di ammenda;
– Davide Matteini (calciatore Luparense San Paolo): squalifica di 3anni 6mesi e 60.000€ ammenda;
– Giuliano Pesce : inibizione di 4anni 6mesi e 70.000€ di ammenda;
– Marco Cabeccia (ex Savona): squalifica di 6mesi e 30.000€ di ammenda;
– Enrico Ceniccola (ex collaboratore Savona): inibizione di 6mesi e 30.000€ di ammenda;
– Fabio Di Lauro (allenatore): squalifica di 2anni 3mesi e 40.000€ di ammenda.
– Savona Fbc: retrocessione all’ultimo posto in classifica della stagione 2014/15, oltre a -10pt di penalizzazione da scontarsi nel campionato di competenza 2015/16 e 30.000€ di ammenda;
– Teramo Calcio: retrocessione all’ultimo posto in classifica della stagione 2014/15, oltre a -20pt di penalizzazione da scontarsi nel campionato di competenza 2015/16.

Per responsabilità oggettiva chiesti: -1pt di penalizzazione per Luparense San Paolo e Barletta Calcio da scontarsi nella stagione 2015/16; -1pt di penalizzazione e 40.000€ di ammenda per L’Aquila Calcio 1927.

Dopo il lungo e articolato dibattimento preliminare caratterizzato dalle eccezioni delle difese, nel corso della sua requisitoria Tornatore ha sottolineato la “poca verosimiglianza delle dichiarazioni rese dai testi in fase istruttoria”. La Procura ha altresì rilevato l’assenza di “profili di millanteria” nell’ambito delle intercettazioni raccolte dagli investigatori e successivamente acquisite dalla Procura Federale, evidenziando come le conversazioni intercorse tra i soggetti intercettati rivelassero una “finalizzazione all’effettuazione di scommesse dall’esito sicuro su queste partite, valore aggiuntivo che prevede un interesse personale per la realizzazione di vantaggi economici sulle notizie scambiate”. Sempre in riferimento all’inchiesta su Savona-Teramo, tutt’ora in corso, Tornatore ha ipotizzato ulteriori deferimenti a carico dei calciatori coinvolti, a conclusione delle indagini della magistratura ordinaria.

Nel tardo pomeriggio, la Corte presieduta da Sergio Artico aveva inoltre provveduto ad istruire il processo relativo all’inchiesta denominata “Dirty soccer” che, tra gli altri, vede coinvolte le società Vigo Lamezia, Torres, Brindisi e Barletta, e rinviato il dibattimento a domani alle ore 9.00. Stralciate le posizioni di Antonio Flora e del Pisa 1909, rinviate a nuovo procedimento.

Fonte: FIGC

Savona-Teramo, chiesta inibizione 5 anni ultima modifica: 2015-08-12T21:00:00+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi