Stato primasVignetta
"Il procuratore ha avuto parole di consolazione"

Scontro treni: sorella vittima, indagini a metà strada

"È una tragedia quella che è successa e siamo distrutti"

Di:

(ANSA) – TRANI, 12 AGO – “È una tragedia quella che è successa e siamo distrutti, il procuratore ha avuto parole di consolazione ma dicono che siamo a metà strada”. Lo afferma Michela Merra, sorella di Benedetta una delle 23 vittime dello scontro tra i due treni della Ferrotranviaria sulla tratta Andria-Corato dello scorso 12 luglio. “Mia sorella – aggiunge parlando con i giornalisti poco prima di incontrare con altri parenti delle vittime i pm tranesi – ha lasciato due figli, e pensare che quattro minuti dopo sarebbe arrivata ad Andria; siamo distrutti”. Sei sono le persone indagate dai magistrati tranesi (ansa)

(ANSA) – TRANI, 12 AGO – “Capire chi aveva l’opportunità di accorgersi ed, eventualmente, intervenire per evitare l’incidente, è uno degli elementi chiave dell’indagine”. Lo ha detto ai giornalisti sullo scontro tra treni del 12 luglio scorso il procuratore facente funzioni di Trani, Francesco Giannella, il quale ha riferito degli altri elementi al vaglio del pool di investigatori: il disallineamento fra i dati registrati nelle scatole nere dei convogli transitati sulla tratta dello scontro, le notizie di mancate collisioni sulla stessa linea e normative differenti che regolano le tratte della Rfi, la Rete ferroviaria italiana, e le reti in concessione. (ANSA)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati