Al via il piano straordinario di controllo

Macroarea Manfredonia, CC: già operativi primi rinforzi. Visita Generale Arma

Complessivamente per i Carabinieri del locale Comando Compagnia si parla di 20-25 unità di rinforzo

Di:

Manfredonia, 12 agosto 2017. Prevista nel pomeriggio a Manfredonia la visita del Comandante generale dell’Arma dei Carabinieri, Gen. C.A. Tullio Del Sette. Come previsto per le altre Compagnie dell’Arma, il Comandante Del Sette sarà ricevuto dai militari del Comando Compagnia dei Carabinieri di Manfredonia, diretto dal Comandante Capitano Andrea Miggiano.

Intanto, è partito il piano straordinario di controllo che interesserà l’intera provincia di Foggia, annunciato il 10 agosto a Foggia dal Ministro dell’Interno Marco Minniti e definito ieri mattina dal Questore Mario Della Cioppa , d’intesa con i Comandanti Provinciali dell’Arma dei Carabinieri Colonnello Marco Aquilio e della Guardia di Finanza Colonnello Francesco Gazzani.

Questa la risposta dello Stato dopo il quadruplice omicidio di San Marco in Lamis del 9 agosto, che prevederà l’affiancamento alle Forze territoriali dei rinforzi della Polizia di Stato, con 27 equipaggi dei Reparti Prevenzione Crimine per 81 unità, con 73 militari dell’Arma dei Carabinieri e 18 degli Squadroni dei Cacciatori di Calabria e di Sardegna e con 8 pattuglie della Guardia di Finanza per 20 unità.

Un rinforzo di 192 persone complessivamente che sono state concentrate a Foggia provenienti da tutta Italia per rispondere ad un allarme che ha portata nazionale.

http://www.cn24tv.it

http://www.cn24tv.it – CARABINIERI, INTERVENTO

La Provincia di Foggia nella sua estensione è stata suddivisa in cinque macroaree, affidate in via esclusiva o concorrente alle varie Forze di Polizia : oltre alla città di Foggia, è stata individuata la macroarea di San Severo-Apricena-San Marco in Lamis, quella di Manfredonia-Monte Sant’Angelo-Mattinata, quella di Vieste ed, infine, quella di Cerignola-Ortanova. L’obiettivo è quello di realizzare un’incisiva e capillare attività di controllo del territorio, che scoraggi e faccia da deterrente al perpetrarsi dell’attività criminale e che, d’altra parte, contrasti quel silenzio e quell’idea di abbandono da più parti lamentato dalla cittadinanza, contribuendo invece ad aumentare la percezione di sicurezza.

Nelle altre aree della provincia, saranno, altresì, presenti pattuglie in abiti civili per le attività infoinvestigative e della Polizia Stradale.

Per la macroarea di Manfredonia-Monte Sant’Angelo-Mattinata, in arrivo i rinforzi del battaglione SANT (Supporto arma territoriale), del CIO (Compagnia d’intervento operativo) e dei cd “Cacciatori Calabria“. Complessivamente per i Carabinieri del locale Comando Compagnia si parla di 20-25 unità di rinforzo. Operativi da stamani 15.

fotogallery enzo maizzi

fotogallery Enzo Maizzi

redazione stato quotidiano.it

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA

Macroarea Manfredonia, CC: già operativi primi rinforzi. Visita Generale Arma ultima modifica: 2017-08-12T14:34:23+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • az

    Si molto utili….poi tra un mese spariscono di nuovo e qualcun’altro viene ucciso…solo per i ragazzetti che spacciano a manfredonia ci vorrebbe un poliziotto ad ogni angolo di palazzo…20-25 unità sono una barzelletta…che faranno i soliti posti di blocco alla gente comune?


  • pentastellato

    I delinquenti professionisti devono scontare le pene, senza sconti, nelle patrie galere,a lavorare, con corsi di riabilitazione mentale, a pane e acqua; i magistrati devono essere tanti, non essere politicizzati e devono percepire uno stipendio “normale” di un comune dipendente pubblico dello Stato, come un insegnante di ruolo, laureato come loro; devono essere responsabili dei provvedimenti che firmano; a sessantacinque anni devono andare in pensione, come i comuni mortali, senza prolungamento di carriera.


  • Marco

    X gli aggregati tutto straordinario mentre X i locali cittadini normale tenore di vita! Ci saranno altri efferati sanguinanenti X il controllo del territorio ma nessuno potrà mai dire fine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi