Sport

Pari spettacolo tra Foggia-Foligno: 4-4. Impatta il Manfredonia

Di:

Dopo i tornei di Prima e Seconda Divisione, il Donia ripartire dai dilettanti (Manfredonia-Barletta, Coppa Italia Lega Pro 2008-2009, copyright Stato)

Foggia – ANCORA spettacolo per il Foggia di Zeman, che segna quattro gol, incassandone altrettanti, nello scoppiettante quattro a quattro contro il Foligno nel quarto turno della Prima Divisione gi. B. Con questo pareggio, il Foggia muove la classifica, attestandosi nei bassifondi della graduatoria con soli quattro punti.

LA GARA – ll boemo conferma il suo 4-3-3 con i “soliti” Insigne e Varga a formare il trio d´attacco con Sau, Salamon a guidare il centrocampo assieme a Kone e Laribi, mentre nel reparto arretrato Caccetta, Romagnoli, Iozzia e Tomi fanno da scudo a Ivanov. I rossoneri partono forte: dopo due minuti Kone si traveste da metronomo, passaggio millimetrico per Sau che infila Rossini e porta in vantaggio i suoi. Il gol mette le ali ai rossoneri che si rendono ancora pericolosi con Varga – una saetta a destra – e Laribi, ma il Foligno alla prima vera occasione sfiora il pari e ci vuole uno straordinario Ivanov per dire “no” al tentativo di Cavagna. Il pericolo suona come campanello d´allarme per la difesa foggiana, che corre un altro pericolo al 15´: Tomi stende Giacomelli, rigore indiscutibile, come la risposta di Ivanov che è strepitoso sul tiro dello stesso giocatore umbro. Il Foligno però ci crede, Giovannini impensierisce ancora la retroguardia foggiana, e al 35´ gli sforzi degli ospiti vengono premiati: Falcinelli si presenta a tu per tu con Ivanov e lo fredda per l´uno a uno. Il Foggia è ormai in balia degli ospiti ed è ancora Ivanov nel finale a chiudere la saracinesca su tentativo di Giacomelli, sventando la minaccia. Nella ripresa Zeman striglia i suoi, esortandoli ad essere più corti e giocare con maggiore aggressività. Detto, fatto: passano cinque minuti dall´inizio del secondo tempo, Laribi decide di far tutto da solo, entra in area, si accentra e manda la sfera all´angolo alla destra di Rossini per lo splendido due a uno rossonero. Il Foggia si affaccia costantemente dalle parti del numero uno avversario, ma in difesa sbanda: al 56´ Ivanov ci mette una pezza su un maldestro disimpegno di Caccetta ma nulla può sul tap-in di Coresi che pareggia i conti. Al 64´ il Foggia si ritrova addirittura in inferiorità numerica: Iozzia commette un fallo a centrocampo, il sig. Di Paolo di Avezzano non lo perdona, secondo giallo e doccia anticipata per il difensore. Il Foligno ne approfitta e al 71´ colpisce ancora: merito di Fondi, che coglie l´angolo giusto dal limite dell´area. Il Foggia rivede i fantasmi di Lanciano, ma l´orgoglio rossoneri viene fuori. Tomi accende le speranze con un bolide dei suoi al 75´ che si infila alle spalle dell´immobile Rossini, Laribi all´82´ completa la rimonta: slalom tra due avversari, siluro dal limite dell´area e il quattro a quattro è bello e fatto. Nel finale Kone potrebbe far festa, ma la sua conclusione su perfetto assist di Sau è debole e finisce a lato. Ce n´è abbastanza per un pomeriggio scoppiettante. Finisce quattro a quattro tra pugliesi e umbri, per la vittoria appuntamento tra una settimana a Barletta, magari sperando nell´ennesimo festival del gol.

Il tabellino – FOGGIA-FOLIGNO 4-4

FOGGIA (4-3-3): Ivanov; Caccetta, Romagnoli, Iozzia, Tomi; Salamon, Kone, Laribi; Sau, Varga (70´ Regini), Insigne (70´ Agodirin). A disp. Santarelli, Candrina, Rigione, Agostinone, Cortese.
All. Zdenek Zeman.

FOLIGNO (4-2-3-1): Rossini; Giovannini, Merli Sala, Bassoli Iacoponi (11´ Fedeli); Fondi (90´ Castellazzi); Coresi, Sciaudone (80´ Civilleri), Cavagna, Giacomelli; Falcinelli.
A disp. Zandrini, Severini, Fiorucci, La Mantia. All. Salvatore Matrecano.

ARBITRO: Aleandro Di Paolo di Avezzano (Parisse-Serpilli).

MARCATORI: 2´ Sau (Fog), 35´ Falcinelli (Fol), 50´ Laribi (F)og, 56´ Coresi (Fol), 60´ Giacomelli (Fol), 71´ Fondi (Fol), 75´ Tomi (Fog), 82´ Laribi (Fog).

AMMONITI: Sciaudone (Fol), Tomi (Fog), Iozzia (Fog), Coresi (Fol), Romagnoli (Fog).

ESPULSO: 65´ Iozzia (Fog) per doppia ammonizione.

NOTE: Cielo sereno, terreno pesante. Gara disputata a porte chiuse e in campo neutro. Recupero pt 2´, st 5´.


MAFREDONIA-TRICASE A RETI BIANCHE – Pareggia anche il Manfredonia di Karel Zeman, che impatta in casa per zero a zero contro il Tricase nella seconda giornata del campionato di Eccellenza. Risultato giusto al “Miramare”, in una gara in cui il risultato ha rispecchiato le poche emozioni viste. Con questo punteggio, i sipontini conquistano il primo punto stagionale. Prossimo appuntamento giovedì, nel turno infrasettimanale a Manduria.

Pari spettacolo tra Foggia-Foligno: 4-4. Impatta il Manfredonia ultima modifica: 2010-09-12T18:56:32+00:00 da Nicola Saracino



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi