Cronaca

San Severo, via la Camera del Lavoro da Piazza Allegato. Proteste Cgil

Di:

Camera del Lavoro a San Severo (Cgil)

Camera del Lavoro a San Severo (Cgil)

San Severo – A 60 anni dai trafici avvenimenti di San Severo, quando uno sciopero indetto dalla Cgil a livello nazionale subì la dura repressione delle forze dell´ordine – si contarono un morto, decine di feriti e circa un centinaio di arrestati tra uomini e donne – una destra politica senza memoria e senza progetto oggi alla guida la città dell´Alto Tavoliere, con un atto di giunta intende cancellare un luogo simbolo delle lotte per il lavoro e la democrazia.

L’amministrazione guidata da Gianfranco Savino ha, infatti, deciso di interrompere il contratto di locazione che dal 1945 vede nel palazzo di piazza Allegato la sede della Camera del Lavoro. “Un atto insensato e ingiustificato”, denunciano Mara De Felici e Angela Villani, segretaria generale della Cgil di Capitanata e coordinatrice della Camera del Lavoro di San Severo.

A GIUGNO LA DISDETTA DEL CONTRATTO DI LOCAZIONE – “A giugno abbiamo ricevuto la comunicazione di disdetta del contratto di locazione. Pensavamo si trattasse di un atto burocratico dovuto, e speravamo ci fossero margini e volontà per rinnovare e proseguire. E invece ci è stata intimato di liberare i locali. Per farne cosa? La delibera di giunta parla di recuperare l´immobile per destinarlo a servizi pubblici e restituirlo all´interesse generale. Dovremmo ricordare a Savino e alla sua giunta che le organizzazioni sindacali sono riconosciute dalla Carta Costituzionale e svolgono funzioni di rappresentanza e interesse generale. Ma a quanto pare questa destra è sorda al richiamo dei valori costituzionali, e anche a quello della storia locale”.

Le stanze della Camera del Lavoro sono state occupate nel corso degli anni da figli illustri della città, che hanno svolto anche ruoli importanti a livello nazionale dentro il sindacato o nelle istituzioni: da Carmine Cannelonga – tra i “costruttori” della democrazia nel Mezzogiorno – a Michele Pistillo, biografo di Giuseppe Di Vittorio, fino a quel Luigi Allegato, senatore della Repubblica e primo presidente della Provincia di Foggia, cui è dedicata la piazza.

“UN’OFFESA ALL’INTERA COMUNITA’ PROVINCIALE” – “Quel palazzo è un monumento civile della San Severo democratica – affermano Mara De Felici e Angela Villani -. Non ci sorprende che tale iniziativa venga intrapresa in un contesto nazionale dove la destra liberista affonda la dignità del lavoro e prova a travolgere i valori costituzionali e le forze sociali intermedie che si oppongono al disegno disgregativo di una nazione. Ma questa è un´offesa non solo alla Cgil ma a un´intera comunità provinciale”.

A nulla sono valsi gli incontri informali avuti con il sindaco Savino, “ed è bene specificare che siamo tra i pochi enti che pagano regolarmente il canone. E mentre da un anno piazza Allegato è ferma nei suoi lavori per beghe interne alla maggioranza, trapelano alcuni importanti progetti del Comune sulla sede della Camera del Lavoro, come adibire il piano inferiore a bagni pubblici…”. “Da quando quest´amministrazione si è insediata non ha svolto alcun ruolo programmatico per lo sviluppo della città – come ha più volte denunciato la Cgil anche nel corso di iniziative pubbliche -, a sostegno del lavoro, per dare risposte alle emergenze sociali, per la riqualificazione urbana, il contrasto all´illegalità. Avviluppata da mesi attorno a questioni interne alla maggioranza, pare che l´unico atto amministrativo che reclamava urgenza era quello di sfrattare la Cgil e la Camera del Lavoro”.

La Cgil fa appello a tutta la cittadinanza, alle istituzioni, ai partiti, alle associazioni, agli intellettuali e agli storici di questa provincia per far sentire la propria voce contro un atto che oltre che immotivato “è uno schiaffo alla storia migliore della Capitanata, quella rappresentata da migliaia di uomini e donne che hanno prima liberato l´Italia dal fascismo e per poi contribuire all´emancipazione dei lavoratori e delle lavoratrici, costruendo dal basso la nostra democrazia”.

San Severo, via la Camera del Lavoro da Piazza Allegato. Proteste Cgil ultima modifica: 2010-09-12T23:17:36+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi