Sport

Entourage TSN Foggia: successo ai Nazionali juniores

Di:

Tiro a segno (ST - fonte image: spoletosport.it)

Foggia – FREDDI esecutori dalla distanza, canaglie dal grilletto facile. Una selezione di piccole pesti non impegnate in sommosse da guerriglia, ma pronti a contendersi il primato tra gruppi di tiratori nei Campionati Italiani di tiro a segno categoria juniores, ragazzi e allievi. Milano, dall’8 all’11 settembre, è stata la sede della manifestazione che ha visto gareggiare i migliori atleti under 20 (fino ai classe ’91) provenienti dalle varie sezioni sportive. Undici i tesserati del tiro a segno di Foggia, a seguito della scrematura a livello regionale, armati di tutto punto per la trasferta lombarda. Le medaglie ottenute rendono onore e merito al faticoso lavoro della sezione del presidente Federico De Vivo, educatore della progenie atletica del futuro.

Nella categoria juniores (per i nati dal ’95 al ’91) spicca il primato nella disciplina di pistola automatica (a fuoco, bersaglio numerato distanza 25 metri) della squadra del TSN Foggia composta da Sebastiano Vocino, Angelo Notarangelo e Michele Cocumazzi che, sulla scorta dei 60 colpi per singolo tiratore, si impone sui temibili casertani e sui “cugini” candelesi con un punteggio globale di 1524 punti. Un Angelo Notarangelo, poi, ad un passo dal podio anche nella gara individuale di disciplina, che sfuma per una manciata di punti. Ancora dalla competizione a squadre, che prevede la somma dei risultati dei migliori tre tiratori per sezione, però, provengono le migliori soddisfazioni. Gli juniores di pistola standard (a fuoco, bersaglio numerato e celere dist. 25 metri) si arrendono solo ai napoletani: Francesco Tedesco, Fabio D’Onofrio e Sebastiano Vocino piazzano il risultato che non ti aspetti concludendo la gara al secondo posto. Gioie anche nella carabina: la squadra juniores di C10 (ad aria compressa, bersaglio numerato dist.10 metri) composta da Chiara De Vivo, Sarah Di Sapio e Luana Martone arriva terza sulla distanza dei 40 colpi per tiratore. Non c’è il dovere, vista la tenera età, di far bene nella categoria allievi (per i nati tra il ’98 e ’99), ma Erika Zanni, carabina poggiata sul pugno serrato, fa 187 punti nella specialità C10 a 20 colpi. Terzo posto, per la gioia di parenti ed entourage. Esordio ai Nazionali anche per gli allievi Daniele Di Nunno e Marco Morgese nella pistola ad aria compressa, bersaglio numerato dist.10 metri: per un piazzamento a medaglia si aspetterà l’anno venturo.

Il Tsn Foggia si conferma così competitiva ai massimi livelli nella gare a squadre dei più piccoli, ma pronta al grande salto anche nell’individuale. Le allenatrici Antonella Narducci e Ana Butu, rispettivamente di carabina e pistola, digerita l’euforia degli ottimi risultati dei propri apprendisti, dovranno ora gettarsi in prima persona nel Campionato Italiano seniores e master che si svolgerà sempre a Milano dal 22 al 25 settembre. Altri bersagli da centrare per il TSN Foggia, la stagione non finisce qui.


Redazione Stato@riproduzione riservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi