FoggiaSport
Match valido per il 3^turno di Lega Pro

Foggia, tre per tre: battuta la Vibonese

Il Foggia batte la Vibonese, sale a quota nove ed aggancia il Lecce in vetta

Di:

Foggia. Il Foggia supera agevolmente (o quasi) la Vibonese. Nel match valido per il 3^turno di Lega Pro, in uno “Zaccheria” ancora a porte chiuse, i rossoneri battono 3-0 i calabresi grazie alle reti di Riverola, Mazzeo e Sarno.

Mister Stroppa punta sempre sul 4-3-3, con Sarno e Chiricò a sostegno di Mazzeo nel tridente offensivo; dall’altro lato, mister Costantino gioca con un prudente 4-4-2, in cui l’ex di turno Leonetti gioca al fianco di Saraniti in attacco. Al 10’ calcia dalla lunga Chiricò, ma la palla sfila alta sul fondo.Qualche istante più tardi, contropiede pericoloso della Vibonese, che arriva al limite in sei contro quattro, ma Sabato sbaglia l’ultimo passaggio e spreca tutto. Minuto 27, ottima azione del Foggia, con Chiricò che crossa sul secondo palo, trovando Sarno, che di tacco libera Angelo, la cui conclusione è respinta in corner da Russo; sugli sviluppi dell’angolo, Empereur salta più in alto di tutti e mette a lato. Alla mezz’ora, lancio lungo di Angelo, Russo esce per anticipare di un soffio Mazzeo, Riverola recupera e calcia a porta sguarnita, ma Russo è bravo a respingere la conclusione; qualche istante più tardi, Chiricò fa la barba al palo con un bel mancino dai venti metri. Al 38’ Sarno riceve sulla destra, si accentra con un paio di uomini alle calcagna e calcia, mandando la sfera debolmente sul fondo. I Satanelli, dopo aver costruito tanto, passano in vantaggio al 41’: traversone di Angelo che pesca in area Agnelli, la cui conclusione sbilenca favorisce Riverola che, con Russo fuori causa, può insaccare per l’1-0. Sul finire del primo tempo, ci prova anche Angelo, ma Russo è bravo a respingere il diagonale del terzino brasiliano; si va dunque all’intervallo.

Si riparte con lo stesso canovaccio tattico, al 50’ Mazzeo prova la conclusione dal limite, ma la palla termina a lato. Al 61’, azione pericolosa sulla destra per la Vibonese, sul traversone Leonetti liscia clamorosamente, poi Sabato conclude violentemente verso la porta, trovando i guanti di Guarna; sul successivo contropiede, Sarno prova la conclusione ma mette alto. Minuto 65, arriva il raddoppio dei rossoneri: contropiede e fuga sulla destra di Angelo, palla al centro per Agnelli, che si accorge dell’uscita di Russo e serve il liberissimo Mazzeo, che con il mancino insacca a porta quasi libera. Al 77’ il Foggia sigla il tris, con Sainz-Maza che serve Sarno, il quale si libera di un uomo e batte Russo, chiudendo la pratica. Minuto 91, ancora un’offensiva dei padroni di casa, con Sainz-Maza che spara di poco alto sulla traversa; subito dopo, errore di Coletti in area, Cogliati recupera palla ma il suo tiro da posizione invitante è deviato in angolo.

Al 95’ arriva il triplice fischio, il Foggia batte la Vibonese, sale a quota nove ed aggancia il Lecce in vetta.

TABELLINO
FOGGIA: (4-3-3) Guarna; Angelo, Coletti, Empereur, Rubin; Vacca, Agnelli (dal 78’ Padovan), Riverola (dal 61’ Quinto); Sarno, Chiricò (dal 70’ Sainz-Maza), Mazzeo. A disp.: Sanchez, Loiacono, Letizia, Martinelli, Agazzi, Sicurella, Dinielli, Sansone, Gerbo. All.: Stroppa.
VIBONESE: (4-4-2) Russo; Franchino, Manzo, Sicignano, Sabato; Scapellato, Giuffrida, Yabrè, Paparusso (dal 52’ Cogliati); Leonetti (dal 67’ Rossetti), Saraniti (dal 78’ Di Curzio). A disp.: Cetrangolo, Chiavazzo, Legras, Cinquegrana, Tindo, Lettieri, Buda, Mengoni, Usai. All.: Costantino.
Arbitro: sig. Mancini di Fermo.
MARCATORI: 41’ Riverola (F), 65’ Mazzeo (F), 77’ Sarno (F).
AMMONITI:Riverola (F); Paparusso, Sabato (V). – ANGOLI: – RECUPERI: 1’ p.t.; 5’ s.t..

(A cura di Salvatore Fratello, Foggia 11.09.2016)

FOTOGALLERY VINCENZO MAIZZI



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati