FoggiaManfredonia
Il via alle ore 11

Professioni sanitarie, domani 1500 al Test day alla Città del Cinema

In 371 (40 in più rispetto al 2015/16) avranno la possibilità di accedere ai corsi di laurea a numero chiuso

Di:

Foggia. Domani seconda giornata dei test di accesso ai corsi di laurea a numero chiuso dei cd. Dipartimenti di Area Medica dell’Università di Foggia (Scienze mediche e chirurgiche e Medicina clinica e sperimentale), una giornata destinata alla selezione dei 371 (40 in più rispetto allo scorso anno accademico) candidati che diventeranno matricole delle Professioni sanitarie UniFg. I posti a concorso sono per Fisioterapia 30 + 3 (riservati a cittadini non comunitari residenti all’estero); per Infermieristica sede di Foggia 74 + 1 (cittadini non comunitari residenti all’estero); per Infermieristica sede di Barletta 74 + 1 (cittadini non comunitari residenti all’estero); Infermieristica sede di San Severo 34 + 1 (cittadini non comunitari residenti all’estero); Infermieristica sede di Matera 40 + 1 (cittadini non comunitari residenti all’estero); Infermieristica sede di Lagonegro 25 + 1 (cittadini non comunitari residenti all’estero); Infermieristica sede di San Giovanni Rotondo 29 + n. 1 (cittadini non comunitari residenti all’estero); Dietistica 20 + 2 (cittadini non comunitari residenti all’estero); Tecniche di radiologia medica, per immagini e radioterapia sede di Barletta 10 + 2 (cittadini non comunitari residenti all’estero); infine Tecniche di Laboratorio Biomedico 20 + 2 (cittadini non comunitari residenti all’estero). Gli studenti che si sono candidati, e che quindi si sono iscritti alla prova di domattina sempre alla Città del Cinema, sono complessivamente 1462. Un’affluenza notevole che verrà gestita con la consueta professionalità da tutto il personale Tecnico-Amministrativo mobilitato per l’occasione dall’Università di Foggia.

“I posti a disposizione sono aumentati rispetto al 2015/16”

Come detto i posti a disposizione sono aumentati rispetto al 2015/16, per effetto dei nuovi corsi aperti presso sedi esterne, nel solco della collaborazione sempre più stretta con enti e istituzioni territoriali e soprattutto nell’ottica strategica di ramificare il più possibile le competenze scientifiche dei Dipartimenti di Area Medica UniFg che notoriamente possono avvalersi dell’ausilio del secondo Policlinico della Regione Puglia (ovvero dei tirocini e delle formazioni sul campo presso l’Azienda ospedaliero universitaria Ospedali Riuniti di Foggia).

Due i dati che balzano evidenti, innanzi tutto l’incremento dei candidati complessivi ai test di accesso per i corsi di laurea in Medicina e chirurgia e Odontoiatria e protesi dentaria passati da 575 dell’a.a. 2015/16 a 631 dell’a.a. 2016/17: un incremento di circa il 10% nonostante i posti a concorso per indicazione ministeriale fossero meno rispetto all’anno scorso passando da 110 a 103. «Sintomo del fatto che stiamo lavorando bene – argomenta il direttore del Dipartimento di Scienze mediche e chirurgiche, prof.ssa Maria Pia Foschino – proponendo con professionalità e accuratezza i nostri corsi in tutte le sedi competenti: i candidati lo sanno, si informano su risultati e performance ottenute e sempre più spesso inseriscono Foggia come sede prioritaria di destinazione, naturalmente nel caso in cui i test dovessero andare positivamente. In secondo luogo il ricorso, sempre maggiore e sempre più agguerrito, ai corsi di laurea in Medicina e chirurgia, Odontoiatria e Professioni sanitarie, che più degli altri adesso in Italia riescono a garantire un orizzonte che, per quanto nebuloso, appare perlomeno più praticabile: a cominciare dalla specializzazione e dalla possibilità di effettuarla anche presso di noi. Ma si tratta, ribadisco, di corsi di laurea che hanno ancora un elevato appeal tra gli studenti».

L’altro dato da evidenziare è il deciso aumento (stabilito dall’Università di Foggia del tutto autonomamente) dei posti messi a concorso per i corsi di laurea a numero chiuso in Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate (che passa dai 60 dell’a.a. 2015/16 ai 100 posti dell’a.a. 2016/17) e in Scienze delle attività motorie (che passa dai 130 dell’a.a. 2015/16 ai 180 dell’a.a. 2016/17). «Gli iscritti che ogni anno registriamo provengono non solo dalla Puglia – puntualizza invece il prof. Lorenzo Lo Muzio, direttore del Dipartimento di Medicina clinica e sperimentale – ma anche da alcune regioni limitrofe alla nostra, segno evidente che l’attenzione nei nostri confronti è sempre alta nonostante i limiti strutturali che tutti conoscono e che scontiamo ormai da anni. Tutto ciò è possibile grazie agli sforzi del personale ma anche grazie alla governance dell’Ateneo, che anche sulla base delle sollecitazioni pervenute dagli studenti ha deciso di rendere più confortevole la loro permanenza nei nostri spazi pratici e didattici: la nuova palestra di Scienze delle attività motorie, nonché tutta una serie di interventi che intendiamo adottare entro i prossimi mesi, vanno proprio in questa direzione». E al personale Docente e Tecnico-Amministrativo vanno invece i ringraziamenti del massimo rappresentante dell’Università di Foggia.

«Quello dei posti disponibili presso i corsi di laurea in Scienze motorie è un incremento – conclude il Rettore, prof. Maurizio Ricci – reso possibile soprattutto dalla disponibilità dei colleghi Docenti e del personale Tecnico-Amministrativo, disponibilità a garantire un impegno maggiore per poter consentire a un numero crescente di studenti di poter accedere a questi ambiti corsi di laurea».



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati