Foggia
Dire che si stanno ponendo le basi per una raccolta virtuosa è dire tutto e nulla"

Differenziata, Barone a Grandaliano“Serve impegno continuo”

“Vantarsi del fatto - continua Barone - che negli ultimi due anni e mezzo Foggia abbia fatto dei passi in avanti, non vuol dire che la città si trovi ad oggi in una situazione di legalità"


Di:

Bari. “Per quanto riguarda la raccolta differenziata a Foggia, il commissario Grandaliano contraddice se stesso. Prima definisce la città fanalino di coda in Puglia, poi quando gli ricordiamo che le responsabilità per questa situazione sono soprattutto di Comune e Regione, ci tiene a sottolineare che in fondo ci sono ‘percentuali più che dignitose’.” Replica così la consigliera del M5S Rosa Barone alle affermazioni del Commissario dell’Agenzia regionale per la gestione del ciclo dei rifiuti.

“Vantarsi del fatto – continua Barone – che negli ultimi due anni e mezzo Foggia abbia fatto dei passi in avanti, non vuol dire che la città si trovi ad oggi in una situazione di legalità rispetto alla normativa nazionale e regionale che fissa al 65% l’obiettivo della percentuale di raccolta differenziata. Quindi c’è ben poco di cui compiacersi soprattutto in considerazione del fatto che la nuova disciplina dell’ecotassa, prevista dal Collegato ambientale, stabilisce un’addizionale del 20% a carico dei Comuni che non raggiungono gli obiettivi di raccolta differenziata e saranno previsti scaglioni percentuali che stringeranno ulteriormente gli spazi per la riduzione del tributo. Per questo i timidi aumenti sono del tutto vani se non raggiunti attraverso un impegno continuo e non limitato ad un breve periodo in cui si cerca elevare le percentuali della differenziata solo per ottenere una riduzione del tributo”.

Barone evidenzia come, consultando il sito dell’Osservatorio Rifiuti della Regione si possa constatare che l’unico ARO a non aver comunicato i dati dell’ultimo anno sia proprio l’ARO Foggia 3 (quelli più recenti si fermano ad agosto 2016), allo stesso modo risulta anche evidente l’impennata di differenziata raggiunta appositamente per ottenere lo sconto sull’ecotassa, per poi calare nei mesi successivi.

“Dire che si stanno ponendo le basi per una raccolta virtuosa – conclude la pentastellata – è dire tutto e nulla. Bisogna, inoltre, sottolineare che l’attuale contratto di servizio per la gestione dell’igiene urbana risulta in proroga dal 2013, in attesa della definizione del contratto di servizio definitivo. Quindi mi chiedo se, al momento, il servizio di raccolta, trasporto e spazzamento offerto alla cittadinanza sia in grado di garantire il conseguimento degli standard qualitativi e degli obiettivi di raccolta differenziata imposti dalla legge”.

Differenziata, Barone a Grandaliano“Serve impegno continuo” ultima modifica: 2017-09-12T17:51:45+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi