Capitanata

Consiglio Generale Cisl Foggia: negli ultimi 3 anni hanno chiuso 400 aziende


Di:

Una fase del congresso Cisl (ST)

Foggia – “TROPPA è oggi l’insicurezza che mortifica e penalizza soprattutto i giovani nella loro voglia di fare, di proporsi attivamente, di progettare un avvenire dignitoso”. E’ l’allarme della Cisl, emerso nel corso del Consiglio Generale Territoriale, svoltosi presso la Cassa Edile di Capitanata, alla presenza del segretario generale di Foggia, Emilio Di Conza; del segretario generale di Puglia, Giulio Colecchia, e del segretario nazionale, Luigi Sbarra. Il Consiglio Generale ha rilevato “la crescita del fenomeno migratorio, che vede allontanarsi migliaia di giovani laureati e diplomati, l’aumento degli iscritti al collocamento tra disoccupati (120.00 solo nella nostra provincia), e il crescente numero di giovani e donne che rinunciano persino a cercare occupazione”. Dato quest’ultimo preoccupante, secondo il segretario provinciale Di Conza, “poiché parliamo delle generazioni del futuro neanche troppo lontano, poiché il futuro è oggi, e con un tasso di occupazione nazionale del 34%, regionale del 18% e provinciale del 13%, francamente c’è seriamente da preoccuparsi”. A ciò si aggiunge, evidenzia la Cisl, “il dramma di quella platea dei lavoratori che un posto l’avevano e l’hanno perso e questo, negli ultimi tre anni, in Capitanata significa 400 aziende che hanno chiuso i battenti ed espulso dai processi produttivi 4.000 persone, per le quali non è per niente semplice ottenere altre opportunità”.

La Cisl di Foggia, nel ribadire il giudizio negativo espresso dalla Confederazione nazionale sulle manovre economiche del Governo, sostiene la necessità di un “Patto per l’equità sociale e lo sviluppo”. In particolare, il Consiglio Generale condivide la richiesta alla classe politica di dare al Paese una “guida condivisa, per contrastare efficacemente la crisi economica”. In un quadro di stagnazione, che richiede azioni forti del Governo nazionale, “è altresì necessario che anche a livello locale, si assumano decisioni efficaci che incidano sulla capacità produttiva delle aziende e sulla qualità del lavoro”. In questa direzione, le parole d’ordine della Cisl di Capitanata sono “infrastrutture e coesione sociale”. In tal senso, il Consiglio Generale di Foggia condivide le proposte contenute nel “ Progetto per la crescita della Puglia”, predisposto dalla Cisl pugliese. Ai primi posti delle “indicazioni prioritarie per la Capitanata”, la Cisl di Foggia pone: il potenziamento funzionale, l’integrazione e l’intermodalità del trasporto sostenibile delle merci e delle persone; le attività manifatturiere distrettualizzate e con avanzati standard d’innovazione; e i servizi per l’inclusione sociale e la qualità della vita.


Redazione Stato

Consiglio Generale Cisl Foggia: negli ultimi 3 anni hanno chiuso 400 aziende ultima modifica: 2011-10-12T09:51:09+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This