Cronaca

Licenziamenti Don Uva: il 15 ottobre task force regionale

Di:

Una passata assemblea del Don Uva di Foggia (STATO@ - archivio)

Foggia – LA Task Force della Regione Puglia per l’occupazione ha convocato l’Usppi e le altre sigle sindacali, i vertici della Casa Divina Provvidenza e gli assessori regionali alla sanità Attolini e al Lavoro Gentile, per martedì 15 ottobre, ore 15,30, presso la Presidenza della Giunta Regionale, in ordine alla gravissima vertenza che vede 587 lavoratori della Cdp di Bisceglie, Foggia e Potenza prossimi in mobilità ovvero licenziamenti. L’Usppi – afferma una nota – è pronta a scendere nuovamente in piazza per tutelare i lavoratori, atteso che il direttore generale della Cdp Dario Rizzi ha annunciato la mobilità di 587 dipendenti, di cui 362 a Bisceglie, 153 a Foggia e 72 a Potenza. L’Usppi protesta anche contro il forte ritardo degli stipendi ai circa mille lavoratori della Cdp di Bisceglie.

L’Usppi Puglia, ha dichiarato il proprio forte dissenso, ritenendo il numero degli esuberi gonfiato, con grave rischio di ripercussioni all’utenza e all’assistenza degli ammalati ricoverati, ma soprattutto per l’accreditamento regionale. Nei prossimi giorni l’Usppi annuncia una forte mobilitazione di tutto il personale. Il sindacato ricorda che, a fine luglio, una ristretta delegazione dei lavoratori, guidati dallo stesso Nicola Brescia e dal segretario provinciale confederale Nicola Preziosa dell’Usppi, ha incontrato l’assessore Attolini, che ha “promesso” di rivedere le rette giornaliere, ferme da oltre un decennio, e la riclassificazione dell’Istituto Ortofrenico. Cio’ non è ancora avvenuto, creando malcontento fra i lavoratori che hanno dichiarato azioni di protesta eclatanti.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi