LavoroManfredonia
Molti giovani, anche neolaureati, puntano ad un settore primario mai come ora aperto alle novità offerte dalla rete e dalle recenti tecnologie

Agricoltura: come sfruttare la rete e le recenti innovazioni

È indubbio che queste novità nascano tanto dal progresso tecnologico, quanto da necessità generate da una situazione economica instabile

Di:

A fronte di una prolungata crisi economica, molti sono i settori che hanno dovuto ripensare strategie e schemi, modellandosi su un mercato sempre più dinamico. Non è un caso che proprio l’agricoltura, forza trainante dell’economia italiana, abbia visto in tempi recenti l’introduzione di numerose innovazioni, atte a ristrutturarne le dinamiche.

Molti giovani, anche neolaureati, puntano ad un settore primario mai come ora aperto alle novità offerte dalla rete e dalle recenti tecnologie. Per fare un primo esempio si possono citare le varie piattaforme nate sul web focalizzate sulla condivisione dei mezzi di produzione, permettendo una maggiore accessibilità ai macchinari anche ad aziende che non possono permettersene l’acquisto.
Se questa può sembrare ancora un’alternativa futuristica (sebbene riscontri i primi successi), non si può sicuramente negare il grande impatto che il settore primario sta avendo sul mercato dell’usato, da sempre opzione prediletta da piccole e medie imprese. TradeMachines sfrutta questa tendenza catalogando e listando tutte le aste per macchinari usati, dando un chiaro segnale circa la portata di questo mercato.

C’è chi si spinge addirittura oltre, andando a ripensare la stessa attrezzatura da lavoro. Ad esempio, è ormai sotto gli occhi di tutti la diffusione dei droni per agricoltura, capaci di offrire una prospettiva privilegiata per il monitoraggio dei terreni (utile se si considera il lavoro di distribuzione delle risorse idriche).
Non è comunque un caso isolato: si pensi all’americana Autonomous Tractor, capace di sviluppare un trattore completamente automatizzato. Queste macchine possono seguire un percorso preimpostato e lavorare interagendo con sistemi GPS (opzione non trascurabile se il mezzo è monitorato da remoto).

È indubbio che queste novità nascano tanto dal progresso tecnologico, quanto da necessità generate da una situazione economica instabile. La rete, capace di rendere il mercato molto più accessibile e variegato, sembra aver offerto una prima risposta a chi temeva per la sopravvivenza della propria azienda. Le iniziative partite dal web hanno spesso trovato terreno fertile al di fuori del mondo telematico: le campagne di crowfunding ne sono il caso più emblematico.

Nonostante la situazione globale non sia delle più rosee, la speranza è che queste alternative possano offrire uno spunto per la ripresa, specie se usate in soccorso di aziende appena affacciatesi su questo settore.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati