FoggiaManfredonia
"L'eccezione sta diventando la regola"

De Leonardis: “Commissioni disertate da rappresentanti dell’esecutivo”

Di:

Foggia. Nota del Presidente del Gruppo Area Popolare, Giannicola De Leonardis. “Ancora una volta, la discussione in II Commissione sulla proposta di legge mirata a introdurre nuove norme sia per la tutela e la protezione delle risorse faunistico-ambientali e della fauna selvatica, che per la regolamentazione dell’attività venatoria, modificando e integrando la precedente legge regionale risalente al lontano 1998, è stata rimandata a data da destinarsi per l’assenza di un rappresentante dell’esecutivo. Un copione che si ripete ormai dall’inizio della nuova consiliatura, che rinvio dopo rinvio si sta caratterizzando per una sostanziale lentezza o addirittura paralisi dei lavori delle Commissioni e nelle sedute consiliari, e per lo svilimento del ruolo dei consiglieri le cui iniziative – dalle mozioni alle interrogazioni, alle proposte di legge – vengono vanificate da tempi sempre più dilatati che alimentano confusione e incertezza e non aiutano certo ad aiutare e superare problematiche ed emergenze nei vari comparti.

L’attività venatoria – per rimanere in tema – alimenta un considerevole indotto, e il recente e discutibile stop del Servizio Caccia della Regione Puglia all’aumento dei permessi giornalieri richiesto dall’ATC per i cacciatori provenienti da altre regioni, comporterà delle pesanti ricadute negative sulla nostra economia: continuare a navigare a vista non appare quindi il modo migliore per aiutare la Puglia a risollevarsi e rilanciarsi, ma piuttosto un modo per scivolare sempre più in basso. Auspichiamo quindi un necessario e doveroso cambio di registro, per il bene della comunità pugliese e per il rispetto dovuto al Consiglio regionale e ai lavori nelle Commissioni”.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati