CronacaStato news
CdA: « L’Archivio Storico del Comune di Foggia, con documenti dal 1796 al 1976, rappresenta la memoria indelebile della nostra città»

“I foggiani possono consultare i documenti dell’Archivio Storico del Comune”

I documenti presenti in Archivio sono visionabili, previa richiesta indirizzata al Comune di Foggia e debitamente autorizzata, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 11.30

Di:

Foggia. “Un interscambio culturale tra passato e presente. Con documenti dal 1796 al 1976, l’archivio storico del Comune di Foggia, rappresenta la memoria indelebile della nostra città; la fonte cui attingere per scoprire ciò che eravamo e andare a delineare i profili di ciò che saremo”. Ne sono convinti i componenti del Consiglio di Amministrazione della società Am Service Spa, che portano a conoscenza tutti i cittadini della possibilità di consultare i documenti contenuti nell’Archivio foggiano.

«Il primo passo per chi amministra la Cosa Pubblica non è solo la conservazione del bene comune, ma è quello di renderlo disponibile agli studi o alla semplice conoscenza dei foggiani» – afferma il CdA. Motivo per cui il personale AM Service Spa ha sempre curato, negli anni, l’impianto dell’Archivio e la catalogazione informatica del contenuto. Attualmente ne gestisce: il flusso continuo di documenti in entrata e le ricerche, la possibilità di consultazione degli stessi agli uffici, alle istituzioni pubbliche e ai privati che ne necessitano, oltre a garantire l’apertura al pubblico per la fruizione. L’Archivio Storico del Comune di Foggia, situato in Via Paolo Telesforo, 33/O, è costituito da documentazione prodotta o comunque acquisita dall’Ente durante l’espletamento della propria attività istituzionale e nell’esercizio delle proprie competenze dal 1796 al 1976. Consta di 3669 registri e 4288 buste. «Il nostro obiettivo – precisa il Consiglio di Amministrazione della società in house del Comune di Foggia – è quello di fornire al cittadino strumenti di descrizione sempre più completi, per garantire un accesso più agevole e diretto alla documentazione di interesse».

Il carteggio generale, infatti, risulta essere suddiviso in categorie e classi secondo l’ordine originario. Bisogna però tenere conto della presenza di due differenti strutture classificatorie: la prima risalente alla fine del secolo XIX; la seconda, successiva al periodo menzionato, caratterizzata da alcune modifiche apportate durante l’inventariazione e definite, rispettivamente, in ‘Titolario A’ e ‘Titolario B’.

Le categorie sono:
 1) Amministrazione
 2) Opere pie e beneficenza
 3) Polizia Urbana e Rurale
 4) Sanità – Igiene
 5) Finanza
 6) Governo
 7) Grazia- Giustizia – Culto
 8) Leva e Truppa
 9) Istruzione Pubblica
10) Lavori Pubblici
11) Agricoltura-Industria-Commercio-Annone e Mercantile
12) Stato Civile-Anagrafe-Censimento-Statistica
13) Esteri
14) Oggetti diversi
15) Pubblica Sicurezza.

I documenti presenti in Archivio sono visionabili, previa richiesta indirizzata al Comune di Foggia e debitamente autorizzata, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 11.30.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati